BRASILE 2014

Mondiali 2014. Da Moreno a Moreno 12 anni dopo. Gli azzurri tornano a casa rossi di rabbia

L'Uruguay vince 1-0 e passa agli ottavi. Clamoroso rosso a Marchisio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2071

Mondiali 2014. Da Moreno a Moreno 12 anni dopo. Gli azzurri tornano a casa rossi di rabbia




BRASILE. Da Moreno a Moreno. A 12 anni di distanza un altro Moreno (dopo Byron in Corea del Sud, ndr) con una direzione arbitrale vergognosa impedisce ad un'Italia generosa quanto sfortunata di proseguire l'avventura brasiliana. Decide un gol di Godin al 36esimo della ripresa dopo un rosso immeritato a Marchisio ed un altro sacrosanto negato a Suarez.
Nel mezzo una somministrazione errata dei cartellini gialli tra le 2 squadre ed un atteggiamento che ha innervosito l'undici di Prandelli.
Match in avvio inevitabilmente teso, nervoso e non bello condizionato dall'importanza della posta in palio e da un caldo umido che ha impedito ritmi forsennati ed inibito la lucidità dei 22 in campo. Un'occasione nitida per parte ma la grande soddisfazione da parte degli azzurri di aver ritrovato col nuovo modulo una certa solidità in fase di non possesso del pallone. Fondamentale in tal senso la sontuosa regia di Verratti, che con personalità e coraggio ha alleggerito la pressione sulla difesa e ridotto al minimo i pericoli per Buffon e compagni.
Nella ripresa gli azzurri rischiano il giusto prima della clamorosa espulsione di Marchisio ed il non rosso ancora più solare a Suarez che hanno spianato le porte dell'inferno ad un'Italia tanto generosa quanto sfortunata.

PRIMO TEMPO. LA POSTA IN PALIO È ALTISSIMA: ATTENTI GLI AZZURRI IN DIFESA
In avvio superiorità territoriale netta degli azzurri ma di occasioni da gol pulite neanche l'ombra. Al 12esimo ci prova direttamente su calcio di punizione Pirlo, che costringe Muslera al goffo intervento in calcio d'angolo.
Prima risposta dell'Uruguay al 20esimo con una girata imprecisa di Cavani ben controllato in area da Barzagli.
Al 29esimo la prima grande chance da rete è di marca azzurra. Traversone preciso di De Sciglio e conclusione al volo da ghiotta posizione di Immobile che termina alle stelle.
Al 32esimo brivido Italia. Combinazione pregevole Lodeiro-Suarez e conclusione di quest'ultimo da posizione decentrata che esalta i riflessi di Buffon. Sul proseguo dell'azione ancora decisivo il portierone azzurro nel chiudere lo specchio della porta a Lodeiro.
Col passare dei minuti sale in cattedra Verratti, che con giocate di alta scuola ha mantenuto costante il possesso palla azzurro alleggerendo la pressione sulla retroguardia.

SECONDO TEMPO. DECIDE MORENO: PASSA L'URUGUAY
In avvio subito una sorpresa nello schieramento azzurro. Fuori un abulico e nervoso Balotelli e dentro Parolo, con Verratti avanzato tra le linee.
Regge bene l'Italia poi al 14esimo cambia tutto. Prima Rodriguez con un diagonale sfiora il bersaglio grosso, poi l'arbitro Moreno si erge ad assoluto protagonista dell'incontro. Per un fallo normale di gioco sulla trequarti, incredibile rosso diretto a Marchisio che nel tentativo di difendere un pallone colpisce inavvertitamente il ginocchio di Rios. Uruguay in superiorità numerica per oltre mezz'ora ed assalto totale all'area azzurra. Al 20esimo Suarez fa il fenomeno ma Buffon lo è di più: palla in corner. Aumenta la tensione ed aumenta anche la stanchezza con Immobile e Verratti che danno tutto e vengono sostituiti per acciacchi fisici da Cassano e Thiago Motta.
Al 35esimo ancora azzurri vergognosamente penalizzati. Morso clamoroso di Suarez ai danni di Chiellini ma per il direttore di gara non c'è nulla. Un minuto dopo il gol decisivo di Godin sugli sviluppi di un corner che ha mandato all'inferno gli azzurri.
Nel finale tanta pressione ma non basta: Italia a casa, Uruguay avanti.

ITALIA-URUGUAY 0-0 (p.t. 0-0)
MARCATORI: 36'st Godin.
ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Darmian, Verratti (30'st Thiago Motta), Pirlo, Marchisio, De Sciglio; Immobile (26'st Cassano), Balotelli (1'st Parolo). A disposizione: Sirigu, Perin, Abate, Aquilani, Candreva, Cerci, De Rossi, Insigne, Paletta. Ct: Prandelli.
URUGUAY (4-3-1-2): Muslera; Caceres, Gimenez, Godin, Pereira (18'st Stuani); Gonzalez, Arevalo, Rodriguez (33'st Ramirez); Lodeiro (1'st Pereira); Suarez, Cavani. A disposizione: Munoz, Silva, Coates, Forlan, Fucile, Gargano, Hernandez, Lugano, Perez. Ct: Tabarez.

ARBITRO: Antonio Marco Rodriguez Moreno (Messico).
NOTE: Presenti sugli spalti circa 40mila spettatori. Ammoniti: Balotelli, Rios, De Sciglio, Muslera. Espulso: 14'st Marchisio.


Andrea Sacchini