Serie B. Il Pescara è ancora senza allenatore: stretta finale per Giampaolo

Ieri incontro di oltre 2 ore tra le parti. L'outsider è Baroni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1424

Serie B. Il Pescara è ancora senza allenatore: stretta finale per Giampaolo




PESCARA. A pochi giorni dall'inizio del ritiro estivo (fissato per i primi di luglio, ndr) il Pescara non ha ancora scelto il proprio allenatore. Ieri importante vertice societario tra il patron Sebastiani, l'Ad Iannascoli, Pavone e Repetto che hanno incontrato e sondato le intenzioni di Marco Giampaolo dopo ben 2 ore di colloquio. L'ex mister tra le tante di Ascoli, Treviso, Cagliari e Brescia ha chiesto un contratto di durata annuale a circa 250mila euro netti con opzione di rinnovo entro la fine del 2014 a discrezione del Delfino.
Il tecnico giuliese resta il favorito numero uno nonostante la buona rimonta effettuata da Marco Baroni negli ultimi giorni. L'ex allenatore della Virtus Lanciano gode della simpatia e della stima di gran parte della dirigenza biancazzurra, che evidentemente nutre ancora qualche dubbio su Giampaolo (altrimenti non si spiegherebbero così tanti rinvii per l'ufficializzazione dello stesso, ndr), in cima alle preferenze del duo Repetto-Pavone. Più staccati Pillon e Nicola, che deve ancora risolvere il proprio vincolo contrattuale col Livorno. Virtualmente nulle invece le chance di Pasquale Marino anche se legato ai colori biancazzurri fino al giugno 2015 dopo l'esonero del febbraio scorso. Entro domenica massimo la decisione ultima del presidente Sebastiani che fino ad allora ascolterà tutti i papabili pretendenti.
Risolte tutte le comproprietà in essere, per il duo Pavone-Repetto è arrivato il tempo di operare i giusti correttivi all'attuale rosa. La priorità però è quella di sfoltire l'organico ed abbattere il monte ingaggi. I casi più spinosi riguardano Bianchi Arce, Vukusic, Bjarnason, Mascara, Sforzini e Cutolo. Hanno tutti stipendi ampiamente fuori dalla portata delle casse biancazzurre ma al momento solo Cutolo sembrerebbe avere mercato in B. Un bel problema per una squadra che per forza di cose dovrà compiere una vera e propria rivoluzione dopo il fallimento tecnico della passata stagione.
Andrea Sacchini