BRASILE 2014

Mondiali 2014. Prandelli coccola Verratti: «la sostituzione? Non è stata una bocciatura...»

Gli azzurri atterreranno alle 12 italiane a Rio De Janeiro poi primo allenamento

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1474

Mondiali 2014. Prandelli coccola Verratti: «la sostituzione? Non è stata una bocciatura...»




RIO DE JANEIRO. È partito a mezzanotte il charter con a bordo la Nazionale di Cesare Prandelli, che atterrerà a Rio de Janeiro questa mattina alle 7,00 ora locale (le 12,00 in Italia, ndr). Oggi alle 20 ora italiana gli Azzurri sosterranno il primo allenamento sul campo del Portobello Resort, l’hotel che ospita il ritiro. Sabato 7 giugno è in programma una doppia seduta di allenamento, mentre domenica 8 la Nazionale affronterà il test con la Fluminense a Volta Redonda (calcio d’inizio alle 17,30 ora locale, le 22,30 italiane, ndr). È fissata per la mattinata di venerdì 13 giugno la partenza per Manaus, dove sabato 14 la Nazionale farà il suo esordio nel Mondiale con l’Inghilterra.
Prima della partenza per il Brasile il ct Cesare Prandelli ha fatto il punto della situazione in casa azzurri, con l'inevitabile riferimento al deludente 1-1 di Perugia con il Lussemburgo: “Il collaudo non è fallito – dice riferendosi alle novità presentate a centrocampo nella partita di stasera con il Lussemburgo – abbiamo cercato a tratti le soluzioni che avevamo provato, del resto era una prova che dovevamo fare. Sappiamo anche che non potevamo essere più brillanti, dopo il pesante lavoro dei giorni scorsi. Dobbiamo migliorare, ma partiamo sapendo che possiamo fare un grande Mondiale”.
La mancanza di Montolivo si avverte: ''è chiaro – prosegue il cittì - che uno che sta con noi da tanti anni ci manca, ma in questo momento dobbiamo valutare altro, come la posizione di Candreva, e ho visto delle cose interessanti. Balotelli meglio con Cassano? Mario ha avuto due palle gol anche nel primo tempo, con Cassano va bene perché davanti c'é qualità''.

E sul gol preso nei minuti finali, Prandelli dice “abbiamo sbagliato completamente le marcature sul calcio d' angolo ed é arrivata la rete del Lussemburgo. Se ho bocciato Verratti con quella sostituzione? No, assolutamente: Marco aveva giocato 90 minuti tre giorni fa e qui era giusto provare anche altri''.
Ma la delusione per la mancata vittoria si avverte tra gli Azzurri. “Questo pareggio – sostiene De Sciglio – fa venire il nervoso a tutti, soprattutto per il modo in cui è arrivato e perché il Lussemburgo non ci ha mai messo in difficoltà fino al momento del gol. Il modulo nuovo? Lo stiamo provando da una settimana, ci vuole un po’ di tempo”.
Delusione, ma anche la certezza che in Brasile le cose andranno diversamente. Tutti concordi nel sostenere che il 14 giugno all’esordio contro l’Inghilterra sarà un’altra Italia, a partire da Chiellini: “Dispiace – dichiara il difensore – perché volevano andare in Brasile con una vittoria e con più entusiasmo, ma allo stesso tempo sono convinto che dalla prossima partita, quando si farà sul serio, ricominceremo a fare bene. Del resto la storia dell’Italia è questa da decenni, non fa bene nelle amichevoli e nelle partite che contano ottiene quello che vuole. Questa sera abbiamo giocato 50-60 minuti buoni, poi ci siamo allungati ed è venuta meno la lucidità. Io starei tranquillo, tra dieci giorni ci faremo trovare pronti”.
Intanto resta al nono posto del Ranking FIFA la Nazionale di Cesare Prandelli, in una classifica che vede sempre in testa la Spagna davanti a Germania e Brasile, con i Verdeoro che scavalcano il Portogallo. In quinta e sesta posizione Argentina e Svizzera, che guadagnano due posizioni e precedono Uruguay e Colombia. A completare la top ten alle spalle dell’Italia è l’Inghilterra, avversaria degli Azzurri il prossimo 14 giugno a Manaus nella gara d’esordio della Coppa del Mondo.