Iron-Man. Sudore, fatica e vittorie. Conclusa la 2 giorni di gare a Pescara tra pioggia e vento

Successo straordinario del sudafricano Stuart Marais

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1897

Iron-Man. Sudore, fatica e vittorie. Conclusa la 2 giorni di gare a Pescara tra pioggia e vento





PESCARA. Giornata intensa quella del lungomare pescarese, sferzato da un forte maestrale, che ha reso la vita di atleti, organizzatori e volontari particolarmente dura. Ma in condizioni difficili, si sa, le performance diventano straordinarie.
Straordinarie, infatti, sono state le performance degli atleti, che hanno affrontato un mare particolarmente inospitale, nuotando per metà della frazione controcorrente, ingoiando tanta acqua, ma andando avanti con coraggio e determinazione.
Dopo essere usciti compatti dall'acqua, si sono avviati verso il percorso bike. È lì che il sudafricano Stuart Marais ha dato avvio alla sua formidabile rimonta, raggiungendo il terzo posto e conquistando, poi, il gradino più alto del podio con uno straordinario 03:48:49.
Dietro di lui, Victor Del Corral, che ha guadagnato ben tre posizioni nel percorso run, concludendo la gara al secondo posto in 03:49:53. Medaglia di bronzo al giovanissimo Moreno Molins, che ha scontato durante la sessione podistica - sua specialità - le troppe energie spese nel percorso bike.
Tra le donne non c'è stata storia. La danese Pedersen, da poco ristabilitasi da un bruttissimo incidente in bike (che l'ha costretta anche sulla sedia a rotelle), mantiene la leadership in ogni frazione, concludendo con 10 minuti di distacco dalle altre (04:19:04). Seconda arrivata Martina Dogana, beniamina della città, che porta a casa la medaglia d'argento con un buon 04:29:33. Terza arrivata Emma Bilham con 04:31:54.
Straordinarie anche le performance degli organizzatori, capaci di gestire un meteo particolarmente avverso (due giorni di pioggia e uno di vento forte) e di prendere decisioni come quella della riduzione della frazione nuoto da 1.9 a 1 km, condivisa da tutti gli atleti.
Straordinarie, infine, le performance dei volontari e della città tutta, che oggi ha dimostrato ancora una volta di essere un'autentica IRONCITY, pronta a raggiungere nuovi e più importanti traguardi, come - per esempio - un IRONMAN full distance.