RUGBY

Sabato L'Aquila in campo col Piacenza per conquistare il ritorno in Eccellenza

Si gioca sul neutro di Parma sabato alle ore 16,30. Tanti tifosi al seguito

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2714

Sabato L'Aquila in campo col Piacenza per conquistare il ritorno in Eccellenza




L'AQUILA. È stata presentata ieri mattina, allo stadio Tommaso Fattori, la finale del campionato nazionale di serie A che vedrà L’Aquila Rugby 1936 sfidare la formazione emiliana del Lyons Rugby Piacenza: fischio d’inizio alle 16.30 di sabato 31 maggio allo stadio “XXV Aprile” di Parma.
Un appuntamento importante – in palio il titolo italiano di categoria e la promozione nell’Eccellenza 2014/15 – al termine di una stagione regolare che i neroverdi hanno vissuto da protagonisti e chiuso al primo posto, come spiega il direttore generale del club aquilano Luigi Fabiani:
“Abbiamo conquistato il posto in finale grazie ad una grande stagione regolare, nella quale la squadra è rimasta praticamente imbattuta (unico incidente di percorso la sconfitta di misura – 35 a 37 – in casa dell’Accademia Fir ) e capolista, nonostante i problemi ormai noti che il club sta attraversando: è stata dura arrivare alla fine della stagione, ma grazie a questi ragazzi ci siamo arrivati con la migliore posizione in classifica. Confido in questo gruppo e il livello di tensione che si avverte mi fa ben sperare che l’approccio alla finale sarà quello giusto. Sappiamo bene che nelle partite secche tutto può accadere, ma, conosco il valore della squadra e questo mi fa essere ottimista”.
Una squadra giovane, con tanti aquilani ed ottime qualità, come ha sottolineato il direttore sportivo Mauro Zaffiri: “Ringrazio i giocatori per la determinazione che hanno avuto e grazie alla quale hanno raggiunto l’obiettivo della finale, nonostante i problemi oggettivi incontrati. Credo che lo staff tecnico abbia fatto un ottimo lavoro riuscendo ad indirizzare il cammino di questo gruppo che nel corso della stagione non solo è cresciuto, ma è diventato una squadra in cui giocatori aquilani, italiani e stranieri vivono ormai in simbiosi. Questo aspetto, a mio parere molto importante, mi fa dire che al di là del risultato della finale di sabato abbiamo già messo a segno una vittoria determinante, riuscendo a dimostrare che il rugby a L’Aquila non è morto e non dove morire. Mi auguro di vedere, quindi, tanti Aquilani a Parma a sostenere questi ragazzi” – ha concluso il ds neroverde.
Al “XXV Aprile” i neroverdi sfideranno il Lyons Rugby Piacenza, la formazione emiliana che ha conquistato la finale dopo il doppio confronto con i liguri del Pro Recco Rugby: “Si tratta di una squadra insidiosa che gioca un rugby completo grazie ad un buon pacchetto di mischia e a forti tre quarti trascinati dall’apertura francese Barraud (top scorer del campionato). Ci aspetta, quindi, una grande prova finale, sarà una dura partita” – ha dichiarato il tecnico Nanni Raineri.
Presente in conferenza stampa anche il capitano neroverde e preparatore atletico Maurizio Zaffiri, sue le conclusioni e l’invito alla città: “Questa mattina è stato già sottolineato il valore dei giocatori della rosa, voglio solo aggiungere che al di là della provenienza geografica, il cuore del gruppo è neroverde al 100%. Credo che proprio questa unione e l’attaccamento ai nostri colori, ci abbia permesso di raggiungere gli obiettivi ottenuti quest’anno, nonostante le difficoltà che, purtroppo, ci hanno accompagnato. Sabato ci aspetta l’esame più importante della stagione e, sicuramente, una delle partite più importanti delle nostre carriere. Sono certo che carattere e cuore non mancheranno per affrontare un avversario insidioso e di valore come il Lyons Rugby Piacenza, ci auguriamo di poterlo fronteggiare con il sostengo di tanti tifosi neroverdi presenti sulle tribune del XXV Aprile di Parma”.