SERIE B

La Virtus Lanciano non muore mai. Con lo Spezia il 2-2 arriva ancora nel recupero

L'uomo del destino questa volta è Gatto. Play-off: in un minuto tutto di nuovo possibile

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1407

La Virtus Lanciano non muore mai. Con lo Spezia il 2-2 arriva ancora nel recupero




LANCIANO. La solita Virtus Lanciano mai doma e tutto cuore strappa in rimonta a tempo quasi scaduto il 2-2 al Biondi allo Spezia e resta ancorata in zona play-off.
Primo tempo senza reti poi lo show nei secondi 45 di gioco. Si inizia col vantaggio degli ospiti al 18esimo con Carrozza, pareggiato al 27esimo da Paghera. Nuovo vantaggio dello Spezia 2 minuti dopo con Lisuzzo, poi Gatto al quarto minuto di recupero ha fissato il punteggio sul 2-2.
Quando tutto sembrava finito dunque, con i play-off lontanissimi in caso di sconfitta, i rossoneri hanno trovato la forza per cercare e trovare l'ennesima rimonta (la quarta consecutiva, ndr) che ha permesso all'undici di Baroni di restare tra le prime 8 della classe.
L'avvio di gara è tutto degli ospiti. Al quinto Sammarco sugli sviluppi di un corner calcia alto. Quattro minuti dopo è Culina ancora su corner a sfiorare il vantaggio per lo Spezia. Al 13esimo Culina da ghiotta posizione colpisce in pieno il palo.
Risposta dei frentani al 27esimo con Piccolo, che dal limite sfiora il bersaglio grosso.
Al 31esimo protagonista ancora una volta l'esterno d'attacco rossonero, il cui destro nel cuore dell'area di rigore costringe Leali agli straordinari.
Al 39esimo sugli sviluppi di un corner Buchel spara sul fondo. 

Nella ripresa chance interessanti da una parte e dall'altra prima dei fuochi d'artificio a partire dal minuto 19 col il vantaggio dello Spezia. Dalla lunga distanza Carrozza cerca e trova il gol della domenica alle spalle di Sepe.
La reazione dei frentani è veemente ed al 27esimo Paghera fa 1-1. Cross col contagiri del solito Mammarella e guizzo vincente di Paghera.
Neanche il tempo di riordinare le idee per tentare la rimonta, che subito lo Spezia fa 2-1. Punizione di Bellomo, tocco di Appelt per Lisuzzo che in acrobazia insacca.
La Virtus però non è mai doma ed a tempo quasi scaduto realizza il 2-2 finale con Gatto, che a tu per tu con l'ex Leali insacca su preciso lancio di Paghera.
Dopo il triplice fischio attimi di tensione in campo, poi tutto torna alla normalità ed i frentani possono gioire per l'ennesimo punto d'oro in ottica play-off. Nel prossimo turno la B torna a giocare dio domenica e per i rossoneri è prevista la difficilissima trasferta in casa del Carpi, per l'ennesimo scontro play-off di questo finale di campionato.

TABELLINO
VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Sepe; De Col, Ferrario (31'st Comi), Amenta, Mammarella; Casarini, Buchel, Di Cecco (20'st Paghera); Thiam, Falcinelli, Piccolo (24'st Gatto). A disposizione: Branescu, Aquilanti, Ragatzu, Vastola, Nunzella, Ficagna. Allenatore: Baroni.
SPEZIA (4-4-2): Leali; Madonna, Lisuzzo, Magnusson, Migliore; Schiattarella (40'st Seymour), Appelt, Sammarco, Culina (22'pt Carrozza); Bellomo (33'st Scozzarella), Ferrari. A disposizione: Valentini, Ashong, Ebagua, Catellani, Orsic, Gentsoglou. Allenatore: Mangia.
ARBITRO: Diego Roca della sezione di Foggia. Guardalinee: Tegoni e Valeriani.
NOTE: Presenti sugli spalti 3mila spettatori con rappresentanza ospite. Ammoniti: Buchel, Schiattarella, Di Cecco, Lisuzzo, Amenta, Falcinelli.

Andrea Sacchini