Basket Serie C. Il derby sorride ancora al Pescara. Chieti ko 75-64 e sotto 2-0 nella serie

Pescaresi ad un passo dalla promozione in Divisione Nazionale C

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1522

Basket Serie C. Il derby sorride ancora al Pescara. Chieti ko 75-64 e sotto 2-0 nella serie




CHIETI. Prova di forza della Pescara Basket, che sul difficile parquet di Piana Vincolato si impone per 64-75 sul Magic Chieti portandosi sul 2-0 nella serie e avvicinando ulteriormente la promozione in DNC (distante ora una sola vittoria).
Di fronte ad un pubblico caldo e numeroso da ambo le parti, coach Tracanna parte con lo stesso quintetto di gara1: Morè in cabina di regia, De Luca-Lestini esterni e Stilla a battagliare sotto le plance assieme a capitan Cantatore. Il Magic risponde con Italiano, Di Falco, Lagioia, Sprecacenere ed il rientrante Di Biase. L'avvio di gara è equilibrato, con Di Falco e soprattutto Lagioia che rispondono alle iniziative di Morè e Lestini sull'11-11 di metà primo quarto. La pressione difensiva dei biancoverdi aumenta, e un paio di recuperi propiziano il parziale di 10-2 con cui si chiude la prima frazione: Italiano e Di Falco conducono gli uomini di coach Tempera al +8 (21-13) della prima sirena.
Anche in avvio del secondo parziale prosegue il digiuno offensivo dei biancazzurri, nonostante Cantatore garantisca tanti secondi possessi ai suoi battagliando sotto canestro: ne approfitta Mariani, che con un gioco da 3 punti porta Chieti avanti in doppia cifra. Stilla rompe finalmente il digiuno pescarese, ma Italiano gli risponde immediatamente per il nuovo +11 che scalda il pubblico teatino. Ritrovando un po' di fiducia in difesa gli ospiti crescono anche in attacco: prima un canestro di Lestini dal post basso, poi una tripla di De Luca riporta Pescara a -6. Di Falco replica con un altro siluro dai 6.75, e dopo il successivo canestro di Adonide gli attacchi si annullano per due lunghi minuti, con il punteggio che resta fisso sul 29-22. Dopo il primo time-out della gara, gli uomini di coach Tracanna sono bravi a ricucire il gap procurandosi viaggi in lunetta con Di Giorgio prima e Stilla poi, e con una tripla di Febo il punteggio è sostanzialmente riequilibrato sul 29-28. Tre punti di Stilla regalano addirittura il sorpasso agli ospiti, ma all'intervallo lungo la situazione vede entrambe le squadre a quota 32.


Arrembante l'avvio di Pescara nel terzo quarto: in due minuti De Luca e Morè firmano un 6-0 che prova a lanciare gli ospiti. Il Magic non ci sta e reagisce con Sprecacenere ed un bell'arresto e tiro di Italiano, ed in una fase in cui entrambi gli attacchi trovano maggiore fluidità Pescara è brava a restare avanti grazie ai tagli di Morè e alla solidità di Stilla (dall'altra parte ispirato Di Biase). Febo firma il +7 con un tap-in quasi pallavolistico, Italiano risponde con un 2/2 dalla lunetta e soprattutto provocando il quarto fallo di Morè, uno dei migliori in casa biancazzurra nel terzo quarto. Proprio negli ultimi minuti del terzo periodo, però, Pescara piazza il parziale decisivo: merito soprattutto della clamorosa vena balistica di Febo e Lestini, che con quattro triple consecutive dilatano lo scarto sul 46-59 del trentesimo minuto.
Nell'ultimo periodo Chieti prova subito a rifarsi sotto: Italiano e Di Biase tengono vivi i teatini, ma l'ennesima bomba di uno scatenato Febo ed un canestro di De Luca portano i biancazzurri a +15. Gli ospiti salgono di tono anche nella metà campo difensiva, e chiaramente il cronometro che scorre inizia a diventare un alleato importante per Stilla e compagni: il Magic ritrova la via del canestro con Febbo e Lagioia (dopo due rimbalzi offensivi), ma un appoggio di Cantatore ridà la doppia cifra di margine a Pescara con poco più di 3 minuti da giocare. Il pressing difensivo dei padroni di casa crea qualche grattacapo nel finale, con Mariani che nella metà campo offensiva ridà il -8 ai suoi, ma è l'ultimo sussulto biancoverde: un gioco da 3 punti di Stilla chiude definitivamente i conti, e il match si chiude con il punteggio di 64-75.
Vittoria importante per gli ospiti (privi dell'influenzato Di Flavio), bravi a restare concentrati dopo l'ottimo inizio di Chieti e a dare la sterzata decisiva nel terzo quarto con una grandinata dalla lunga distanza. Menzione speciale per i tanti tifosi accorsi a Piana Vincolato, che hanno sostenuto incessantemente e con grande calore i propri beniamini. L'obiettivo DNC si fa a questo punto sempre più vicino per gli uomini di coach Tracanna, ma per conquistare l'accesso in Finale (e la conseguente promozione) manca ancora una vittoria: l'auspicio è quello di chiudere i conti domenica sera in gara-3 (palla a due alle 20:00, al PalaElettra), e festeggiare di fronte al pubblico amico.

MAGIC CHIETI-PESCARA BASKET 64-75 (21-13; 32-32; 46-59)
CHIETI: Nepa ne, Di Falco 17, Gentile, Di Biase 13, Italiano 15, Sprecacenere 4, Mariani 2, Diodati ne, Febbo 2, Milillo, Ponziani ne, Lagioia 11. Coach: Tempera.
PESCARA: Cantatore 4, Morè 8, Febo 20, De Luca 12, Piscione, Venturoli ne, Di Giorgio 1, Stilla 17, Adonide 2, Lestini 11. Coach: Tracanna.