Football A. Special Team da record per i Crabs Pescara. E il 25 ci sono gli Etruschi Livorno

Macinando record su record i Crabs Pescara aspettano l'impegno di maggio in wild card

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1890

Football A. Special Team da record per i Crabs Pescara. E il 25 ci sono gli Etruschi Livorno




PESCARA. Conclusa la Regular Season al secondo posto del Gruppo D dietro agli imbattuti Jokers Pesaro, i Pescara Crabs si giocheranno l'accesso ai play off il 25 maggio contro gli Etruschi Livorno, squadra che si è guadagnata l'accesso alla wild card grazie al terzo posto ottenuto nel Gruppo E. La stagione dei pescaresi invece li ha fatti figurare come una delle migliori seconde del campionato (dodicesimo posto assoluto nel ranking), posizione che vale la possibilità di giocare la sfida in casa, al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo. È il momento della verità per i biancorossoblù, l'occasione di testare le proprie possibilità e, dopo le belle cose fatte vedere nel girone, guadagnarsi un posto tra le pretendenti al titolo nazionale.
Analizzando le statistiche della Fidaf, la federazione del football americano, sono già grandi i traguardi raggiunti in questo campionato dal nuovo corso dei Crabs. Il club pescarese, imbottito di debuttanti e giovanissimi, alla chiusura della stagione regolare, 6 le partite disputate, può vantarsi di avere la più efficace squadra di ritornatori di tutta la III Divisione, composta da 39 team. Il kick off return, cioè la squadra che riceve la palla dalla rimessa in gioco degli avversari, è quella che ha realizzato più touchdown, 2 con Muciaccia e 1 con Baldonero, ed è anche quella ad aver corso più yards, ben 581. In termini percentuali, solo i Chiefs Ravenna hanno uno score leggermente migliore, avendo avuto meno occasioni, ma sono andati oltre la goal line una sola volta, e hanno corso meno della metà delle yards. Agganciato a questo primato, ce n'è anche uno individuale, firmato da Fabio Muciaccia, con 2 TD nel kick off return e primo in classifica ex equo con il ternano Almeida. Non male per un debuttante nel ruolo. È giusto precisare che in uno dei gironi la squadra di Napoli si è ritirata e quindi alcune partire non sono state disputate e che in altri gironi, con più partecipanti, deve essere disputato l'ultimo turno.

RECORD SU RECORD PER GLI SPECIAL TEAM DI MARCO CAMPLONE
Gli Special Team guidati da Marco Camplone, sono primi, e sempre con Muciaccia, nella classifica del punt return, avendo realizzato un touchdown. Record, questo, condiviso con altre 8 squadre. Come se non bastasse, i ragazzi avvicendatisi nel kick off return si sono accaparrati i primi due posti assoluti nella classifica dei ritorni più lunghi in TD: rispettivamente con 58,7 yards (contro i Goblins) e 48,5 (contro i Leones). Nota di merito anche per Giordani, autore di 13 trasformazioni addizionali e spesso in percentuale piena. I pescaresi dell'head coach Santuccione hanno colto soddisfazioni anche con il gioco d'attacco, curato dagli allenatori Vannozzi, Di Sante ed Esposito: il quarterback debuttante Matteo Camplone, chiamato dall'infortunio di Kirylo a guidare full time la squadra, ha portato a casa la seconda piazza nella classifica dei lanci più lunghi completati. E c'è mancato un soffio che arrivasse primo, perché con 74 yards si è classificato un filino dietro a Buchi dei Red Jackets, il cui miglior lancio è stato giusto di una yard più lungo. La statistica, curata da De Lucia, chiama in causa anche Morra, che ha ricevuto il missile scagliato da Matteo Camplone durante il derby con i Leones e lo ha trasformato in un touchdown. I Crabs, secondi nel proprio girone e in attesa di disputare i play off, hanno realizzato 177 punti e il marcatore principe è stato Zenobio, autore di 5 touchdown. Fin qui l'attacco, ma anche la difesa, pur con qualche sofferenza, si è tolta delle soddisfazioni. Tanto per cominciare, complice la scarsa attitudine al gioco aereo delle altre squadre, è quella che in assoluto ha subito meno yards su lancio, solo 19. Da citare i 3 intercetti di Taccone, i 2 di Conti e le prodezze di Pelaccia e Buglione. Il primo, tra l'altro, ha firmato un safety. Il secondo, addirittura, ha sradicato la palla dalle mani di un avversario ed è andato in touchdown. I 7 intercetti valgono il nono posto assoluto nella graduatoria. I migliori sono i Pirates con 15 intercetti. Il tutto per la grande soddisfazione degli allenatori Lanaro, Ballone e Iezzi, nonché del presidente Mancini. I Crabs si sono distinti anche per la correttezza in campo, essendo secondi nella classifica delle yards di penalità subite per gioco falloso. Solo i Leones di Poggiofiorito, a cui vanno i complimenti, hanno fatto meglio. A livello di statistiche di squadra, la parte del leone la recita Sall, detentore dei record di yards corse in una partita, ben 115 contro i Leones, e di quello della corsa più lunga, 57 yards sempre contro i Leones. In attacco spicca Nicola Marinucci, che ha collezionato 86 yards su ricezione contro i Jokers. E proprio a quest'ultima squadra è legato anche il nome di Buglione, autore di 10 placcaggi. D'alleva e De Luca, invece, hanno placcato una volta a testa i quarterback avversari, con prodezze tecniche che si chiamano sacks. L'almanacco delle statistiche dà dunque grande carica ai ragazzi dell'head coach Walter Santuccione, che possono allenarsi da qui fino al 25 maggio con la consapevolezza di avere tutte le carte in regola per battere i livornesi. Come se ciò non bastasse, c'è un ulteriore dato ad alimentare la sete di vittoria dei Crabs: ad attendere la vincitrice della sfida ci sono nientemeno che i Jokers, arcirivali dei pescaresi che, dopo le due sconfitte subite nella stagione regolare, non vedono l'ora di potersi prendere una grande rivincita.