SERIE B

La Virtus Lanciano ha lo spirito di un Leone. In 10 acciuffa il Trapani sul 2-2!

Piccolo-Turchi rispondono a Mancosu e Basso. Quanti errori ma che carattere!

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1398

La Virtus Lanciano ha lo spirito di un Leone. In 10 acciuffa il Trapani sul 2-2!




LANCIANO. La Virtus Lanciano è indomabile e dopo essere stata sotto di 2 reti in inferiorità numerica, strappa in rimonta al Biondi il 2-2 al Trapani. Nel primo tempo il vantaggio di Mancosu al 22esimo, bissato nella ripresa al minuto 23 da Basso. Al 29esimo il gol che ha dato speranza ai padroni di casa di Piccolo prima del punto del definitivo 2-2 di Turchi.
Primo tempo sotto le aspettative per l'undici di Baroni, poco aggressivo sui portatori di palla e condannato dall'incredibile errore di Aquilanti. Decisamente meglio il Trapani, che al di là del vantaggio ha saputo far circolare meglio la sfera creando in più occasioni i presupposti del gol. Poi col passare dei minuti è venuto fuori un Lanciano generoso che ha anche sfiorato il punto dell'1-1.
Nella ripresa ancora una volta fatali gli errori dei frentani in occasione del rosso (giusto, ndr) a Mammarella per doppio giallo e nel punto del momentaneo 2-0 di Basso. In inferiorità numerica e sotto di 2 gol i rossoneri non si sono dati per vinti e dopo il 2-1 di Piccolo hanno saputo mantenere i nervi saldi fino a trovare il clamoroso 2-2 in rimonta col solito Turchi, sempre più uomo della provvidenza degli ultimi minuti.

LA PARTITA
Avvio ordinato da parte dei frentani, incapaci però dalla metà campo in su di creare seri grattacapi alla retroguardia ospite. Trapani più volitivo e decisamente superiore in fase di palleggio pur senza creare nessuna palla gol pulita.
Il Lanciano però quando si affaccia dalle parti di Nordi è in grado di poter far male come al 20esimo, quando un lancio in profondità per il velocissimo piccolo viene vanificato dalla pronta uscita dell'estremo difensore siciliano.
Nel momento migliore del Lanciano come un fulmine a ciel sereno ecco il vantaggio del Trapani. Sciocchezza incredibile di Aquilanti che tocca troppo debolmente di testa il pallone per Sepe. Tra i due si inserisce Mancosu che a porta sguarnita timbra il proprio 22esimo centro in campionato.
I frentani rischiano di capitolare 2 minuti più tardi con Basso, che ben servito da Mancosu a tu per tu con Sepe esalta i riflessi dell'estremo difensore frentano.
Al 35esimo ancora protagonista Mancosu, che dopo un buon controllo dal limite non inquadra lo specchio della porta.
Col passare dei minuti torna a rendersi pericoloso il Lanciano con un bel destro di Casarini da distanza siderale che impegna severamente Nordi in 2 tempi.
Prima del duplice fischio incredibile chance dilapidata dai padroni di casa. Sugli sviluppi del solito corner di Mammarella, inserimento di Ferrario che da 2 passi alza incredibilmente la mira di un pallone che doveva essere soltanto buttato dentro.
Nella ripresa aumenta la pressione dei padroni di casa ma il primo pericolo è portato al minuto 9 dal solito Mancosu, che di testa conclude tra le braccia di Sepe.
Al 16esimo l'ennesimo errore individuale del Lanciano, questa volta di Amenta, costringe Mammarella al fallo sul lanciatissimo Mancosu: secondo giallo e frentani in inferiorità numerica per l'ultima mezz'ora di gioco più recupero.
Al 19esimo occasione monumentale per il Trapani. Show di Ciaramitaro poi pallone in profondità per Mancosu che viene anticipato dall'uscita di Sepe. Sul proseguo dell'azione ancora una volta strepitoso l'estremo difensore rossonero nel negare la gioia del gol a Gambino a colpo sicuro. Un minuto dopo ancora siciliani protagonisti sull'asse Mancosu-Gambino con conclusione di poco imprecisa di quest'ultimo ancora una volta a porta spalancata.
La seconda capitolazione del Lanciano però è soltanto questione di minuti. Al 23esimo Mancosu da posizione decentrata colpisce il palo. Sfera che termina sui piedi di Gambino che in maniera intelligente serve all'indietro l'accorrente Basso che insacca il 2-0.
Il Lanciano però è caparbio ed al 29esimo dopo un'azione strepitosa di Thiam, favoloso il suo impatto al match, trova con la zampata vincente nel cuore dell'area di Piccolo il punto del 2-1.
Caratteristica della Virtus di quest'anno è l'essere indomabile ed al minuto 42 il solito Turchi entra e segna il 2-2 finalizzando di piatto al meglio sul palo opposto l'ennesimo affondo devastante di Thiam. Succede poco o nulla nel finale con le 2 squadre che si accontentano del pari.
Con questo punto il Lanciano sale a quota 55 punti in classifica mantenendo a distanza di sicurezza proprio il Trapani.
Sabato prima di 2 trasferte consecutive da brivido per la Virtus, che sarà di scena a Palermo (promosso matematicamente in Serie A dopo il successo per 1-0 ottenuto a Novara, ndr).

TABELLINO
VIRTUS LANCIANO (3-5-2): Sepe; Aquilanti (12'st Thiam), Troest (10'pt Ferrario), Amenta; De Col, Casarini, Paghera, Buchel, Mammarella; Piccolo (39'st Turchi), Falcinelli. A disposizione: Branescu, Ficagna, Minotti, Vastola, Comi, Gatto. Allenatore: Baroni.
TRAPANI (4-4-2): Nordi; Priola, Pagliarulo, Terlizzi, Rizzato; Basso (40'st Garufo), Ciaramitaro, Feola, Nizzetto; Gambino (26'st Pirrone), Mancosu (36'st Abate). A disposizione: Marcone, Daì, Martinelli, Pacilli, Raimondi, Yaisien. Allenatore: Boscaglia.
ARBITRO: Federico La Penna della sezione di Roma 1. Guardalinee: Liberti-Bolano.
NOTE: Presenti sugli spalti circa 3.500 spettatori con rappresentanza ospite. Ammoniti: Ciaramitaro, Buchel, Mammarella, Thiam, Turchi. Espulso: 16'st Mammarella.
Andrea Sacchini