RUGBY

La Gran Sasso supera 30-20 l'Amatori Capoterra e conquista la salvezza matematica

Stagione positiva per il sodalizio abruzzese al primo anno di Serie A

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2672

La Gran Sasso supera 30-20 l'Amatori Capoterra e conquista la salvezza matematica

(Foto:Spimpolo)




CAPOTERRA. Bella vittoria in terra sarda per la Gran Sasso Rugby, che batte 30 a 20 l'Amatori Capoterra conquistando anche il bonus. La società della presidente Micheli raggiunge la salvezza matematica con una giornata di anticipo, nel primo anno della sua storia in Serie A.
Parte forte il Capoterra – scesa in campo determinata a uscire dalla zona play out – che va in meta dopo appena due minuti con Baire. Anversa trasforma e i sardi si portano subito sul 7 a 0. Al 7' accorcia le distanze Andrea Banelli, che piazza un calcio in mezzo ai pali. Al quarto d'ora inizia a emergere il carattere della Gran Sasso, che segna la prima delle quattro mete con il tallonatore Mauro Mannucci che, infortunato, sarà sostituito da Stefano Iezzi alla fine del primo tempo. Dopo il botta e risposta al piede tra Anversa e Banelli, il primo tempo si chiude con la meta del giovane pescarese Marco Mistichelli. Si va negli spogliatoi sul 10 a 18, con la Gran Sasso con un uomo in meno, a causa del giallo a Santavenere.
Nella ripresa la Gran Sasso è più incisiva, soprattutto nel gioco a largo. Al 9' terza meta per gli abruzzesi con Alessio Guardiano. Il laziale ex Avezzano si ripete un quarto d'ora più tardi, firmando la meta del bonus per la Gran Sasso e il parziale di 10 a 30. Nel finale i ragazzi di Rotilio scendono leggermente di ritmo, incassando due mete, ma per gli isolani è troppo tardi. La gara termina 20 a 30 (0-5).
“Abbiamo fatto una grande partita – commenta a caldo il dg Pierfrancesco Anibaldi – giocavamo su un campo molto difficile. Loro erano motivatissimi e, forse, con l'ansia del risultato hanno fatto qualche errore di troppo. Noi siamo stati concentrati e determinati, una grande prova di orgoglio dopo la sconfitta con Genova”.
“Gran bella gara per noi – evidenzia a fine incontro coach Pierpaolo Rotilio – loro non ci hanno regalato niente ma noi abbiamo macinato alla grande. Nel primo tempo li abbiamo schiacciati nei loro ventidue, mentre nella ripresa abbiamo capito alcune loro criticità con i tre quarti, segnando due mete e dominandoli, prima di un leggero calo finale”.
“E' stata una partita molto importante – conclude Rotilio – perché ci dà la salvezza matematica e perché ci siamo ripresi il quinto posto della classifica, che meritiamo. Siamo tutti contenti per questo. Solo tre anni fa militavamo in Serie C, e invece oggi guardiamo verso l'alto, perché questo gruppo non può far altro che migliorare”.
Domenica prossima, nell'ultima gara di campionato a Villa Sant'Angelo contro il Benevento, sarà grande festa per giocatori e tifosi, a conclusione della prima brillante stagione in Serie A.

AMATORI R. CAPOTERRA v GRAN SASSO RUGBY 20-30 (10-18)
Amatori R. Capoterra: Aru M; Pirastu; Baire G; Panetti A; Bousmina M (48’ Ambus G); Anversa M; Queirolo M; Busser L (40’ Fantuz).N; Pinna C (75’ Thioye); Sainas G; Coetze J.P; Peddio R; Poloni J.L; Singh P; Codo S. All.: Juan Manuel Queirolo
Gran Sasso Rugby: Pallotta D; Guardiano A; Giampietri D; Pelliccione A; Mistichelli M (65' Sebastiani); Banelli A (65’ Valdrappa); Brandizzi M; Pattuglia A; Santavenere A; De Rubeis T (42’ Anibaldi G); Mancini M; Vaggi E; Mandolini A; Mannucci M (38' Iezzi S); Guerriero D (56’ Ciancarella S). All.: Pierpaolo Rotilio
Arbitro: Bertelli (Brescia)
Marcatori. Primo tempo: 2’ mt Baire tr Anversa; 7’ cp Banelli; 15’ mt Mannucci; 27’ cp Banelli; 38’ cp Anversa; 40’ mt Mistichelli tr Banelli. Secondo tempo: 49’ mt Guardiano tr Banelli; 60’ mt Guardiano; 72’ mt Aru; 78’ mt Coetze.
Cartellini gialli: 37' Santavenere e 77' Vaggi (Gran Sasso); 46' Pinna (Amatori Capoterra)
Note. Giornata ventosa, cielo sereno. Spettatori: 800 ca. Man of the match: Alessio Guardiano. Parziale primo tempo: 10-18. Punti in classifica: 0-5. La Gran Sasso Rugby conquista la salvezza matematica nel girone B della Serie A.