SERIE B

La Virtus Lanciano sogna in grande. Varese ko 1-0 e play-off a portata di mano

Punizione gemma di Mammarella, poi Sepe chiude a chiave la porta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1836

La Virtus Lanciano sogna in grande. Varese ko 1-0 e play-off a portata di mano






VARESE. La Virtus Lanciano bissa il successo della settimana scorsa con l'Empoli ed esce indenne dalla trasferta di Varese vincendo 1-0. Match winner capitan Mammarella al minuto 16 del primo tempo, che ha permesso agli abruzzesi di allungare in zona play-off sulle dirette inseguitrici.
L'una assetata di punti salvezza, l'altra di punti salvezza, Lanciano e Varese hanno dato vita ad una gara equilibrata con buoni ritmi nonostante le prime temperature alte di stagione. Poche però, almeno in avvio, le occasioni da gol pulite con le difese molto attente nel non concedere spazi ed iniziativa agli attacchi avversari. Rossoneri che sono stati molto abili nel capitalizzare l'ennesimo colpo di classe di Mammarella, ancora una volta decisivo nel mantenere vivo il sogno play-off.
L'avvio dei padroni di casa è subito aggressivo nei confronti dei palleggiatori rossoneri, in crescente difficoltà nella gestione della sfera per innescare le 2 punte. Di vere e proprie occasioni da gol neanche l'ombra, con il Lanciano sì contratto ma molto ben organizzato e disposto in fase di non possesso. Compatto anche il Varese dietro e le uniche iniziative sfociano in conclusioni più o meno velleitarie dalla distanza.
Serve il colpo di classe per sbloccare un match stabile sui binari dell'equilibrio ed al 16esimo il solito Mammarella prende per mano i suoi e firma l'1-0. Traiettoria perfetta direttamente su calcio di punizione dal limite e palla nel sacco.
Passati in vantaggio i rossoneri hanno contenuto bene le sfuriate di un Varese generoso ma incapace di perforare il muro eretto da Amenta e compagni. Dove però non arriva la difesa frentana ci pensa Sepe, come al minuto 36 con lo splendido riflesso su girata precisa all'angolino dal limite dell'ex Pavoletti.
Non cambia per nulla nei primi minuti della ripresa il canovaccio del match, con il Varese tutto proteso in avanti ma incapace di costruire occasioni da gol pulite. Merito di un Lanciano compatto ed abile nel congelare almeno in apparenza il match.
Col passare dei minuti però la gara diventa un monologo del Varese, con i frentani incapaci di uscire palla al piede dalla propria metà campo. Al 13esimo spunto di Di Roberto che invita la conclusione da 2 passi di Pavoletti che ancora una volta esalta i riflessi di uno straordinario Sepe.
È il momento più difficile degli abruzzesi che appena 2 minuti dopo vanno nuovamente vicini alla capitolazione con un colpo di testa di Grillo all'altezza dell'area piccola che termina la propria corsa sul palo.
Resteranno le 2 occasioni migliori dei padroni di casa, che al di là di qualche azione in mischia non impensieriranno più il Lanciano.
Con questa vittoria i frentani sono saliti a 54 punti in classifica al quinto posto, con 2 punti di vantaggio sul gruppone delle inseguitrici.
Sabato prossimo al Biondi scontro play-off contro il Trapani, che ha facilmente regolato la già retrocessa Juve Stabia.

TABELLINO

VARESE (4-3-2-1): Bressan; Ely, Rea, Trevisan (21'st Zecchin); Fiamozzi, Corti, Barberis (32'st Tremolada), Grillo; Pavoletti, Di Roberto; Falcone (10'st Forte). A disposizione: Bastianoni, Ricci, Caetano Calil, Bjelanovic, Momentè, Laverone. Allenatore: Sottili.
VIRTUS LANCIANO (3-5-2): Sepe; Aquilanti, Troest, Amenta (22'st Ferrario); Germano, Di Cecco, Paghera (10'st Buchel), Casarini, Mammarella; Piccolo (38'st Vastola), Falcinelli. A disposizione: Branescu, De Col, Minotti, Turchi, Ragatzu, Thiam. Allenatore: Baroni.
ARBITRO: Diego Bruno della sezione di Torino. Guardalinee: Citro-Pentangelo.
NOTE: Presenti sugli spalti circa 2mila spettatori con sparuta rappresentanza ospite. Ammoniti: Amenta, Di Cecco, Mammarella.
 
Andrea Sacchini