Basket Serie C. Il Magic Chieti supera il Sulmona. Male il Bb Teramo. Salvo il San Salvo

Nei quarti play-off sfida Chieti-Teramo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1592

Basket Serie C. Il Magic Chieti supera il Sulmona. Male il Bb Teramo. Salvo il San Salvo




ABRUZZO. Un’ altra grande prova per i teatini che ora saranno impegnati nei playoff promozione. Nei quarti la “matricola terribile” se la vedrà con Teramo.
Non poteva che chiudersi con una vittoria (la ventunesima) la fase a orologio per i ragazzi guidati da coach Tempera che sugellano il terzo posto assoluto in campionato. Un risultato di prestigio, raggiunto alla prima apparizione nella serie C Regionale. Nel match con Sulmona da sottolineare le buone prove di Gentile, Milillo e del giovanissimo Ponziani. Ora i Playoff contro la forte Penta Teramo con il vantaggio però di giocarsi l’eventuale bella in casa.
La “matricola terribile” non vuole smettere di stupire.
Esce sconfitto invece il Basketball Teramo, nel concitato finale, dal Campobasso dopo una partita bellissima e giocata a ritmi elevati.
Per i teramani assenti Nolli, Nardi, Conti, Pallotta, Valento e Di Giandomenico, sostituiti dai giovanissimi Scarnecchia (classe ’98, già esordiente a Roseto) e Piersanti (’97), che giocano minuti importanti senza demeritare: per il Campobasso assente Altieri. La partita, ricca di colpi di scena, si decide nel finale: Petrone, a 10 secondi dalla fine, infila l’ennesima bomba che porta i suoi sul più 1 (87-86). Nel possesso seguente Di Francesco, raddoppiato sul pick and roll, trova Zansavio libero in angolo, ma il tiro del giovane teramano si spegne sul ferro.
Forse è stata la miglior partita dei biancorossi fuori dalle mura amiche: molto bene i giovanissimi Pirani (20 punti) e Di Eusanio (15) e il senior D’Uva (12).
Semplicemente mostruose le prestazioni di Petrone, per il Campobasso, e Di Francesco autori rispettivamente di 45 e 39 punti.
Finisce così il primo anno in serie C della società del Presidente Antonina Fidecaro con l’obiettivo della salvezza raggiunto con ampio anticipo. Una stagione chiusa al nono posto, con 20 punti, alla pari di Campobasso (ottava) ed a soli 6 punti dal sesto posto, l’ultimo valido per i play-off.
Un risultato che ha dell’incredibile se si pensa che la squadra biancorossa, l’unica con ben 10 esordienti tutti Under in questo campionato, ha giocato moltissime partite imbottita di ragazzini e con soli due senior a referto (D’Uva e Di Francesco) senza Nardi (fuori per problemi di salute e lavorativi per circa tre mesi), Conti (out da Gennaio per infortunio, stiramento ed immediata lussazione della spalla al rientro) e Nolli (spesso impegnato con i Roseto Sharks).
La Società coglie l’occasione per ringraziare tutti gli sponsor, i giocatori, lo staff ed i sostenitori per il sostegno e l’impegno dimostrato durante l’anno.

IL SAN SALVO PERDE A ROSETO MA CONQUISTA LA SALVEZZA
Seppur sconfitti sul parquet di Roseto degli Abruzzi gli Amici del Basket di San Salvo si salvano matematicamente e restano in serie C evitando la coda dei playout.
Il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, plaude all’impegno del tecnico Linda Ialacci, che in tre anni è riuscita a far ottenere due promozioni consecutive e una salvezza, alla rosa della squadra e al presidente della società Alberto Antenucci.
«Sono veramente orgogliosa della società degli Amici del Basket di San Salvo – ha dichiarato il sindaco – che seppur al debutto in questo campionato così elevato dal punto di vista tecnico, ha saputo ben figurare a tal punto da salvarsi nella stagione regolare. Un grazie particolare al presidente Antenucci che con grandi sacrifici ha garantito la partecipazione in serie C, al tecnico di provata esperienza come Linda Ialacci, alla squadra e agli sportivi tutti».