Rugby. La beffa per la Gran Sasso arriva solo nel finale: il Cus Genova vince 21-19

Decisivo un piazzato di Pescetto al 36esimo della ripresa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2964

Rugby. La beffa per la Gran Sasso arriva solo nel finale: il Cus Genova vince 21-19




L'AQUILA. Sconfitta interna a Villa Sant'Angelo per la Gran Sasso Rugby, nell'anticipo della XX giornata di Serie A (girone B). Dopo un primo tempo in netto vantaggio, gli abruzzesi cedono sul finale al Cus Genova per 19 a 21 (1-4).
La gara inizia subito in discesa per la Gran Sasso, che si porta dopo un minuto sul 5 a 0 con una meta di Valentino Feneziani, schierato oggi a estremo. I rossogrigi spingono forte, e piazzano due calci con Banelli, portandosi sull'11 a 0 dopo dieci minuti. Il Cus Genova si affaccia nei ventidue avversari solo poco prima della mezz'ora. I liguri avanzano in mischia aperta e marcano meta con Serpico (Pescetto trasforma). Il finale del primo tempo è ancora appannaggio dei padroni di casa, che realizzano una meta di mischia al 35' e piazzano un calcio con Banelli allo scadere. Si va negli spogliatoi sul 19 a 7.
Nella ripresa la Gran Sasso scende di ritmo e il Cus Genova trova coraggio. Al quarto d'ora il pilone Avignone schiaccia in meta e accorcia le distanze (19-12). Nell'ultimo quarto d'ora sono i tre calci di Pescetto a fare la differenza. L'ultimo, a quattro minuti dal termine, sancisce il sorpasso dei cussini, che vincono 19 a 21.
“Era una partita abbordabile – afferma dopo la gara coach Pierpaolo Rotilio – ma abbiamo avuto un calo di tensione tra primo e secondo tempo. Troppi i falli sul punto di incontro, che hanno ridato fiducia agli avversari. I cambi non sono stati all'altezza della situazione, non hanno fatto la differenza come al solito. Non abbiamo avuto la lucidità di adeguarci all'arbitraggio, che è cambiato molto tra primo e secondo tempo”.
Prima della gara è stato osservato un minuto di silenzio per la scomparsa di Concetta De Iacobis, madre del ds dell'Aquila Rugby Mauro Zaffiri e nonna del capitano dei neroverdi Maurizio. L’Asd Gran Sasso Rugby si stringe intorno alla famiglia Zaffiri. A Mauro, Antonella, Maurizio e Giulia le condoglianze della dirigenza, dello staff, dei giocatori e della società tutta.

Gran Sasso v Cus Genova 19 – 21 (19-7)
Gran Sasso Rugby: Feneziani (15' st Mancini R.), Anibaldi (15' st Cipriani), Giampietri, Pelliccione, Guardiano, Banelli (24' st Sebastiani), Brandizzi, Pattuglia (15' st Mistichelli), Parisse, De Rubeis, Mancini M., Vaggi (34' st Tremante), Mandolini (11' st Ciancarella S.), Mannucci (15' st Mannucci), Guerriero (7' st Sacco). All.: Pierpaolo Rotilio
Cus Genova: Salerno, Barani, Gregorio, Dapino, Serpico (30' st Bedocchi), Pescetto, Garaventa, Bertirotti, Maccari (26' st Casaleggio), Barry, Dell'Anno, Sotteri (16' st Imperiale), Pallaro, Riccobono (11' st Datti), Avignone. A disp.: Del Terra, Beatini, Cadeddu, Ciranni. All.: Stefano Bordon
Arbitro: De Martino (Napoli)
Marcatori. Primo tempo: 1' m Feneziani nt; 5' cp Banelli; 9' cp Banelli; 24' m Serpico t Pescetto; 35' m Mancini M. nt; 40' cp Banelli. Secondo tempo: 15' m Avignone nt; 24' cp Pescetto; 33' cp Pescetto; 36' cp Pescetto.
Calciatori. Gran Sasso: Banelli tr (0/2) cp (3/3); Cus Genova: Pescetto tr (1/2) cp (3/3)
Cartellini gialli: 24' st Vaggi (Gran Sasso) e Pallaro (Cus Genova); 31' st Cipriani (Gran Sasso)
Note. Giornata di sole, terreno in buone condizioni. Spettatori 400 circa. Parziale primo tempo: 19-7. Punti in classifica: 1-4.