BASKET

Il Roseto torna al successo 92-81 Matera. Proger Chieti sconfitta a Mantova

Domenica al PalaMaggetti arriva Firenze

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1127

Il Roseto torna al successo 92-81 Matera. Proger Chieti sconfitta a Mantova




ROSETO. Torna a vincere la Modus FM, che sbanca il PalaSassi di Matera con il risultato di 81-92. Autentico colpo di reni da parte di Stanic e compagni, che archiviano il brutto trend dell’ultimo mese e tornano a vincere dopo un mese autenticamente “storto”. Stanic e compagni, infatti, dopo 6 sconfitte nelle ultime 7 uscite, grazie al successo di oggi ottenuto in terra lucana si ripropongono nettamente in zona playoff, anche alla luce della sconfitta di Chieti maturata al PalaBam di Mantova (teatini agganciati a quota 26 punti, i quali domenica prossima dovranno osservare il turno di riposo, mentre Roseto se la vedrà con Firenze tra le mura amiche del PalaMaggetti). Ma il dato che forse più interessa (almeno in questo 28° turno) alla società biancazzurra, riguarda la conquista matematica della salvezza.
Nello stesso tempo, però, una vittoria simile, pescata in uno dei campi più ostici del campionato, abbinata ad una prestazione magistrale, non può far altro che rilanciare l’avventura degli Sharks in quel che resta della regular season. Da qui al 27 aprile 2014 (giorno in cui si chiuderà la stagione regolare), restano da giocare 80 minuti, con 4 punti in palio: la volontà dei biancazzurri è quella di lanciare un chiaro segnale a tutta la medio-alta classifica, provando a battere Firenze in casa ed espugnare il parquet di Ferrara.
Tornando al match del PalaSassi, decisiva la prova di squadra fornita dai rosetani, con tutti gli effettivi a segno (tranne Marini, non utilizzato da coach Trullo). Su tutti, brilla Alex Legion, per l’ennesima volta Mvp (most valutable player, migliore in campo) a fine gara, con 32 punti, 12 rimbalzi, 2 assist e 2 palle recuperate. Da annoverare c’è anche la splendida prova di Kevin Sowell, autenticamente rigenerato: il classe 81’ dell’Ohio, di fatti, saluta il parquet con 18 punti, 3 rimbalzi, 6 assist e 2 palle recuperate, autore, per’altro di una tripla fondamentale nel finale, valida per il +9 che ha poi spento le speranze di rimonta della Bawer. Bene anche Ricci, soprattutto nel secondo quarto, quando con 7 punti ha spinto la Modus FM verso il massimo vantaggio di 16. Apporto positivo anche da parte di Zaharie: per lui oggi 15 minuti in campo, con 9 punti (3 triple mortifere, segnate in momenti cruciali della trama) e 4 rimbalzi. Dall’altra parte, con un Iannuzzi out dopo pochi minuti (scelta tecnica di coach Benedetto), è il solo Rezzano a martellare la difesa adriatica, accompagnato ovviamente dalla coppia americana, Austin-Jones.
Alla palla a due, coach Tony Trullo schiera lo stesso quintetto dello scorso turno, con Stanic, Sowell e Legion esterni, Metreveli e Bisconti sotto le plance. Risponde coach Giovanni Benedetto con Cantone, Jones e Austin dietro l’arco, Rezzano e Iannuzzi nel pitturato. Il primo quarto è scoppiettante fin dalle prime battute, con Sowell e Legion in evidenza tra gli ospiti, Rezzano e Jones (quest’ultimo in dubbio fino a pochi minuti precedenti il match, per via di una non ottimale condizione fisica) dall’altra. Ma è un Sowell "rinato" a siglare il primo significativo allungo dei rosetani, i quali, malgrado 4 triple infilate dai lucani nei primi 10 minuti, scappano sul + 7 (16-23). Ovviamente, c’è anche Legion nell’elenco dei "mattatori": l’ex giocatore della Kentucky University archivia il primo quarto con 11 punti (4/7 dal campo), 6 rimbalzi, 1 assist e 1 palla recuperata (che, come già detto, non sarà ché l’antipasto di un banchetto prelibato, cotto a fuoco lento per 38 minuti e 11 secondi).
Nella seconda frazione Roseto prova a scappare, ma Austin tiene a bada gli abruzzesi, finche Trullo non estrae il coniglio bianco dalla panchina: Antonello Ricci, con 7 punti e 1 recupero miracoloso in 7 minuti, inaugura la fuga biancazzurra sul +16 (34-50). In avvio di ripresa, Matera esce dallo spogliatoio con lo spirito giusto, e, spinta da un Rezzano da 10 punti in 10 minuti, tenta di rientrare, approfittando anche del black out che si abbatte in casa Modus FM. Stanic e compagni, infatti, si addormentano in difesa e in attacco perdono lo smalto della frazione precedente: sarà un canestro di Sowell a sbloccare il punteggio rosetano dopo quasi 4 minuti di astinenza. Roseto è in difficoltà, e inizia a subire Matera fisicamente, oltre che psicologicamente. Insieme a Legion, comunque, è Zaharie a respingere l’offensiva materana, con 2 bombe che portano ossigeno e un buon margine di relax. Ma la Bawer ci crede: dopo Rezzano, è Austin a salire in cattedra, velenoso con 7 punti, utili ai lucani per rifarsi sotto sul 59-63 del 30’.
Negli ultimi e decisivi 10 minuti, entrambe le squadre sbagliano parecchio, con gli Sharks che riescono a condurre sempre intorno a un paio di possessi di vantaggio. In ogni caso, a pochi minuti dalla sirena finale, i ragazzi di Trullo perdono qualche palla di troppo, con i locali che, sul 64-67, falliscono il tiro del pareggio (Austin). Dopo aver realizzato di aver gettato alle ortiche una più che ghiotta opportunità, è come se Matera avesse inconsapevolmente scelto di mollare: negli ultimi 2 minuti Roseto manda il proprio avversario in angolo, per poi stenderlo con un colpo irresistibile, ovvero una schiacciata a “mulinello” di Sowell in transizione. Il sipario cala con i festeggiamenti a bordo campo di squadra e staff, entrambi consapevoli che quello visto al PalaSassi è il vero Roseto.
Prossimo turno, domenica 13 aprile 2014, quando Firenze farà visita alla Modus FM (PalaMaggetti, ore 18:00).

BAWER MATERA – MODUS FM ROSETO SHARKS: 81-92
Matera: Vico 6, Iannuzzi, Rezzano 17, Sacco ne, Maganza 14, Bolletta ne, Toscano, Jones 16, Cantone 3, Austin 25, All. Bendetto
Roseto: Sowell 18, Legion 32, Zaharie 9, Stanic 5, Leo 8, Genovese 3, Marini ne, Ricci 7, Bisconti 8, Metreveli 2, All. Trullo
Arbitri: Sergio Noce, Mauro Belfiore, Jacopo Pazzaglia
Note: Usciti per 5 falli: Cantone (Matera), Metreveli (Roseto). Parziali: 16-23, 34-50, 59-63. Matera: 29/70 al tiro, 19/48 da 2, 10/22 da 3, 13/18 ai liberi, 33 rimbalzi (13 off.), 16 assist, 12 palle perse, 3 palle recuperate. Roseto: 37/63 al tiro, 29/43 da 2, 8/20 da 3, 10/14 ai liberi, 29 rimbalzi (3 off.), 16 assist, 10 palle perse, 7 palle recuperate. Spettatori: 1200. Turno di DNA Silver: 28°.

DINAMICA MANTOVA - PROGER CHEITI 79-61 (19-18, 46-30, 64-44)
Dinamica Mantova: Vecchio, Leon Jefferson 10 (5/8), Lamma 3 (1/1, 0/1), Clemente 6 (3/4), Ranuzzi 7 (2/7, 1/3), Anthony Roman Nardi 21 (4/10, 4/5), Alibegovic 11 (1/2, 3/8), Pignatti 11 (4/7, 1/2), Allodi 2 (1/1), Losi 8 (1/1, 1/5). All.:Morea
Proger Chieti: Bini ne, Gialloreto, Comignani 3 (1/4 da tre), Raschi 7 (1/4, 1/1), Di Emidio 10 (4/8, 0/1), Passera 8 (4/8), Cardillo 4 (2/4), Deloach 8 (1/7, 2/3), Soloperto 14 (6/11), Shaw 7 (2/3, 1/2). All.:Bartocci.
Arbitri: Cappello, Percivalle, Biasini.
Tiri Liberi: Mn 5/6, Ch 6/11 – Rimbalzi: Mn 28 (6 off.), Ch 28 (7 off.) – Assist: Mn 19 (Losi 8), Ch 7 (Passera 4) - Perse-Recuperate: Mn 12-12, Ch 19-2. Spettatori 1000 circa.