Football Americano. I Crabs Pescara stravincono il derby coi Goblins Lanciano e volano

Domenica trasferta da brividi in casa dei forti Jokers Pesaro

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2389

Football Americano. I Crabs Pescara stravincono il derby coi Goblins Lanciano e volano




PESCARA. È andata ai CRABS Pescara la partita di football americano valevole per la week 6 del campionato di III Divisione gruppo D.
Al Poggio degli Ulivi, finisce 34 a 8 in una partita che, al di là del risultato, è stata intensa e combattuta fino all'ultimo drive.
Dopo le prime azioni di marca Goblis, che non trovavano il modo di avanzare grazie alla compatta difesa dei Crabs (da sottolineare il doppio placcaggio di D'Alleva 95 che contemporaneamente bloccava il RB e il QB avversari); i pescaresi mettevano i primi 7 punti sul tabellone, grazie ad una corsa esterna di Zenobio 28 e la successiva trasformazione di Giordani.
Gli ospiti, nonostante la doccia fredda, non si perdevano d'animo e segnavano un bel TD alla fine del primo quarto con una corsa del QB Marchesani 1, fallendo, però, il calcio del pareggio.
Il secondo quarto si apre ancora nel segno dei Crabs con il TD, sempre su corsa, di Pelaccia e la trasformazione successiva di Giordani. In questa frazione di gara i CRABS prendono il largo segnando altri due TD, con Zenobio e Sall ed il solito Giordani a completare l'opera. Da segnalare un TD annullato ai frentani per formazione illegale.
Al rientro in campo dopo l'intervallo, i ragazzi di Santuccione mettevano l'ultimo sigillo alla partita con Muciaccia, abile a riportare in end zone il kick off iniziale dei Goblins; purtroppo il successivo tentativo di trasformazione da due punti viene fallito da Camplone.
Con il risultato ormai al sicuro, il coaching staff pescarese sfruttava l’occasione per sperimentare nuovi schemi, mandando in campo anche molti rookie.
Prima del fischio finale i Goblins portavano ad 8 i loro punti grazie ad una safety arrivata su un punt sbagliato dai Crabs.
Come si diceva in precedenza, al di là del risultato rotondo, bisogna dare merito ai Goblins, arrivati a questo appuntamento con un roster falcidiato dagli infortuni, di aver disputato un match gagliardo e sempre ad alti ritmi, nonostante il doppio ruolo che ha impegnato quasi tutti i loro atleti.
I Crabs, dal canto loro, dovevano riscattare l'opaca prestazione in terra frentana, alla prima di campionato: ci sono riusciti disputando una partita ordinata e compatta in difesa, finalizzando al meglio il gioco di corse e sfruttando anche la maggior freschezza atletica dovuta ad un roster più ampio. Tra le fila pescaresi ottima la prova degli special team e dell'attacco, in difesa - oltre al già citato D'Alleva - note di merito per Giuseppe Diodati e per il rookie Michele Di Pietro che ha causato e ricoperto due fumble.
Piena soddisfazione per lo staff tecnico dei pescaresi, guidato dall’Head Coach Walter Santuccione; gli allenatori, però, sono già proiettati alla prossima partita, da giocare domenica prossima in casa della capolista Jokers Pesaro, che qualche settimana fa, usci vittoriosa dal Poggio degli Ulivi ponendo fine all’imbattibilità casalinga dei Crabs che, in regular season, durava da due anni. Proprio i Jokers hanno sconfitto la terza abruzzese, i Leones Poggiofiorito, tra le mura amiche con un perentorio 42 a 0.