SERIE B

A Padova il disastro è totale: la Virtus Lanciano affonda 5-1

Male l'approccio, peggio il resto: rossoneri irriconoscibili

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2948

A Padova il disastro è totale: la Virtus Lanciano affonda 5-1



LANCIANO. La Virtus Lanciano nel marasma più totale affonda 5-1 a Padova e vede ridimensionarsi di parecchio il suo ruolo in zona play-off. Nel primo tempo botta e risposta col vantaggio dei padroni di casa al 28esimo con Kelic ed il pareggio di Comi su rigore al minuto 41. Nella ripresa dilaga il Padova con una doppietta di Improta tra il 14esimo ed il 18esimo e le marcature di Vantaggiato e Rocchi rispettivamente al 39esimo e 48esimo.
Va tutto storto agli uomini di Marco Baroni, che sbagliano l'approccio e dopo aver riequilibrato l'incontro regalano il secondo tempo al Padova con una prestazione mediocre e priva di mordente e di carattere. Parecchie cose da registrare in settimana per i frentani, che hanno completamente sbagliato incontro al cospetto di una squadra sì all'ultima spiaggia per agganciare la zona play-out ma al contempo piena di problemi tecnici e non.
Inizio subito di marca veneta. Dopo un tentativo di Buchel facilmente parato da Mazzoni al quarto d'ora, al 22esimo direttamente su calcio di punizione Pasquato esalta i riflessi di Sepe in corner.
Un minuto dopo testa di Vantaggiato e palla fuori di un nulla. È il preludio del meritato vantaggio del Padova al minuto 28: punizione del solito Pasquato nel mezzo e Kelic di testa tutto solo insacca.
La reazione del Lanciano è buona. Al 34esimo Comi di testa impegna severamente Mazzoni. Al 41esimo l'episodio che porta al momentaneo 1-1. Per fallo di Ceccarelli su Comi, calcio di rigore per i frentani realizzato in maniera impeccabile dallo stesso Comi.
Il pareggio invece di invitare i rossoneri a spingere sull'acceleratore ed abbattere la resistenza di un Padova colpito da mille problemi, sortisce l'effetto opposto.
Nella ripresa è tutto un monologo dei veneti. Dopo un paio di limpide occasioni sciupate da Improta, è lo stesso attaccante a portare in vantaggio i suoi. Al 14esimo Improta fa tutto da solo e dopo essere entrato in area di rigore conclude in rete: 2-1. Il tris quattro minuti dopo con azione fotocopia dello stesso Improta.
Il finale è un calvario con il Padova che arrotonda il punteggio fino al 5-1 con Vantaggiato, tiro appena fuori l'area, e con Rocchi, che finalizza al meglio un prezioso assist di Vantaggiato.
Con questo ko l'undici di Baroni è sceso all'ottavo posto in classifica con una sola lunghezza di vantaggio sull'uscita dei play-off. Sabato prossimo per il riscatto la Virtus Lanciano ospita il Modena.

TABELLINO
PADOVA (4-3-3): Mazzoni; Ceccarelli, Kelic, Benedetti, Almici; Cuffa (25'st Moretti), Iori, Musacci (1'st Melchiorri); Improta, Vantaggiato, Pasquato (32'st Rocchi). A disposizione: Nocchi, Pasa, Carini, Santacroce, La Camera, Diakitè. Allenatore: Serena.
VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Sepe; Aquilanti, Troest, Amenta, Mammarella (23'st Turchi); Germano, Casarini, Buchel; Gatto (6'st Falcinelli), Comi, Di Cecco (35'st Thiam). A disposizione: Branescu, Ficagna, De Col, Vastola, Minotti, Paghera. Allenatore: Baroni.
ARBITRO: Maurizio Ciampi della sezione di Roma 1.
NOTE: Presenti sugli spalti circa 5mila spettatori. Ammoniti: Ceccarelli, Mammarella, Cuffa.

Andrea Sacchini