SERIE B

Pescara Calcio. Contro il Latina degli ex Cosmi cerca rivincite: «un bene giocare subito»

Tra infortuni e squalifiche questo è il primo momento di difficoltà di Cosmi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1184

Pescara Calcio. Contro il Latina degli ex Cosmi cerca rivincite: «un bene giocare subito»




PESCARA. In casa Pescara continua a piovere sul bagnato. Come se non bastassero le già pesanti defezioni di Capuano e Samassa, Serse Cosmi nel match di domani col Latina dovrà rinunciare anche a Zuparic e Zauri che non sono stati convocati. Il centrocampista croato è stato squalificato per un turno dal giudice sportivo mentre l'ex capitano della Lazio è vittima di problemi muscolari. Ennesima formazione di emergenza soprattutto in difesa dunque per il tecnico umbro che con ogni probabilità promuoverà titolare Bovo a centrocampo al fianco di Brugman e Cosic in difesa al fianco di Schiavi e Bocchetti. Non è da escludere il ritorno dal primo minuto di Balzano a centrocampo, con Salviato arretrato come terzo di difesa.
Scontato in ogni caso il ritorno ad un più coperto 3-5-2 viste e considerate le grandi difficoltà della squadra in fase di non possesso del pallone. Problemi acutizzati nelle ultime ore anche dalla mancanza di pedine fondamentali in fase difensiva.
Il momento è delicato per entrambe le squadre, con il Latina reduce da due ko di fila (l'ultimo pesantissimo 4-0 a Modena, ndr) dopo una lunghissima serie di risultati utili consecutivi.

«Andiamo a Latina per il riscatto e si dice spesso che giocare subito dopo una sconfitta sia meglio che aspettare una settimana» – ha raccontato nella conferenza stampa della vigilia il tecnico del Pescara, Serse Cosmi – «abbiamo alcune defezioni importanti in difesa ma anche il Latina ha diverse assenze. Turnover? Date le assenze credo sia una cosa fisiologica».
«Sono molto critico nelle vittorie figuriamoci nelle sconfitte» – prosegue Cosmi punzecchiato sul ko dei suoi sabato all'Adriatico col Palermo – «però va anche detto che il Palermo sulla carta è la squadra più forte di tutte. Ero arrabbiato perché la squadra aveva trovato la maniera di limitare i rosanero col passare dei minuti, poi negli ultimi 20 minuti siamo tornati quelli impauriti del primo tempo».
Adesso sotto col Latina: «dobbiamo fare una grande prestazione. Loro non sono in crisi e vengono da due sconfitte delle quali una immeritata col Trapani. Non sono sorpreso dall'ottimo campionato che stanno facendo. Hanno qualità negli uomini e nei dirigenti ed hanno idee chiare».
Tra i tanti temi della gara anche la voglia di rivalsa dei grandi ex della contesa Jonathas e Viviani, “scartati” dal delfino rispettivamente ad agosto e gennaio perché fuori dal progetto tecnico del sodalizio biancazzurro.
Cosmi ha gli uomini contati ed ha convocato i portieri Belardi, Pelizzoli e Svedkauskas; i difensori Balzano, Bocchetti, Cosic, Rossi, Salviato, Schiavi e Karkalis; i centrocampisti Bovo, Brugman, Fornito, Nielsen e Rizzo; gli attaccanti Caprari, Cutolo, Maniero, Mascara, Politano, Ragusa e Sforzini.

BREDA VUOLE LA RIVINCITA COL PESCARA E CONVOCA TUTTI
Roberto Breda è carico al punto giusto per la sfida di domani sera, quando al Francioni il Latina affronterà il Pescara di Serse Cosmi. Il tecnico ha convocato tutti i giocatori della rosa a sua disposizione perché, fa sapere l'ufficio stampa del club, «Ci è sembrata la decisione giusta in virtù di due risultati negativi e della voglia di ricompattarci immediatamente. Poi la gara col Pescara è talmente vicina a quella persa a Modena che ci ha spinto ad optare per una tale soluzione. In noi c'è una gran voglia di fare bene, di ripartire e metterci alle spalle le partite perse con Trapani e Modena: quindi abbiamo deciso di stare tutti insieme e ritrovarci mentalmente. Questo senza fare drammi perché quella persa a Modena è stata la prima vera gara in cui siamo mancati, anche se fino al primo gol non avevamo sfigurato. Quello che dobbiamo fare adesso è ripartire cercando di ritrovare la nostra arma migliore, ovvero la capacità di battagliare che ci è mancata nell'ultima prestazione. Il fatto di aver fatto tanti progressi nello sviluppo dell'azione e della manovra, forse ci ha fatto perdere di vista quella che invece deve essere sempre la nostra vera natura: non possiamo pretendere di fare bene senza compattezza e intensità, caratteristiche che ci hanno portato fin dove siamo arrivati. Martedì ci aspetta una gara tosta, difficile e da affrontare con la massima concentrazione» – ha concluso Breda – «Siamo pronti per riscattare due passi falsi: contro il Pescara metteremo in campo tutto quello che abbiamo con l'umiltà che ci ha sempre rappresentato». Presenti ovviamente gli ex biancazzurri
Andrea Sacchini