RUGBY

Rugby. All'Avezzano non riesce la grande impresa: la corazzata Frascati vince 7-3

Gara tirata ed equilibrata. Abruzzesi incapaci di realizzare mete

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2071

Rugby. All'Avezzano non riesce la grande impresa: la corazzata Frascati vince 7-3




AVEZZANO. Ennesimo tonfo casalingo per l’Autosonia Avezano Rugby uscita immeritatamente sconfitta nel match contro il Città di Frascati.
Il risultato di 7 a 3 a favore dei laziali, secondi in classifica, la dice lunga sull’equilibrio delle forze in campo e di come la partita sia stata in bilico fino al fischio finale.
I ragazzi del duo Di Stefano – Terrenzio partivano a mille e piantavano le tende nella metà campo avversaria, per i primi 15 minuti, senza però riuscire a siglare punti ed, alla prima ed unica azione offensiva del Frascati, subivano la meta che, alla fine, risulterà decisiva.
Netto il dominio territoriale per tutta la prima frazione di gioco con ripetute ripartenze degli avanti locali che sfioravano di poco la segnatura sia con l’ottimo pilone Armando Consalvi, fermato a pochi metri dalla meta dopo un’ottima percussione personale, sia con la seconda linea Leonardo Mancini bloccato al momento del passaggio decisivo.
Nel frattempo Roberto Lanciotti falliva due buone possibilità su calcio piazzato per ridurre lo svantaggio.
Alla ripresa delle ostilità la musica non cambiava ed il pallino del gioco rimaneva costantemente nelle mani dei gialloneri, una punizione trasformata da Roberto Lanciotti al 12° minuto illudeva la tifoseria locale ma rimaneva un fuoco di paglia: percussioni, touche, mischie, punizioni giocate velocemente non consentivano, ai volonterosi guerrieri marsi, di riuscire a schiacciare l’ovale nell’area di meta che rimaneva immacolata quasi fosse qualcosa di troppo sacro da poter oltraggiare.
Molta la voglia di fare vista in campo ma, ugualmente, molti gli errori compiuti. Le partite si vincono “segnando” e questa parola, al momento, sembra cancellata dal vocabolario del rugby avezzanese. Ogni incontro disputato ha fatto registrare sempre una netta superiorità territoriale dei gialloneri ma una percentuale di realizzazione davvero bassa.
Formazione Autosonia Avezzano: Armando Consalvi, Antonio Pelino, Filippo Crucitti, Gabriele Marcanio, Leonardo Mancini, Francesco Bonomo, Gianluca Babbo, Luca Farina, Giuseppe Volpe, Roberto Lanciotti, Francesco Taccone, Simone Lanciotti, Giovanni Angelozzi, Andrea Colaiuda, Pierpaolo Angelozzi. A disposizione: Luca Venditti, Matteo Porrini, Mohamed Traore, Marco Talamo, Antonio Di Cintio, Jacopo Cinque, Andrea Ranella. Allenatori: Corrado Di Stefano – Luca Terrenzio.