BASKET

Roseto crolla in casa 89-68 con l'Agrigento. Siciliani promossi in Gold

Troppa differenza tra le 2 compagini. Gli abruzzesi sognano i play-off

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1013

Roseto crolla in casa 89-68 con l'Agrigento. Siciliani promossi in Gold




ROSETO. Agrigento strappa 2 punti al PalaMaggetti e vince il campionato con 4 giornate di anticipo. E' questo il resoconto della 26^ di DNA Silver giocata al PalaMaggetti, con gli Sharks usciti sconfitti per 68-89 dopo il confronto con la capolista. Agrigento mette la “ciliegina sulla torta” di un campionato praticamente perfetto (quella di questa sera è stata la 19^ vittoria consecutiva per i ragazzi di coach Franco Ciani - se non si conta la sconfitta con Lucca dell'11° turno), stappando lo champagne al termine di 40’ minuti praticamente senza storia. Una Modus FM mai in partita, tranne che per i primi minuti, si lascia andare alla seconda sconfitta consecutiva, dopo il Derby perso a Chieti domenica scorsa. Una prestazione incolore fornita da Stanic e compagni, a cui ora non resta che provare a migliorare il proprio trend nelle rimanenti 4 partite di regular season, a cominciare da quella di domenica prossima contro Treviglio (ore 18:00, nuovamente al PalaMaggetti).
Alla palla a due, coach Trullo inserisce Stanic, Sowell, Legion, Leo e Bisconti, mentre coach Ciani risponde con Piazza, Vaughn, Mian, Chiarastella e Mocavero. Nei primi minuti regna l’equilibrio, con le due squadre che iniziano a studiarsi attentamente (7-9 al 5’), prima che gli ospiti non decidano di dare inizio al dominio del match. In pochi minuti, di fatti, sfruttando le soluzioni dell’ispirato Vaughn, la Fortitudo scava il primo significativo strappo, andando a consumare il primo riposo sul +13 (15-28). Dall’altra parte è il solo Legion che prova a tenere botta, ma i siciliani giocano a memoria e scardinano ogni tentativo di riscossa rosetana. In attacco Agrigento è una favola, trovando punti attraverso più interpreti, mentre gli Sharks, parsi privi di troppa lucidità, intuiscono anticipatamente che si sarebbe trattato di una giornata negativa.
Al 20’, il tabellone luminoso parla chiaro: 31-49. Leggendo il tabellino di metà partita, salta all’occhio un Vaughn da 16 punti (con il 63% al tiro), 3 rimbalzi e 2 assist, autentico trascinatore di una formazione che, comunque, gioca una gran bella pallacanestro. Il confronto con gli abruzzesi infatti non regge.
E’ un Roseto troppo brutto da vedere, ma in avvio di ripresa i ragazzi di Trullo provano a reagire, spinti dal solito Legion che con una schiacciata in contropiede riporta i biancazzurri sul -11 (49-60), con il pubblico di casa che chiede a gran voce agli Squali di risalire la china. In ogni caso, si tratta di un fuoco di paglia, dato che Piazza e Chiarastella avviano un pesante parziale di 10-0, utile agli isolani per chiudere la terza frazione sul +21 (49-70). Giochi definitivamente chiusi.
Negli ultimi e decisivi 10 minuti, l’unico fattore che forse vale il prezzo del biglietto è la “sfida nella sfida” tra due dei migliori americani del campionato, ovvero Alex Legion per gli Sharks e Kwame’ Vaughn per Agrigento; schiacciate, triple, assist: insomma, un confronto da categoria superiore. Il problema di Roseto, però, è che i punti segnati da Legion a metà ultimo quarto sono quasi la metà dei totali. I minuti finali sono di puro “countdown” per gli uomini del presidente Moncada, che, tra gli applausi di tutto il PalaMaggetti, al 40’ iniziano a festeggiare una meritatissima promozione in Adecco Gold (con 4 giornate di anticipo).
Felicità anche in sala stampa, nel post gara, con Chiarastella, Giovanatto e coach Ciani che hanno dichiarato ai giornalisti presenti tutta la loro soddisfazione per la fantastica cavalcata, che ora li vedrà protagonisti nei playoff promozione di Gold (per un posto in serie A).
Per quanto riguarda la Modus FM, da domani si comincerà a pensare al prossimo impegno casalingo contro Treviglio, valido per la 27^ di DNA Silver (domenica 30 marzo 2014, PalaMaggetti, ore 18:00). Servirà tutta la voglia di rivalsa degli Sharks, oltre che l'apporto dei tifosi, per continuare a credere nel "sogno playoff".

MODUS FM ROSETO-MONCADA AGRIGENTO: 68-89
Roseto: Sowell 15, Legion 29 Zaharie, Stanic 3, Leo, Genovese 2, Marini 5, Ricci, Bisconti 6, Metreveli 8, All. Trullo
Agrigento: Vaughn 24, Anello 2, Mian 13, Di Viccaro 6, Portannese 2, Chiarastella 11, De Laurentiis 2, Giovanatto, Mocavero 16, Piazza 13, All. Ciani
Arbitri: Boninsegna Matteo, Saraceni Alessandro, Maschio Duccio
Note: Parziali: 15-28, 31-49, 49-70, 68-89. Usciti per 5 falli: nessuno. Roseto: 26/59 al tiro, 4/21 da 3, 12/16 ai liberi, 29 rimbalzi (5 off.), 15 assist, 15 palle perse, 6 palle recuperate, 77 di valutazione. Agrigento: 34/64 al tiro, 8/23 da 3, 13/17 ai liberi, 31 rimbalzi (5 off.), 18 assist, 9 palle perse, 12 palle recuperate, 104 di valutazione. Turno di DNA: 26°. Spettatori: 1800