Calcio a 5. È tempo di semifinali per la Coppa Italia: 2 le abruzzesi in campo

Le Final Eight si disputano a Pescara e Montesilvano

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2144

Calcio a 5. È tempo di semifinali per la Coppa Italia: 2 le abruzzesi in campo




PESCARA. Dopo due eliminazioni consecutive ai quarti, l’Acqua&Sapone al terzo tentativo riesce a centrare la sua prima semifinale di Coppa Italia: decisivo a 2’34’’ dalla sirena un tiro libero di Cuzzolino, dopo che il Kaos aveva rimontato per tre volte il vantaggio dei nerazzurri, sospinti da un’ottima cornice di pubblico. Murilo dopo pochi secondi porta avanti la squadra di Bellarte, ma i ragazzi di Capurso rispondono con un siluro di Kakà. I nerazzurri vanno avanti altre due volte sempre con Calderolli, ripreso prima da Pedotti e poi di Coco. Poi il finale thrilling.
Sceglie” il modo più complicato invece, ma alla fine la Luparense riesce a piegare il Real Rieti e centrare la semifinale di domani, dove sarà la Lazio a contenderle la qualificazione. I Lupi di Colini si impongono 5-3 dopo l’1-1 dei tempi regolamentari: amarantocelesti in vantaggio con Crema, che capitalizza una transizione di Rogerio, ma i veneti riescono a impattare con Canal, che sorprende Miarelli con un gran tiro. La Luparense centra tre legni con Merlim, Bertoni e Taborda, la squadra di Musti si rende pericolosa con Crema e Davì ma per designare la vincitrice ci vogliono i rigori, dove risultano decisive le parate di un super Putano.
Se erano in pochi a pronosticare il secondo ko consecutivo ai quarti dell’Asti, si contavano probabilmente sulle dita di una mano quanti pensavano a una simile debacle – almeno nelle proporzioni – della capolista imbattuta della Serie A. La Lazio gioca la classica partita perfetta e si impone nettamente e con merito 7-2. Unico neo per i Biancocelesti il gol incassato in superiorità numerica (espulso Wilhelm, prima del rosso al portiere Casalone) da Cavinato, che illude la corazzata di Polido di poter tornare in partita dopo l’uno-due targato Bacaro e Dimas: il primo chiude con una doppietta, il secondo con una tripletta mentre gli altri due gol della squadra di D’Orto li firmano Hector e Paulinho. Di De Oliveira il secondo sigillo dell’Asti.
La LC Solito Martina riacciuffa tre volte la DHS Napoli, ma a 14 secondi dalla sirena deve arrendersi al guizzo di Bico, non nuovo a prodezze del genere. I partenopei di Oranges vanno all’intervallo avanti di un gol, grazie alla doppietta di Evandro che vanifica il momentaneo pareggio di Paulinho, capocannoniere della Serie A. Nella ripresa i pugliesi riportano in equilibrio l’incontro con Caio, ma il Napoli rimette il naso avanti con l’argentino Lucho Gonzalez, che capitalizza l’ottimo lavoro di capitan Botta. Basile, tecnico dei pugliesi, si affida al portiere di movimento ed è premiato dalla rasoiata fuori area di Arellano; l’epilogo ai rigori sembra inevitabile, ma nell’ultimo assalto Bico, dopo il “dai e vai” con Fornari, indovina il “cucchiaio” della vittoria e fa esplodere la gioia dei campani.

QUARTI DI FINALE FEMMINILI. UNA ABRUZZESE IN SEMIFINALE: AZ GOL WOMEN
Ci sarà una squadra abruzzese nella semifinale di Coppa Italia femminile. Nell’esordio in Final Eight, l’AZ Gold Women campione d’Italia doma un tenace Portos e ottiene una sofferta ma meritata qualificazione al turno successivo, dove affronterà la Lazio. Al PalaRoma le ragazze di Segundo hanno la meglio 2-1.Il primo squillo è di Reyes, ma Acciarresi è pronta e para. Un giro di lancette ed è una puntata di Pinto Dias a mettrere i brividi a Mascia, che si salva con un po’ di fortuna. La chance più nitida ce l’ha Pastorini, il capitano dell’AZ ha la porta spalancata ma colpisci un clamoroso palo, complice l’intervento della difesa del Portos. Prima dell’intervallo, però, al 17’, è una punizione-bomba di Moreno Molina a regalare il vantaggio alle abruzzesi. A inizio ripresa la squadra di Segundo raddoppia, con un guizzo di Reyes Garcia. L’AZ abbassa i ritmi, ma al 15’ centra una doppia, clamorosa traversa, prima con Moreno Molina e poi sul tap-in con Sgarbi. Manuel Almeida, tecnico della marchigiane, gioca la carta del portiere di movimento ed è proprio Ferreira Pinto, schierata quinta avanzata, a riaprire la gara. Mancano però appena 44 secondi, l’AZ difende il vantaggio e porta a casa vittoria e semifinale.

TABELLINO
AZ GOLD WOMEN: Mascia, Verzulli, Silvetti, Pastorini, Iannucci, Moreno Molina, Reyes Garcia, Sgarbi, Olivieri, Di Marcoberardino, Nobilio, Xhaxho. All. Segundo
PORTOS: Acciarresi, Palermo, Canzani, Bisognin, Bennardo, Moreira, Pinto Dias, Ferreira Pinto, Ameli, Scagnetti, Pizi, Pedace. All. Almeida
MARCATORI: 17'02'' p.t. Moreno Molina, 0’52’’ s.t. Reyes (A), 19’16’’ Ferreira Pinto (P)
AMMONITI: Xhaxho (A)
ARBITRI: Manuela Di Fabbi (Sulmona), Stefania Cedraro (Perugia) CRONO: Davide Sallese (Vasto)