Campionati Csi Teramo. La giornata di Calcio a 11

Poche novità nei 3 gironi teramani

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1133

Campionati Csi Teramo. La giornata di Calcio a 11




TERAMO. Ad una sola giornata dalla conclusione della prima fase, la matematica permette di sfornare nuove sentenze.
Cominciando dall’alto, il Colleatterrato si conferma la miglior pretendente del girone, tra l’altro dimostrando in pieno la sua correttezza espugnando il campo di Nerito contro l’Arcaini Consulenze dopo un match pirotecnico (4-5, doppio Gramenzi, Masci e Poeta per i locali, Giorgi, De Santis, Rocci e due volte Nicodemi per i vincitori).
È ancora piena bagarre, invece, sia per il secondo posto che per l’ultima casella playoff: l’elemento curioso è che in entrambi i casi saranno due scontri diretti a deciderne la griglia.
Nel primo caso il Poggio Umbricchio deve recuperare tre punti al Tosti, dopo che i biancorossi hanno coronato il lungo inseguimento liquidando con un netto 2-0 (Rocchi e D’Achille) il Della Noce Specola, mentre il Poggio ha pagato dazio verso le grandi motivazioni della Cona (3-1, doppietta di Trosini e Mosca, a fronte del gol della bandiera firmato Ragusi). Sabato ultima chance: soltanto un successo, con qualunque risultato, permetterebbe al Poggio di riconquistare il secondo posto.
Se il poker playoff non è ancora deciso, gran parte del merito è di uno strepitoso Pietro Ferronuovo, capace di realizzare la bellezza di 17 punti in sette gare (1-3 esterno agli Alpini nell’ultimo incontro, doppio Di Eleuterio e Di Felice da un lato, Sciamanna dall’altro), quanto basta per giocarsi il tutto per tutto nella sfida di sabato a Torricella proprio contro la Cona.
Il Kondor Piano d’Accio, invece, ha pescato in casa della Gammarana (0-2, Di Filippo e Dareo) i tre punti definitivi per assicurarsi la partecipazione alla “Coppa CSI”, competizione per la quale sono ancora in lizza tre squadre: timide chance le conservano gli Alpini, mentre favorite rimangono Della Noce e Arcaini, peraltro attese dallo scontro diretto.
GIRONI B & C
Nel Girone B la lotta, ormai, è tutta relativa all’ottavo posto, al momento appannaggio del Locomotiv Ripa, ma con due pericolose rivali in scia.
Una rete del bomber Petrelli ha permesso al Di Paolo Arredamenti di superare i biancorossi (1-0) e di guadagnarsi definitivamente il secondo posto; non è andata certamente meglio a Pagannoni e Stella Azzurra, con l’Orange superata dal Viro Carni
(2-0, Di Rocco e Bartolone) e la compagine neretese piegata dalla capoclassifica Giulianova soltanto di misura (2-1, Ciccocelli, Rota e un’autorete a referto).
Negli ultimi ottanta minuti il Ripa dovrà battere il Cmc S.Omero (in lotta per il terzo posto) se non vorrà veder sfumare i suoi propositi, visti gli impegni più accessibili che attendono le sue due rivali: il Pagannoni contro il fanalino di coda Villa Rasicci e la Stella Azzurra in casa con una Muppet fuori dai giochi.
I moscianesi, infatti, si sono giocati male la chance finale, uscendo sconfitti tra le mura amiche dalla Toranese (0-1, fa tutto Galiffa, match winner, poi espulso) e lasciando ai vibratiani (nella foto) la possibilità di insediarsi nella post-season tecnicamente più importante.
A completare il quadro il successo esterno maturato da un ascendente Poggio Morello, nel derby con il Villa Rasicci (0-1, la risolve Di Luca).
La ventiduesima ed ultima giornata decreterà anche il bomber del raggruppamento: Sulpizi (Villa Rasicci) e Petrelli (Arredamenti Di Paolo), per il momento, con dodici centri, conservano un piccolo margine di vantaggio su Bilò (Locomotiv Ripa) e Rastelli (Cult Giulianova).
Nel Girone C semplicemente pazzesco il ritmo tenuto dal Miller Voltarrosto in questa prima parte di stagione, con diciassette vittorie, un pareggio ed una sola sconfitta, 52 punti all’attivo!

A cadere sotto i colpi del team più vincente tra i trentatre partecipanti nei tre gironi, è stato stavolta il Mojito, arresosi con un onorevole 2-3 (a segno Di Fortunato e Valentini per l’ultima della classe, Frattari, Di Bonaventura e Macignani per la leader rosetana).
Gli ultimi ottanta minuti di gioco saranno decisivi per le altre caselle playoff, vediamo perché.
In attesa del posticipo di questa sera con il Lions Villa, lo Scerne è appaiato al Real Castelnuovo al secondo posto, con i vomanesi avanti negli scontri diretti e capaci di cogliere un prezioso pareggio sul campo del Piane ’90 (1-1, in gol Leone e Soffiaturo).
I montoriesi, d’altro canto, impegnati in casa della capolista Miller, dovranno difendersi dagli attacchi dei Gunners, a riposo in questo turno, e che ospiteranno il Lions nel prossimo weekend.
Le ultime due partite sono appannaggio dei team di casa: il Vannucci liquida la pratica Chiarino (2-1, Ruggeri, il “solito” Montedoro e Alfonsi), mentre la Coccia d’Argento cala il poker ai danni del Castellalto (4-2, doppio Partiti, Di Stefano e dell’ex Teramo Calcio Albino Valerii per i vincitori, Di Marco e Scarpone per il Real).
Chiarino – Coccia d’Argento sarà, con tutta probabilità, determinante per sciogliere le riserve sull’ottavo posto, l’ultimo disponibile per prendere parte alla “Coppa CSI”.
A meno di clamorosi stravolgimenti, Alessio Montedoro (Vannucci) si laurea tiratore scelto con ventuno marcature.