RUGBY

Nulla da fare per la Gran Sasso. Il Cus Torino vince 15-11

Gli abruzzesi hanno comunque conquistato un punto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1508

Nulla da fare per la Gran Sasso. Il Cus Torino vince 15-11




TORINO. Sconfitta di misura per la Gran Sasso nel XVI turno di Serie A (girone B). I grigiorossi escono battuti dal campo del Cus Torino per 15 a 11, dopo una partita estremamente equilibrata e decisa, nel finale, dagli episodi. Si sapeva che la trasferta piemontese sarebbe stata molto difficile, ma la Gran Sasso è apparsa in forma.
Il risultato si sblocca dopo tredici minuti: il calcio dell'apertura sudafricana Martin Thomsen è intercettato da Alessandro Pattuglia, che corre per metà campo e schiaccia in meta. Banelli non trasforma, ma la Gran Sasso va subito in vantaggio. Rimarrà l'unica meta dell'incontro. A metà del primo tempo è Thomsen ad accorciare le distanze con un piazzato (suoi tutti i punti del Cus Torino) cui risponde dopo un minuto Valdrappa. Il primo tempo si conclude con altri tre piazzati, di cui uno centrato da Thomsen e due falliti da Valdrappa e Banelli. Si va negli spogliatoi con la Gran Sasso in vantaggio 8 a 6.
Nella ripresa si segna poco, ed è il piede preciso di Thomsen a portare in vantaggio il Cus al 6', per poi replicare alla mezz'ora. Fa ben sperare un calcio di Banelli a cinque minuti dal termine, ma è sempre il sudafricano ex Avezzano a sancire il 15 a 11 finale, con gli abruzzesi in inferiorità numerica.
“Abbiamo interpretato bene la gara, difendendo benissimo – afferma il coach Pierpaolo Rotilio – in attacco non abbiamo prodotto molto, perché loro erano quasi sempre al limite del fuorigioco. Abbiamo lottato sulle fonti di gioco e sfruttato le occasioni. Alla distanza, è uscita una maggiore lucidità da parte loro, ma se avessimo vinto non avremmo rubato nulla”.
Dopo una settimana di stop, a Villa arriverà il Valsugana capolista: “Stiamo giocando un buon rugby – aggiunge Rotilio – ci manca poco per settare le ultime cose. Possiamo, insomma, battercela con chiunque. Sono positivo, quella di oggi è stata una prestazione molto interessante. Ora guardiamo avanti”.
“La gara è stata molto equilibrata – dichiara a fine gara il dg Pierfrancesco Anibaldi – hanno fatto la differenza alcuni nostri errori nei calci e la terza arbitrale, che ha fischiato l'impossibile. Dopo l'empasse, siamo in netta ripresa”.

CUS TORINO RUGBY v GRAN SASSO RUGBY 15-11 (6-8)
Cus Torino Rugby: Monfrino, Falcetto (11' st Martinucci), Bestetti, Perju, Murgia, Thomsen, Jaluf, Ursache, Spaliviero, Alparone (44' st Spinelli), Malvagna, Merlino, Iacob (35' st Nicita), Lo Faro (11' st Martina), Modonutto (18' st Montaldo). A disp.: Marchisio, Bianco, Listone. All.: Sue R.
Gran Sasso Rugby: Pallotta, Valdrappa (41' st Mancini R.), Giampietri, Pelliccione, Mistichelli (35' st Anibaldi), Banelli, Brandizzi, Pattuglia, Santavenere (10' st Sacco), De Rubeis, Mancini M., Vaggi, Mandolini (26' st Mercurio), Mannucci (18' st Iezzi), Guerriero (18' st Ciancarella S.). A disp.: Tremante, Giammaria. All.: Rotilio P.
Arbitro: Russo (Milano)
Marcatori. Primo tempo: 13' m Pattuglia nt (0-5); 29' cp Thomsen (3-5); 31' cp Valdrappa (3-8); 41' cp Thomsen (6-8). Secondo tempo: 4' cp Thomsen (9-8); 27' cp Thomsen (12-8); 34' cp Banelli (12-11); 38' cp Thomsen (15-11).
Note. Cartellini gialli: 28' st Sacco; 31' st Alparone e Vaggi. Terreno in buone condizioni. Punti in classifica 4-1.