Basket Serie C. Iniziata la fase ad orologio: successi di Bb Teramo e Pescara

Sconfitte San Salvo e Campobasso

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1366

Basket Serie C. Iniziata la fase ad orologio: successi di Bb Teramo e Pescara




ABRUZZO. Inizia nel migliore dei modi la fase ad orologio per il Basketball Teramo che sconfigge il San Salvo, dopo un tempo supplementare, al termine di una partita bella e combattuta.
Per il Basketball Teramo da rimarcare l’assenza di Conti e Valento, mentre per la squadra di coach Ialacci assente Toth sostituito in settimana da Pasquini, ex Lanciano.
Nel primo tempo le squadre giocano un buon basket ed il punteggio è in continuo equilibrio, si va al riposo sul 31-31. Nel terzo periodo il San Salvo, spinto dai canestri di Borromeo ed Assogna si porta sul +5 (41-46). L’inizio del quarto finale vede ancora la formazione di coach Ialacci allungare grazie alle triple del solito Celenza che porta i suoi sul +9. Immediata la reazione del Basketball Teramo, che nei momenti di maggiore difficoltà si unisce e reagisce da grande squadra: grazie ad otto punti in rapida sequenza di un ottimo Nardi, i teramani tornano in partita. Si entra nell’ultimo minuto con il Basketball Teramo sotto di cinque punti (55-60). Qui sono due giocate di Di Francesco, che dopo un pick and roll con Croce (10 Assist ed ottima la prova in cabina di regia) scaglia il missile del -2: San Salvo nell’azione seguente non concretizza. Grazie ad una gran difesa di D’Uva, anche oggi un’ottima partita per lui, Di Francesco ha cosi modo, nell’ultima azione, di pareggiare e mandare all’overtime i biancorossi.
Nel supplementare il Basketball Teramo, nonostante le rotazioni ridotte, sembra averne di più sintomo di un’ottima tenuta fisica. Sono ancora i canestri di Di Francesco (tripla e canestro da due) e un fallo e canestro di Croce a portare i giovani teramani sul +4 (69-65) a 1’06” dalla fine. Sembra fatta, ma un canestro da tre punti di De Siati, riporta i suoi sul -1 a 50” (69-68). Nell’azione successiva è Nolli, che trovato da Croce, infila la tripla del +4 (72-68). San Salvo perde palla e Nolli chiude definitivamente i giochi con un canestro da due (74-68).
Vittoria meritata del Basketball Teramo che nonostante gli infortuni, le assenze e le rotazioni ridotte dimostra di avere carattere e voglia di vincere e porta a casa i due punti che regalano ai biancorossi la certezza del nono posto e che tengono ancora in vita le speranze per la settima piazza che può valere i play-off (con questa vittoria il Basketball Teramo ha gli stessi punti di Campobasso, attualmente ottava, e ne ha due in meno di Roseto: i teramani devono giocare fuori casa contro tutte e due le squadre).
Nel prossimo turno di domenica il Basketball Teramo avrebbe dovuto affrontare il Penta, ma la partita, dopo la richiesta di rinviarla da parte del Presidente Sannicandro ed accolta dai vertici biancorossi, sarà recuperata domenica 23 Marzo.
I teramani saranno dunque di scena a Roseto il 15 Marzo contro il Blue Basket di Coach Chiappini, palla a due alle ore 18:00.

INIZIA BENE ANCHE IL PESCARA
Inizia con un sorriso anche la fase a orologio della Pescara Basket: il quintetto biancazzurro inaugura nel migliore dei modi questo ciclo di sei partite che precede i playoff, superando senza problemi il fanalino di coda Ennebici Campobasso come testimonia il rotondo punteggio finale di 30-99.
Troppa la differenza sul parquet tra le due squadre, testimoniata anche dai due match di regular season anch'essi terminati con larghe vittorie adriatiche. I locali sono infatti formazione costituita essenzialmente sui giovani del proprio vivaio, con l'assenza di Vera che ha reso ancor più proibitivo il compito dei pur volenterosi padroni di casa.
Gli uomini di coach Tracanna, privi di Febo e con Di Giorgio a referto ma non ancora pronto a scendere in campo, hanno dominato la contesa fin dalla palla a due: 7-23 il parziale già alla prima sirena, con il divario che si è ulteriormente allargato nei trenta minuti successivi, in cui comunque gli ospiti hanno mantenuto un'alta intensità nella propria metàcampo, come dimostrato dai soli 30 punti totali concessi all'Ennebici.
Prestazione corale quella pescarese, con un contributo particolarmente sostanzioso dai due lunghi: Stilla e Adonide, cercati con continuità e bravi a far valere il maggior tasso fisico rispetto ai diretti avversari, chiudono con 22 punti a testa, consentendo a Pescara di dilagare sfiorando addirittura i 100 punti nel finale.
Testa rivolta però già al prossimo impegno, in cui il coefficiente di difficoltà per Lestini e compagni sarà decisamente più alto: Pescara riceverà infatti tra le mura amiche l'Airino Termoli, con palla a due prevista per domenica 9 marzo (ore 18:00) al PalaElettra.