BASKET

Nonostante Deloch la Proger Chieti cede 74-61 a Treviglio

Turno di stop domenica per la Lega Adecco Silver

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1037

Nonostante Deloch la Proger Chieti cede 74-61 a Treviglio




TREVIGLIO. La Remer vince una sfida fondamentale in chiave play-off battendo la Proger Chieti. Una sfida vinta grazie al dominio sotto i tabelloni (32-25 il computo dei rimbalzi a fine terzo quarto) di una front-line biancoblu che con l’inserimento di Borra ha aumentato ancora di più la sua forza. La differenza di tonnellaggio è stata ancora di più evidente per i problemi di falli di Soloperto e Shaw che hanno faticato tantissimo a contenere i pari ruolo, in particolare un Emanuele Rossi particolarmente motivato. Chieti ha tenuto botta grazie all’ottima gara di Deloach e a un buon secondo tempo di Passera ma alla lunga ha dovuto cedere il passo di fronte ad una Remer molto concentrata e decisa a portare a casa i 2 punti, soprattutto quando nel secondo tempo si sono messi in ritmo anche gli esterni, in particolare un Tommaso Marino molto nervoso e impreciso nel primo tempo, ma da 19 punti e 4/7 da 3 nella ripresa.
Con Krstovic non al meglio Vertemati parte con Kyzlink e Carnovali in quintetto, mentre Bartocci lancia subito l’ultimo arrivato Deloach. E’ l’ex-Lucca a firmare i primi 5 punti della Proger che prova subito ad alzare i ritmi e trova in transizione il lay-up di Soloperto per il 2-7. Sono però i falli a condizionare le scelte dei due coach, con Soloperto già a 2 e Kyzlink in fretta con 3 falli e Bartocci che gioca con Shaw da 5, mentre Vertemati mette Gaspardo di fianco a Rossi e con la zona blocca la fluidità dell’attacco teatino. Chieti grazie ad un ottimo Deloach e a un buon primo quarto di Shaw (8 punti con 4/4 al tiro) tiene la testa avanti alla prima sirena (15-19) ma quando Treviglio, che con la zona riesce a restare attaccata, con il doppio play riesce a trovare un po’ di fluidità in attacco la gara gira. Il terzo fallo di Soloperto permette a Vertemati di appoggiarsi su Rossi che con 4 punti consecutivi dà il primo vantaggio alla Remer (24-21). Treviglio ha 1/10 da 3 all’intervallo lungo ma costruisce il +8 con cui si va negli spogliatoi grazie all’ottima difesa che costringe Chieti ad un 27% dal campo dopo 20’.


Ad inizio ripresa si iscrive al match anche Marino che mette in piedi con Passera una specie di sfida da playground. Il play senese porta a +10 Treviglio, ma l’ex-Imola firma 7 punti consecutivi per il -6. Soloperto continua a soffrire sotto canestro non riuscendo a trovare mai il fondo della retina (2/11 dal campo per lui) mentre è Alessandri a salire in cattedra e a costruire il 50-36. Chieti si appoggia adesso solo su Deloach e Cardillo per rientrare di nuovo a -6 prima che una bomba di Carnovali da casa sua fissi il nuovo +9 sulla sirena del terzo quarto. La gara sembra indirizzarsi definitivamente sul 4° e 5° fallo di Shaw che frana su Marino al tiro da 3 e non le manda a dire agli arbitri beccandosi il tecnico, che Marino capitalizza con 5/5 ai liberi per il 62-48. Chieti è costretta a giocare con Cardillo da 4 e Comignani da 5 ma non molla un centimetro e rientra a -8 con 4’ sul cronometro. Qui Marino mette una bomba allo scadere dei 24”, Passera perde palla in attacco e poco dopo Bartocci viene sanzionato con un tecnico che spinge Treviglio sul +12. Gli ultimi due minuti sono solo per le statistiche fino al 74-61 finale.

Remer Treviglio – Proger Chieti 74-61 (15-19; 19-7; 19-18; 21-17)
TREVIGLIO: Marino 19, Rossi 15, Kstovic 11. Rim 42 (Rossi 13); Ass 10 (Marino, Krstovic 3).
CHIETI: Deloach 21, Shaw 11, Cardillo 10. Rim 40(Cardillo, Deloach 10); Ass 11 (Deloach 4).
Fonte: dailybasket.it