Basket. Domani la Proger Chieti ospite del Treviglio. Roseto in casa con Recanati

Impegno più facile per gli Sharks. Proger: esordio di Deloach

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2112

Basket. Domani la Proger Chieti ospite del Treviglio. Roseto in casa con Recanati



ABRUZZO. La Proger viaggia domani alla volta di Treviglio dove domenica alle 18:00 proverà a rifarsi della figuraccia casalinga rimediata all’andata contro Rossi & Compagni. Dopo la scorpacciata casalinga di 7 giorni fa contro Bari, al PalaFacchetti si tratterà della prima “vera” partita di Maurizio Bartocci sulla panchina delle Furie. Nemmeno con il suo arrivo, però, è terminata la lunga striscia di guai fisici che ha tormentato il club teatino in questa stagione. In settimana, infatti, sono continuati i problemi per Diomede, il quale accusa una forma di pubalgia su base osteopatica, alla quale si è aggiunto il lieve stiramento a livello dell’adduttore destro per capitan Gialloreto. Per entrambi ci sono stati dunque problemi ad allenarsi e domenica non saranno comunque al 100%. Tuttavia ha firmato oggi la guardia americana in uscita da Lucca Miachel “Moe” Deloach, un vero asso della Adecco Silver. Con l’arrivo del realizzatore della North Carolina uno dei due pari-ruolo “acciaccati”, Diomede e Gialloreto, dovrebbe rimanere out per consentire a due under di andare a referto (la Proger ha pagato da tempo la tassa per rinunciare al terzo). Forse il non iscritto nella lista dei 10 sarà Diomede che accusa la situazione più seria e non s’è mai potuto allenare.
La Remer in classifica è 10^ ed ha 2 punti in più della Proger. Nella gara del 24 novembre scorso i lombardi si son imposti al PalaTricalle per 60-78 (Ch.: Soloperto 26; Tr.: Carnovali 18). Ex di turno il romano Emanuele Rossi, a Chieti dal 2010 al 2013. Previsti almeno una ventina di tifosi teatini al seguito. Arbitreranno Paolo Cherbauchich di Trieste, Alessandro Costa di Livorno e Gabriele Gagno di Spresiano (TV). Ufficiali di campo: Speroni di Vedano Olona (VA), Zampollo di Mortara (PV), Pagani di Pero (MI).

IL ROSETO OSPITA RECANATI. LA VITTORIA È D'OBBLIGO
Avversari del Roseto invece saranno i marchigiani del Recanati, posizionati in quattordicesima posizione con 18 punti all’attivo.
Nella gara d’andata giocata al PalaCingolani s’imposero gli Sharks per 68-83, e fu la prima ci Trullo sulla panchina biancazzurra, con un esodo rosetano nelle Marche di 300 tifosi in un match aveva un’importanza capitale. Un girone dopo si incrociano nuovamente le facce di Roseto e Recanati: gli Sharks seppur con tre sconfitte consecutive sono ina una posizione molto più tranquilla rispetto agli avversari, che rischiano grosso alla luce dei 18 punti in graduatoria a 7 giornate dalla fine della regular season. Ad oggi, la squadra di coach Sacco (subentrato a Bernardi un mese fa) segna in media 74,5 punti, e ne subisce 74,3, ma con l’avvento del nuovo allenatore sembra aver cambiato radicalmente marcia, attuando un gioco molto diverso dal precedente e con l’esplosione di Mosley, uno dei migliori americani della Silver. Squadra rivoluzionata rispetto allo scorso campionato, dato che, oltre al già citato Gnaccarini, sono rimasti capitan “Attila” Pierini e i ragazzi delle giovanili, con tutto il resto del roster 2012/2013 “disperso” per mezza penisola. Recanati, ad oggi, dispone di una squadra talentuosa e molto esperta, con un quintetto molto forte. Coach Sacco, di norma, schiera questo starting five: il giovane di belle speranze ed ex Mirandola Matteo Fantinelli ( oltre 10 punti e 3 assist di media ) in cabina di regia, il micidiale tiratore mancino Daman Starring ( 12 di media co il 45% al tiro ) come guardia, nello spot di 3 agisce la punta di diamante del team, ovvero Sean Tavon Mosley ( si prospettano scintille con Legion), che viaggia a 20 punti, 6,5 rimbalzi e un buonissimo 49% al tiro, sottocanestro agiscono capitan Pierini, che contribuisce con 9 segnature a gara e il passaportato Ryan Pettinella, con 11 e 8 rimbalzi. Dalla panchina, Sacco pesca il sesto uomo, utilizzato spesso anche da titolare, l’ex Roseto ( stagione 2011/12 ) Marco Gnaccarini, il neo innesto Cardinali, il diciottenne Tortù, mentre Gurini e l’ex Scauri Pullazi sono poco impiegati.