CALCIO

Champions League. Verratti illumina, Ibra è spietato: il Psg espugna 4-0 Leverkusen

Quarti ipotecati. L'abruzzese protagonista con assist e giocate di qualità

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1895

Champions League. Verratti illumina, Ibra è spietato: il Psg espugna 4-0 Leverkusen






LEVERKUSEN. Il Paris Saint-Germain ha un piede nei quarti di finale di UEFA Champions League dopo avere travolto 4-0 il Bayer 04 Leverkusen in Germania. Un gol in avvio di Blaise Matuidi lascia intendere che sarà una serataccia per la formazione di casa contro una delle corazzate d'Europa. Prima dell'intervallo, due gol di Zlatan Ibrahimović, il primo dal dischetto, mettono in cassaforte il risultato. Le cose peggiorano per il Leverkusen con il secondo giallo a Emir Spahić prima dell'ora di gioco. Il Leverkusen resiste agli attacchi del PSG, salvo soccombere ancora nei minuti finali, trafitto da Yohan Cabaye.
La ferita del 5-0 casalingo per mano del Manchester United FC nella fase a gironi è ancora fresca. Il capitano dei padroni di casa Simon Rolfes aveva dichiarato che non sarebbe mai più successo, ma è proprio lui, l'esperto centrocampista 32enne, a farsi soffiare il pallone da cui scaturisce il primo gol. Marco Verratti serve in profondità Matuidi, che con freddezza firma il 100esimo gol dei parigini nel torneo.
Sidney Sam prova a rendersi insidioso, ma il PSG tiene saldamente in mano le redini del gioco. Il Leverkusen prova con orgoglio a rientrare in partita, ma gli ospiti trasudano classe e raramente cedono il pallone. Nelle rare occasioni in cui la formazione tedesca si affaccia davanti, manca la precisione nell'ultimo passaggio. In mezzo al campo, Marco Verratti la fa da padrone, recuperando e distribuendo palloni con la stessa maestria.
Sul finire del primo tempo, Spahić contrasta irregolarmente Ezequiel Lavezzi in area. Ibrahimović trasforma dal dischetto. Tre minuti più tardi, lo spettro della disfatta contro il Manchester United fa minacciosamente capolino. Matuidi serve Ibrahimović appostato appena fuori l'area. Lo svedese lascia partire un bolide di prima intenzione che si insacca all'incrocio. Per il 32enne centravanti si tratta del decimo gol in questa edizione della UEFA Champions League, il torneo che fin qui gli è sempre sfuggito.
Sami Hyypiä decide di cambiare inserendo Stefan Reinartz e il vivace Julian Brandt, 17enne al debutto in UEFA Champions League, dopo l'intervallo. L'inizio di ripresa è promettente per il Leverkusen, ma il PSG continua a controllare, specialmente dopo l'espulsione di Spahić per doppia ammonizione intorno all'ora di gioco. La squadra francese può dilagare e nel finale Cabaye firma il quarto gol al termine di una bella azione manovrata.

TABELLINO
Bayer Leverkusen (4-3-3): Leno; Hilbert, Spahic, Toprak, Guardado; Bender, Rolfes (1'st Reinartz), Castro; Sam (16'st Wollscheid), Kießling, Son (1'st Brandt). A disp.: Yelldell, Hegeler, Öztunali, Boenisch. All.: Hyypiä
PSG (4-3-3): Sirigu; van der Wiel, Alex, Thiago Silva, Maxwell; Verratti, Motta, Matuidi (21'st Cabaye); L. Moura, Ibrahimovic, Lavezzi (30'st Pastore sv). A disp.: Douchez, Marquinhos, Menez, Digne, Rabiot. All.: Blanc.
Arbitro: Kassai (Ung)
Marcatori: 3'pt Matuidi, 38' su rig. e 42'pt Ibrahimovic, 43'st Matuidi