BASKET

Domenica no per i Roseto Sharks. Casalpusterlengo passa 67-59

Interrotta la striscia positiva di 4 vittorie di fila

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1318

Domenica no per i Roseto Sharks. Casalpusterlengo passa 67-59




CASALPUSTERLENGO. Trasferta lombarda dall’epilogo amaro per gli Sharks, che escono sconfitti dal Campus di Codogno (interrotta la serie di 4 vittorie consecutive), per mano di un’Assigeco Casalpusterlengo cinica e precisa. Al termine di 40 strazianti minuti di gioco, il tabellone luminoso recita un -8 (67-59) che salva quanto meno la differenza canestri (+10 all'andata), anche se resta l’amaro in bocca per non essersi potuti misurare alla pari con Chiumenti e compagni. Alla Modus FM, infatti, oltre le assenze di Marini e Metreveli (entrambi out per infortunio), si è sommata quella di Ricci: il play originario di Vasto, in un contrasto di gioco, ha subito un colpo al ginocchio sinistro che lo ha costretto a dare forfait. Rotazione ulteriormente risicate dunque, contro un’Assigeco rinforzata invece dal neo acquisto di lusso, Alvin Young. Peccato per la scarsa lucidità con cui Stanic e compagni hanno gestito i minuti finali, dato che i rosetani hanno avuto in mano la palla del -3 in diverse occasioni, purtroppo sprecate, causa anche la stanchezza. Dato questo, che conferisce maggiore onore agli Sharks se si pensa al -20 in cui erano sprofondati ad inizio secondo quarto. Cuore e coraggio, purtroppo, non sono bastati ad evitare la sconfitta. Un Roseto comunque da premiare per l’impegno profuso, malgrado le due battaglie, sportivamente parlando, da cui venivano (vedi Mantova e Ravenna).

Alla palla a due, coach Zanchi mette dentro Vencato, Aronhalt, Ricci, Bonessio e Chiumenti. Coach Trullo risponde con Stanic, Sowell, Legion, Leo e Bisconti. I padroni di casa partono forte con un break di 6-0, ma gli Squali, dopo un time out, mettono la prima e iniziano a macinare in attacco, riagganciando il proprio vagone a quello dei lombardi, grazie ad un parziale di 0-5. In ogni caso, spinta da un Vencato “spietato”, Casalpusterlengo diventa immarcabile: il 100% dal campo con con il classe ’95 (Vencato) chiude la prima frazione (3/3 da 2 e 1/1 da 3), consente ai locali di consumare il primo mini intervallo sul + 15 (7-22). Come a Mantova domenica scorsa, Roseto archivia il primo quarto di gioco con pochissimi punti a referto (8, i punti segnati al PalaBam). Nella seconda frazione le cose addirittura peggiorano: in pochi minuti la Modus FM crolla sul -20 (31-11), palesando grande difficoltà nel contrastare gli avversari, sotto ogni aspetto. Sul 31-16, a circa 5 minuti dal suono della seconda sirena, il tabellone luminoso del Campus va in tilt: sarà l’episodio che in qualche modo girerà la trama del match. Legion e Stanic provano a suonare la carica, con il resto del team che inizia a tirare fuori gli attributi per rientrare a contatto con i padroni di casa. Con 15 secondi da giocare, il punteggio vede gli ospiti sul -10, ma Aronhalt pesca la tripla del +13 (40-27) allo scadere che piega psicologicamente gli Sharks.
La ripresa si apre con la bomba di Legion, ma Vencato risponde subito, sempre dai 6.75, mantenendo le distanze. Con Ricci out, la stanchezza inizia a penalizzare i biancazzurri, oltre la situazione falli: Legion, proprio nel miglior momento della Modus FM (rientrata sul -7), commette il 4° fallo che lo relegherà in panchina fino al 35’. Ne approfitta allora Young, che infila un paio di canestri utili per tornare sulla doppia cifra di vantaggio (57-47 al 30’). Negli ultimi e decisivi 10 minuti, i ragazzi di Trullo lottano su ogni pallone con grinta e cuore, “rubando” punto su punto fino al -6 del 37’ (61-55). L’ultimo sforzo però lo fa l’Assigeco: in difesa Young si incolla a Legion (rientrato per gli ultimi 5 minuti), lasciandolo a 0 punti, e in attacco Vencato sigla la tripla ammazza partita che riporta Casalpusterlengo sul +9. Nell’ultimo possesso, Chiumenti si divora i 3 punti (del +11) che avrebbero regalato lo scontro diretto all’Assigeco. Salutata la 21^ di DNA Silver, Roseto si prepara al prossimo impegno di domenica 16 febbraio 2014 (ore 18:00), quando Reggio Calabria sarà ospite al PalaMaggetti.

ASSIGECO CASALPUSTERLENGO-MODUS FM ROSETO: 67-59
Casalpusterlengo: Vencato 17, Chiumenti 9, Ricci 6, Masoni 2, Quarisa 4, Rossato, Young 11, Donzelli ne, Bonessio 9, Aronhalt 9, All. Zanchi
Roseto: Sowell 4, Legion 19, Stanic 8, Leo 6, Bisconti 14, Faragalli ne, Genovese 8, Gloria ne, Antonini ne, Ricci, all. Trullo
Arbitri: Tirozzi Alessandro, Maffei Luca, Giovanetti Guido
Note: Usciti per 5 falli: nessuno. Parziali:22-7, 40-27, 57-47, 67-59. Casalpusterlengo: 27/66 dal campo, 7/22 da 3, 6/8 ai liberi, 37 rimbalzi (12 off.), 17 assist, 10 palle perse. Roseto: 22/56 al tiro, 7/20 da 3, 8/14 ai liberi, 32 rimbalzi (9 off.), 13 assist, 14 palle perse. Turno di DNA: 21°.