RUGBY

L'Aquila è inarrestabile. Il Cus Verona è al tappeto 23-17

Soddisfatto mister Raineri: bravi a recuperare lo svantaggio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1483

L'Aquila è inarrestabile. Il Cus Verona è al tappeto 23-17




L'AQUILA. Continua la serie positiva per la formazione neroverde che al Fattori supera il Cus Verona per 23 a 17 dopo aver chiuso il primo tempo in svantaggio (parziale 10 a 14 per i veneti). Quattro i punti conquistati in classifica che vede la squadra aquilana ben ferma sul primo gradino a quota 56, a 12 lunghezze dall’inseguitrice Pro Recco.
Soddisfatto il tecnico Raineri che commenta così al termine dell’incontro: “mi complimento con tutto il gruppo per non aver mai smesso di crederci riuscendo così a recuperare lo svantaggio maturato nel primo tempo a causa di una partenza di gara negativa. Ancora una volta chi ha fatto l’ingresso in campo dalla panchina ha dimostrato tutto il proprio valore dando un contributo importante e fondamentale alla riuscita della gara. Sapevamo che oggi sarebbe stato un match molto duro con un avversario che già nella partita di andata aveva mostrato le sue qualità, soprattutto nel gioco degli Avanti; sono quindi soddisfatto del modo in cui la squadra è riuscita prima a recuperare la gara e poi a vincerla. Intensi gli ultimi minuti vissuti a pochi metri dalla nostra linea di meta: bravi i ragazzi a non cedere e a difendere strenuamente il vantaggio conquistato” – il commento a caldo del tecnico aquilano.
Sono gli ospiti a muovere per primi il punteggio portandosi sul 3 a zero con il piede dell’estremo Michelini e poi, all’ottavo minuto, sull’otto a zero con la meta dell’ala Tampelin: al 18’ è ancora l’estremo veneto ad allungare con un calcio di punizione. Alla metà del primo tempo, con il parziale di 11 a zero in favore del Cus Veorna, arrivano i primi tre punti aquilani: al 20’ Biasuzzi realizza un calcio di punizione.
Al calcio dell’estremo aquilano seguono diversi tentativi della squadra di casa di andare oltre la linea di meta veneta: già al 26’ ci riesce capitan Zaffiri, ma il direttore di gara annulla. Inizia così la ripresa della formazione neroverde che, al 42’, va in meta con il terza centro Ceccarelli, eletto il migliore in campo; Biasuzzi trasforma. Sul parziale di 10 a 11 gli ospiti allungano ancora di tre punti con il piede di Mariani: 10 a 14 il finale del primo tempo.
Nella ripresa il Cus Verona continua ad attaccare ma L’Aquila si mostra subito più determinata, decisa a recuperare lo svantaggio: arrivano così 13 punti che, contro i 3 degli ospiti, permettono ai neroverdi di portare a casa l’incontro. Due le mete del secondo tempo realizzate dal numero 9 aquilano Speranza e del seconda linea Fiore, entrato dalla panchina. Prima che l’arbitro fischi la fine entrambe le formazioni mettono a segno tre punti con gli estremi Biasuzzi e Michelin: 23 a 17 il risultato finale.
L’Aquila Rugby 1936 v Cus Verona 23 – 17 (10 – 14)
Marcatori: pt 9’ cp Michelini E. (0 – 3), 12’ mt Tampelin (0 – 8), 18’ cp Michelini E. (0 – 11), 20’ cp Biasuzzi (3 – 11); 42’ mt Ceccarelli, tr Biasuzzi (10 – 11), 44’ cp Mariani (10 – 14); st 10’ mt Speranza (15 – 14), 20’ st cp Biasuzzi (18 – 14), 29’ mt Fiore (23 – 14), 37’ cp Michelin (23 – 17).
L’Aquila Rugby 1936: Biasuzzi, Bonifazi, Antonelli (7’ st Matzeu), Lorenzetti, Santillo, Forte, Speranza, Ceccarelli, Zaffiri, Cialone (14’ st Di Cicco), Caila, Flammini (7’ st Fiore), Iovenitti (2’ st Brandolini), Subrizi (7’ st Cocchiaro), Milani (26’ st Colaiuda).
A disposizione: Colaiuda, Cocchiaro, Brandolini, Fiore, Carnicelli, Matzeu, Mattoccia, Di Cicco.
All: Raineri
Cus Verona: Michelini E., Furlan, Neethling M., Arduin (31’ st Corso), Tampelin (5’ st Del Bubba), Mariani, Leso, Pauletti, Bergamin, Paghera (16’ pt Mazzi 21’ st Cailotto), Braghi, Liboni, D’Agostino, Neethling R, Zani (1’ st Michelini A.)
A disposizione: Girelli, Michelini, Corso, Del Bubba, Munteanu, Mazzi, Cailotto, Bellini.
All. Bresciani
arb. Meconi (Roma)
Cartellini: 41’ pt giallo per Michelini E. (Cus Verona), 19’ st giallo per Neethling R. (Cus Verona)
Man of the match: Ceccarelli (L’Aquila Rugby)
Calciatori: L’Aquila Rugby: Biasuzzi cp (2/3), tr (1/3). Cus Verona Michelini cp (3/3), tr (0 /1); Mariani cp (1/2)
Punti in classifica: L’Aquila Rugby 4 Cus Verona 1
Note: terreno in discrete condizioni nonostante la pioggia caduta nelle ore precedenti; giornata fredda e coperta; spettatori 250 circa.
Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio in ricordo di Marco Liberatore, l’atleta del Sulmona Rugby deceduto nella serata di venerdì all’ospedale “San Salvatore” de L’Aquila, dove era stato ricoverato nelle ore immediatamente successive all’incidente stradale che lo scorso 18 Gennaio vide coinvolto un pullmino del club sulmonese di ritorno da un torneo dimostrativo, sull’altopiano delle Cinque Miglia.