BASKET

Boccata d'ossigeno per la Proger Chieti. Battuta 79-75 la BNB

Vittoria importante contro le polemiche degli ultimi tempi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1099

Boccata d'ossigeno per la Proger Chieti. Battuta 79-75 la BNB




CHIETI. Dopo tante discussioni, un periodo decisamente no causato da sconfitte che sono arrivate una dopo l’altra, dopo le critiche di una parte di tifosi contro la squadra, finalmente arrivano i tanto attesi 2 punti per la Proger Chieti, e una vittoria fondamentale su una Nord Barese che non ne ha voluto sapere mai di arrendersi. Scontro salvezza tra Chieti e Torrevento concluso con la squadra teatina che fa piegare gli avversari per 79 a 75 dopo un over time da brividi. Con questo successo la Proger non solo torna a far sorridere i propri tifosi (giunti sempre in massa nonostante il periodo no e il match infrasettimanale, infatti si sono registrate le 1500 presenze sulle 2000 di media in questa stagione) ma allunga le distanze da un’altra pretendente alla salvezza come la BNB che resta a 16 punti in classifica generale e Chieti invece che allunga di 4 lunghezze.
Partita iniziata con la palla a due che ha visto Mat Shaw da una parte per la Proger e Elliot dall’altra per la squadra ospite. Sin dalle prime battute il match si mette male per i ragazzi di coach Nino Marzoli, che inizialmente rispondono agli attacchi avversari con le triple di Raschi e Comignani ma poi non vedono più tanto bene il canestro e si lasciano superare grazie alle giocate di Amoroso prima dai due punti che piazza 4 punti e poi una bomba dalla lunga distanza, poi da Petrucci sempre con i piedi al di la dell’arco dei tre punti che prima segna subendo anche il fallo di Fabrizio Gialloreto e poi piazza altre due triple a chiudere il quarto. La squadra di casa riesce ad arginare lo svantaggio con i canestri di Soloperto e Raschi. Il primo periodo di gioco si conclude con il punteggio che premia la BNB per 19 a 24.
Il secondo quarto si apre con Chieti in palla, non riesce a contenere Petrucci che piazza una tripla dopo l’altra accompagnato anche da Contento e Di Nunno. La Proger risponde con un Comignani che non ne vuole sapere di perdere e sputa sangue sul parquet di gioco, piazza anche due bombe di fila, aiutato anche da Raschi e Gialloreto, ma la squadra ospite sembra avere una marcia in più rispetto a Chieti e chiude il primo tempo con il punteggio che dice 34 a 45 BNB.
Il terzo quarto è il periodo della svolta per la squadra abruzzese, rientra sul parquet di gioco con tutt’altra mentalità rispetto a come aveva chiuso i primi 20’ di gioco. La difesa biancorossa diventa un muro e non passa più neppure una mosca da quelle parti, l’attacco comincia a girare e si cominciano a sentire i “ciaf” della retina che fanno entusiasmare il PalaLeombroni, grazie ai canestri di Raschi, Comignani, il quale piazza un’altra bomba, Diomede in penetrazione e la coppia di lunghi Soloperto-Shaw che si fanno sentire sotto canestro e appoggiano a tabellone un canestro dopo l’altro. La squadra guidata da Coach Giulio Cadeo, sicuramente non si aspettava un rientro del genere della Proger e non riesce a contrastare l’entusiasmo accompagnato anche dalla cornice fantastica di pubblico. Il terzo quarto si è aperto con il -11 della Proger ma si chiude con la squadra di casa che guida il match per 56 a 53.
Il quarto periodo è in totale equilibrio per tutti e 10 i minuti di gioco, si gioca punto a punto, Chieti cerca di allungare il proprio vantaggio, ma riesce a portarsi solo sul +6, e la Nord Barese invece non molla e riesce a mantenere sempre le distanze, fino a quando non riesce proprio a riportare in equilibrio il match con i canestri di Ancellotti, Amoruso e Di Nunno. Nell’ultimo minuto di gioco il risultato dice +2 Chieti, ma Di Nunno riesce a riportare il totale equilibrio con un’ottima penetrazione e chiusura a tabellone. Il tempo regolamentare si chiude sul 71 pari. Totale equilibrio.
L’over time non è quasi mai stato bello per la Proger, la tensione si respira nell’aria, ma si può percepire altrettanta fiducia nei propri ragazzi, tanto è vero che tutto il pubblico è in piedi a spingere i giocatori capitanati da Fabrizio Gialloreto alla vittoria. Si gioca punto a punto, per un attimo la squadra ospite riesce anche a portarsi in vantaggio sul +1 grazie a Elliot e Merletto, ma ci pensa la tripla di Fabrizio Gialloreto a rimettere in chiaro le cose, realizzando un canestro dalla lunga distanza che fa uscire un urlo liberatorio a tutto il Palazzetto. Il macth si conclude con Chieti che piega la Nord Barese per 79 a 75 e 2 punti fondamentali per la classifica e per la salvezza accollati sulle spalle della squadra guidata da Coach Nino Marzoli che a fine partita è andato, entusiasta, ad abbracciare il presidente della Proger Chieti, Di Cosmo.
Ottima la gestione di gara di Coach Nino Marzoli e ottima la prestazione generale. Da sottolineare la prestazione di Comignani (migliore in campo, ci mette cuore e grinta, realizza 14 punti e strappa 3 rimbalzi), Andrea Raschi (soprattutto nella prima parte di match sembra essere tornato il Professore che tutta Chieti conosce, realizza 15 punti e recupera 2 palloni) e Marco Passera (il play acquistato a Gennaio è subito una pedina importantissima nel quintetto di Coach Marzoli, realizza 11 punti e serve 2 assist). La Proger ha tirato con il 38% dai 2 punti ed il 33% dalla lunga distanza per un totale del 36% dal campo.
Buona anche la gestione di gara da parte di Coach Giulio Cadeo e ottima la prestazione di gran parte della squadra. Da sottolineare le prestazioni di Amoroso (18 punti messi a referto, miglior realizzatore del match, 9 rimbalzi e 2 falli ricevuti), Petrucci (soprattutto a inizio match ha fatto malissimo con le sue bombe dalla lunga distanza, ha realizzato 10 punti con 3 su 9 dalla linea dei tre punti) e Marco Contento (è stata la spina nel fianco della difesa biancorossa con le sue giocate e le sue penetrazioni, realizzando 9 punti, 4 falli subiti e un assist, peccato per i 5 falli commessi che lo hanno fatto uscire anzitempo dal parquet di gioco). La Nord Barese ha tirato con il 63% dai due punti ed il 21% dalla lunga distanza per un totale del 43% dal campo.

TABELLINI (19-24)(34-45)(56-53)(71-71)(79-75)
PROGER CHIETI: BINI ne, GIALLORETO 8, COMIGNANI 14, RASCHI 15, DI EMIDIO 2, PASSERA 11,DIOMEDE 4, CARDILLO 3, SOLOPERTO 11, SHAW 11. All. Coach Nino Marzoli.
BNB: ANCELLOTTI 8, TUREL 4, PETRUCCI 10, DI NUNNO 13, CONTENTO 9, MERLETTO 5, LOBASSO ne, ELLIOT 6, DE ANGELIS 2, AMOROSO 18. All. Coach Giulio Cadeo.
Fonte: www.basketinside.com