SERIE B

La Virtus Lanciano non brilla e torna con una sconfitta da Reggio Calabria

Decida Barillà nella ripresa. Reazione poco convinta nel finale dei frentani

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1443

La Virtus Lanciano non brilla e torna con una sconfitta da Reggio Calabria




REGGIO CALABRIA. La Virtus Lanciano non brilla ed al Granillo di Reggio Calabria incappa nella prima sconfitta del nuovo anno. Decisivo un gol di Barillà al 19esimo del secondo tempo.
Prestazione sotto la sufficienza dell'undici di Baroni, con la Reggina che pur senza strafare ha meritato l'intera posta in palio se non altro per la maggiore convinzione e cattiveria negli ultimi 20 metri.
Nel primo tempo meglio la Reggina per circolazione della sfera e piglio senza però creare clamorose occasioni da gol, con il Lanciano però troppo contratto ed incapace di affacciarsi con convinzione dalle parti di Pigliacelli.
Nella ripresa dopo il vantaggio dei padroni di casa la Virtus ha tentato senza troppa convinzione di riequilibrare la contesa, senza assestare il colpo del pareggio.
Avvio di gara sostanzialmente equilibrato, con tanti calci d'angolo da una parte e dall'altra senza però mai giungere alla conclusione pericolosa in porta. La prima azione degna di nota è della Reggina soltanto al 29esimo. Ci prova Barillà da fuori: pallone deviato da un difensore frentano e bloccato senza problemi da Sepe.
Due minuti dopo la prima vera occasione della gara è ancora per i padroni di casa. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo Lucioni di testa è il più lesto di tutti ma non inquadra di un nulla lo specchio della porta a portiere ormai battuto.
Al minuto 43 ancora Reggina. Fuga di Fischnaller, prima conclusione ribattuta da Ferrario e secondo tentativo di Pambou che viene bloccato non senza difficoltà da Sepe. 

Il Lanciano si fa vivo soltanto al 44esimo con un tiro da distanza siderale di Piccolo che non impensierisce più di tanto Pigliacelli.
Al duplice fischio risultato ad occhiali sostanzialmente giusto.
Nella ripresa al quarto tentativo di Buchel che sfiora il palo.
Al 13esimo la più nitida palla gol per gli ospiti. Sugli sviluppi del solito corner di Mammarella colpo di testa di Ferrario con pallone che viene “salvato” sulla linea di porta dallo sfortunato intervento di un giocatore rossonero.
Al 19esimo il gol della Reggina che deciderà l'incontro. Lungo cross dalla sinistra di Di Michele per la testa di Barillà che fa secco Sepe, tra le proteste della Virtus che chiedeva un fallo in attacco del centrocampista amaranto.
Reazione del Lanciano tutt'altro che convinta e rabbiosa. Ci prova Mammarella da oltre 20 metri alla mezz'ora ma Pigliacelli fa buona guardia.
Al 37esimo ghiotta chance per l'1-1 frentano. Slalom speciale di Piccolo nella retroguardia calabrese e conclusione da posizione decentrata che esalta i riflessi di Pigliacelli.
Nel finale gli abruzzesi ci provano con conclusioni velleitarie da fuori senza troppa convinzione e spianano la strada alla seconda vittoria del 2014 della Reggina. Padroni di casa vicini al 2-0 in pieno recupero con Gerardi che solo davanti a Sepe spara addosso al portiere.
Con questa sconfitta la Virtus Lanciano non si schioda dai 36 punti in classifica ma scende al sesto posto. Venerdì anticipo al Biondi contro il Cesena.

TABELLINO
REGGINA: Pigliacelli; Adejo, Lucioni, Ipsa, Barillà; Strasser; Maicon, Dall’Oglio (60' Sbaffo), Pambou, Fischnaller (69' Foglio); Di Michele (76' Gerardi).
a disposizione: Zandrini, Contessa, Bochniewicz, Frascatore, Di Lorenzo, Maza. Allenatore: Gagliardi
VIRTUS LANCIANO: Sepe; De Col, Troest, Ferrario, Mammarella; Casarini, Minotti, Buchel; Piccolo, Falcinelli (67' Ragatzu), Thiam (67' Turchi, 76' Gatto).
a disposizione: Aridità, Aquilanti, Germano, Paghera, Vastola, Di Cecco. Allenatore: Baroni.

Andrea Sacchini