SPORT

Dall’Afghanistan al Sestriere, il veterano degli alpini aquilani ai campionati di sci

Allenamenti nei mesi scorsi sul Gran Sasso

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1954

Dall’Afghanistan al Sestriere, il veterano degli alpini aquilani ai campionati di sci

Gianluca Silva








L’AQUILA. 38 anni ‘suonati’, aquilano, una vita dedicata alla famiglia all’esercito ed alla montagna che come definisce lui stesso sono inscindibili nel suo cuore, sul volto il sorriso di un evergreen e fisico temprato da anni di attività alpinistica di assoluto livello.
Si chiama Gianluca Silva, è il veterano dei campionati sciistici delle truppe alpine al quale quest’anno partecipa per la 15^ volta.
Silva è un volontario del 9° Reggimento alpini de L’Aquila e presta servizio in città dopo oltre un decennio di servizio trascorso in Piemonte; ha alle spalle numerose missioni, l’ultima in Afghanistan conclusa qualche mese fa e la passione innata per la montagna e gli sport alpini.
Anche quest’anno partecipa ai campionati sciistici delle truppe alpine che si stanno svolgendo al Sestriere sede delle olimpiadi di Torino 2006 nella gara per plotoni, una durissima competizione su tre giornate, in cui i plotoni dei reggimenti alpini e delle nazioni estere partecipanti, completamente equipaggiati ed armati, affrontano varie prove selettive fra le quali i tiri con le armi in dotazione, il lancio di precisione, della bomba a mano inerte, una prova topografica ed una di ricerca travolti da valanga, due prove a cronometro di cui una trainando su akia un ferito ed uno slalom gigante, reso ancor più impegnativo dall’equipaggiamento individuale e lo zaino da 15 Kg sulle spalle.

Non è la durezza delle gara a spaventarlo, e nemmeno i difficili pendii piemontesi, quelle montagne le conosce benissimo. «La sua presenza, fortemente voluta da tutti i componenti del team del 9° reggimento alpini, è una garanzia di successo poichè la sua esperienza», dicono i colleghi, «sarà molto utile quando la fatica ed il freddo si faranno sentire».
«L’appennino abruzzese non ha nulla da invidiare all’arco alpino tanto meno gli atleti aquilani», dice sorridendo Silva «sarà un piacere sorpassare gli amici ed i colleghi dei reggimenti avversari con la casacca del 9° reggimento alpini, l’unico stanziato nel centro Italia».
«Ci siamo allenati duramente su tutti i pendii del massiccio del Gran Sasso e sul comprensorio del Sirente Velino ed avverto l’entusiasmo di tutti i componenti del plotone».
Saranno molte le competizioni, che in un’intensa settimana impegneranno centinaia di soldati nel tentativo di aggiudicarsi i vari Trofei in palio ed i titoli di “Campione italiano dell’Esercito” nelle diverse discipline sportive. Nelle prime giornate di gare è anche previsto lo svolgimento di 2 gare F.I.S. di Coppa Europa femminile, uno slalom gigante (martedì 28 gennaio) ed uno slalom (mercoledì 29 gennaio), valide per l’assegnazione del Trofeo Truppe Alpine.