Campionati CSI. A Teramo si è chiusa la 16esima giornata di Calcio a 11

Tutti i risultati dei Gironi A, B e C

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

957

Campionati CSI. A Teramo si è chiusa la 16esima giornata di Calcio a 11




TERAMO. Quattro pareggi riempiono la sedicesima giornata nel girone A.
Acquisiscono ancor più valore, pertanto, gli unici tre punti conquistati dal Tosti Teramum (nella foto), peraltro piegando la capolista Colleatterrato, al secondo tonfo consecutivo: a decidere il confronto (1-0) una zampata di Moreno Rocchi.
Alla luce di ciò, risulta amaro il pareggio esterno rimediato dal Poggio Umbricchio sul terreno del Pietro Ferronuovo (1-1, Miftari e Romanelli), con i poggesi che sfruttano male la preziosa chance loro concessa dalla leader.
Non va oltre il pareggio a occhiali casalingo l’Amatori Cona nel match con il Kondor Piano d’Accio, appaiando così il Tosti al terzo posto, mentre il Della Noce Specola ottiene un buon pari a suon di emozioni (2-2, a segno Pompei e Daidone per la squadra di casa, Guatteri e Carrassi nella fila ospiti) in casa degli Alpini.
Ma la vera notizia è il primo punto stagionale ottenuto dal fanalino di coda Real Ioanella, che stoppa i sogni di rimonta della Gammarana dopo una convincente prestazione (2-2, a Contrisciani e Camillini rispondono Perpetuini e Di Pietro).
Tra i bomber, con la coppia del Colleatterrato ferma al palo (Pelusi a quindici, De Santis a dieci), avanza la candidatura di Romanelli (Poggio Umbricchio), issatosi al secondo posto con undici reti.
Nel Girone B il turno numero 16 potrebbe aver assegnato con ineluttabile certezza la prima posizione.
Il Cult Giulianova si conferma la più convincente, rifilando sei reti all’Orange Pagannoni con altrettanti marcatori differenti (6-1 grazie alle realizzazioni di Testoni, Rastelli, Di Pasquale, Gozzi, Ciccocelli e Martinelli per i giallorossi, Speranza per i vinti) proprio nel giorno del riposo settimanale per la sua inseguitrice, il Di Paolo Arredamenti, ora staccata di otto lunghezze.
Sale al secondo posto, seppur in coabitazione con la compagine bellantese, anche la Toranese, che espugna Villa Rasicci di misura (1-2, Iezzi da un lato, un doppio D’Ambrosio dall’altro), mentre il Poggio Morello conferma il suo ottimo stato di salute e la sua vena casalinga, infliggendo un pesante passivo (4-1 firmato Di Luca, Mariani, Nepa e Di Matteo per i vincitori, il solo Moroni per i rossoblu) alla Stella Azzurra Nereto.
A chiudere il quadro altrettanti pareggi, seppur diversi nel loro andamento: a quello senza reti tra Viro Carni e Cmc S.Omero, fa da contraltare l’emozionante 2-2 (Bianchetto e Felicioni per i padroni di casa, Camillotti e Marconi per i “viaggianti”) emerso dalla sfida tra Muppet e Locomotiv Ripa, con i moscianesi che sciupano una ghiotta chance per ricucire lo strappo dall’ultima casella valida per la partecipazione ai playoff.

Una poltrona per tre nella graduatoria dei cannonieri con 11 centri: a Petrelli (Di Paolo Arredamenti) e Bilò (Locomotiv Ripa), si aggiunge Danilo Rastelli (Cult Giulianova).
Nel Girone C l’equilibrio di un match-clou e, forse, di un’intera annata, spezzato da una firma.
Il sigillo di Andrea De Flaviis consente al Miller Voltarrosto di avere ragione (1-0) di una coriacea Amatori Scerne, scesa ora a meno cinque dalla vetta e con una partita in più rispetto ai rivali rosetani.
Tre squadre lottano per due posti playoff: lo scontro diretto tra Real Castelnuovo e i Gunners non svela l’arcano, visto il pareggio (2-2, di Procida, Andreone, Angelini e Budiani le segnature) che ne consegue.
A far meglio è il Piane ’90, che rifila un bel tris (3-1, doppio Ranieri e Verzilli per i locali, Di Gregorio per i “leoni”) al Lions Villa e agguanta, così, il terzo gradino del podio.
Si stacca dal fondo classifica il Real Castellalto, che piega la resistenza del Chiarino (1-0, Brandi è il risolutore), mentre Mojito e Bruno Vannucci Roseto chiudono con un salomonico 1-1 (Caponi e Di Giacinto).
Nella corsa al titolo di cannoniere principe, è sempre lotta a due tra Montedoro (Vannucci Roseto) e Andreone (Real Castelnuovo), divisi da appena due marcature.