SERIE B

Cuore e determinazione. La Virtus Lanciano supera 1-0 il Brescia e continua a volare

Biondi ai limiti della praticabilità per le abbondanti piogge. Decisivo Piccolo al 33'st

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1662

Cuore e determinazione. La Virtus Lanciano supera 1-0 il Brescia e continua a volare






LANCIANO. Con una prova di grande sostanza, carattere e determinazione la Virtus Lanciano inizia al meglio il proprio 2014 regolando con merito al Biondi 1-0 il quotato Brescia. Match winner Piccolo, al primo gol in stagione, al minuto 33 del secondo tempo.
Risultato preziosissimo in ottica classifica, con tutte le battistrada incapaci di strappare una vittoria. Tre punti magnifici conquistati con volontà ed abnegazione su di un terreno di gioco ai limiti della praticabilità per le abbondanti piogge degli ultimi giorni. Fango e pozzanghere fastidiose che hanno ostacolato e non poco le giocate di fino dei giocatori più tecnici delle due squadre, costrette in continuazione a scavalcare il centrocampo con palloni lunghi alla ricerca della fisicità delle punte.
Sin dai primi minuti la partita, in equilibrio, ha vivacchiato in attesa dell'episodio o di un calcio piazzato in grado di modificare gli equilibri. Sull'economia della gara ha pesato anche l'espulsione di Coletti all'ottavo minuto del secondo tempo, che ha costretto il Brescia ad impostare una gara tutta sulla difensiva a protezione del risultato ad occhiali.
Campo impossibile ma l'avvio di gara è tutto di marca frentana. Al secondo minuto Piccolo a giro chiama al difficile intervento Cragno. Al sesto ancora Piccolo costringe la difesa bresciana a rifugiarsi in corner con grande affanno.
Al 17esimo prima conclusione ospite con Grossi da fuori area, con pallone che si perde sul fondo.
Al 20esimo brivido per la Virtus. Retropassaggio all'indietro di Mammarella per Sepe, pallone fermato da una pozzanghera ed intervento decisivo dell'estremo difensore frentano in anticipo su Scaglia.
Al 24esimo tentativo piuttosto velleitario di Buchel da oltre 25 metri e pallone di molto sul fondo.
Al 37esimo Brescia pericoloso. Bel suggerimento nel mezzo di Kukoc per la testa di Caracciolo che impegna severamente Sepe.
Prima del riposo due conclusioni dalla lunga distanza di Piccolo, lontana dal bersaglio e Buchel, molto più vicina al palo, mettono i brividi a Cragno.
Nella ripresa succede poco o nulla fino all'ottavo minuto, poi ecco l'episodio che cambia la storia del match. Fallo sciocco di Coletti su Di Cecco e seconda ammonizione con conseguente espulsione per l'ex centrocampista tra le tante di Pescara e Teramo.
In inferiorità numerica il Brescia non riesce più ad affacciarsi con convinzione dalle parti di Sepe. All'undicesimo Casarini dal limite sfiora il palo a Cragno battuto.
Alla mezz'ora clamorosa chance per i frentani. Calcio d'angolo di Mammarella per l'inserimento di Buchel che da 2 passi esalta i riflessi di Cragno, poi Falcinelli fallisce il tap-in vincente.
Il vantaggio della Virtus Lanciano è però soltanto rimandato di 3 minuti. Corner del solito Mammarella per la testa di Piccolo che timbra il primo gol stagionale.
Nel finale succede poco o nulla, con i rossoneri che proteggono l'1-0 senza grandi difficoltà. Con questa vittoria il Lanciano è salito a quota 36 in classifica al quarto posto solitario. Sabato prossimo trasferta all'ostico Granillo di Reggio Calabria.

TABELLINO

VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Sepe; De Col, Troest, Ferrario, Mammarella; Casarini, Minotti, Buchel; Piccolo (41'st Vastola), Comi (23'st Falcinelli), Di Cecco (12'st Ragatzu). A disposizione: Aridità, Aquilanti, Turchi, Paghera, Nunzella, Germano. Allenatore: Baroni.
BRESCIA (3-5-1-1): Cragno; Paci, Coletti, Di Cesare (38'st Saba); Lasik, Benali (44'st Oduamadi), Budel, Grossi, Kukoc; Scaglia (9'st Freddi); Caracciolo. A disposizione: Gori, Mandorlini, Welbeck, Finazzi, Valotti. Allenatore: Bergodi.
ARBITRO: Candussio della sezione di Cervignano del Friuli.
NOTE: Ammoniti: Buchel, Budel, Lasik. Espulsi: Coletti 8'st.

Andrea Sacchini