Sulmona Calcio. Stipendi mai pagati e promesse non mantenute: tutti i giocatori vanno via

Il giocattolo si è rotto: nel mirino il patron Scelli

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3357

Sulmona Calcio. Stipendi mai pagati e promesse non mantenute: tutti i giocatori vanno via




SULMONA. Quello che molti temevano dopo le minacce di fine novembre è puntualmente accaduto nella serata di ieri, alla scadenza del termine ultimo delle ore 19,00 per lo svincolo dei calciatori del quinto livello del calcio italiano. Esasperati e stremati per l'ennesimo giorno trascorso senza nessuna novità riguardo il saldo degli stipendi arretrati, i giocatori del Sulmona Calcio, club militante con ottimi risultati nella Serie D, hanno ufficialmente rescisso il proprio contratto con il sodalizio peligno. L'intera rosa ha aspettato fino all'ultimo un segnale da parte della società poi, dopo il sit-in fallito di ieri sotto la sede del club in Piazza XX Settembre, ha preso la decisione più difficile da digerire per la città e per i tifosi del Sulmona: rescissione di ogni contratto.
L'unico a non abbandonare la nave è stato il capitano storico Alfredo De Meo, classe 1975, che ha trascorso quasi l'intera vita da calciatore a Sulmona (dal 1991/1992 al 2003/2004, prima di ritornare nel 2011 dopo alcune esperienze a L'Aquila, Valle del Giovenco e Francavilla, ndr).
Nerissimo a questo punto è il futuro del Sulmona Calcio, che a meno di miracoli clamorosi già domenica non scenderà in campo per mancanza di giocatori. A tal proposito il patron Scelli pare, secondo alcuni organi di stampa, aver assicurato Anche se la partita col Matelica dovesse disputarsi, il rischio è quello di un Bojano bis con un'altra squadra materasso a falsare ulteriormente il campionato. Il Sulmona è attualmente sesto in classifica con 28 punti.
Andrea Sacchini