Rugby. Lo scontro al vertice sorride all'Aquila: battuto 20-13 il Colorno

A fine gara il tecnico Raineri soddisfatto della prova dei suoi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1945

Rugby. Lo scontro al vertice sorride all'Aquila: battuto 20-13 il Colorno




L'AQUILA. Grande prova di cuore da parte de L’Aquila Rugby che, con orgoglio e disciplina, fa sua la gara con la diretta inseguitrice Colorno. 20 a 13 il risultato finale al termine di ottanta minuti intensi e combattuti, e quattro i punti conquistati che portano i neroverdi a quota 42 in vetta alla classifica.
“Mi è piaciuta la reazione avuta dalla squadra che, nonostante la settimana affatto tranquilla, è scesa in campo determinata a dare tutto fin dal primo minuto. L’unico rammarico non aver chiuso l’incontro quando potevamo, non siamo riusciti a concretizzare le chance che avevamo creato, permettendo così al Colorno di avvicinarsi nel punteggio. Sono soddisfatto dei miglioramenti riguardo alla disciplina, sia in termini di calci che di cartellini e, nel complesso, del carattere col quale i ragazzi hanno affrontato la partita. Ora, dopo la giornata di riposo di domani, torneremo ad allenarci per preparare nel migliore dei modi la trasferta sul campo del Piacenza, determinati a chiudere imbattuti il girone di andata” – ha commentato a caldo il tecnico Raineri.
Partita combattuta da entrambe le parti: nel primo tempo è L’Aquila ad attaccare e a giocare nella metà campo avversaria, ma bisogna attendere il 25’ per i primi punti che arrivano dal piede dell’estremo Biasuzzi. Sul 3 a 0, immediata la reazione degli ospiti che infilano un calcio di punizione con l’apertura Silva. In perfetta parità prosegue la battaglia, soprattutto in prima linea dove allo scadere i neroverdi hanno la meglio: dopo una serie di mischie ripetute sui cinque metri del Colorno, il direttore di gara assegna la meta tecnica agli Aquilani che, con la trasformazione di Biasuzzi, chiudono il primo tempo con il risultato di 10 a 3.
Iniziata la ripresa, all’ottavo minuto sono ancora i padroni di casa ad allungare il risultato con l’ala Varani che, ricevuto l’ovale dalla mischia, buca la difesa avversaria fino a schiacciare in mezzo ai pali; Biasuzzi trasforma (17 – 3). Dopo circa venti minuti gli ospiti accorciano le distanze con il centro Baiocchi che schiaccia in meta e porta i suoi sul 17 a 8. Appena sette minuti più tardi è ancora il Colorno a passare la linea di meta neroverde con il terza centro Da Lisca. Ma L’Aquila non si abbatte e continua la battaglia nella metà campo avversaria fino a conquistare un calcio di punizione: al 39’ Matzeu trova i pali e firma il 20 a 13 finale.
L’Aquila Rugby 1936 v Rugby Colorno 20 - 13 (10 – 3 )
Marcatori: pt 25’ cp Biasuzzi (3 – 0), 28’ cp Silva F. (3 – 3), 41 mt tecnica, tr Biasuzzi (10 - 3); st 8’ mt Varani, tr Biasuzzi (17 – 3), 26’ mt Balocchi (17 – 8), 33’ mt Da Lisca (17 – 13), 39’ cp Matzeu (20 – 13).
L’Aquila Rugby 1936: Biasuzzi (18’ st Matzeu); Bonifazi, Castle, Lorenzetti, Varani; Forte, Speranza (2’ st Carnicelli); Davis, Zaffiri, Di Cicco; Cialone (11’ st Fiore), Flammini (24’ st Lofrese); Iovenitti (11’ st Brandolini), Subrizi (18’ st Cocchiaro), Milani (24’ st Breglia).
A disposizione: Breglia, Cocchiaro, Brandolini, Fiore, Carnicelli, Matzeu, Palmisano, Lofrese.
All: Raineri
Rugby Colorno: Corso; Canni, Balocchi, Galante, Terzi (27’ st Torelli); Silva F. (18’ st Ceresini), Barbieri D.; Da Lisca, Carretta (23’ st Barbieri P.), Borsi; Potgieter (7’ st Rollo), Lopez; Tripodi, Silva M. (15’ st Sanfelici), Goegan (31’ st Buondonno).
A disposizione: Buondonno, Sanfelici, Palma, Torri, Barbieri P., Torrelli, Rollo, Ceresini.
All. Mordacci
arb. Blessano (Treviso)
Cartellini: 33’ pt giallo per Goegan (Colorno)
Man of the match: Stefano Iovenitti (L’Aquila)
Calciatori: L’Aquila Biasuzzi cp (1/3), tr (2/2); Matzeu cp (1/1) Colorno Silva F. cp (1/1), Barbieri D. tr (2/2). Punti in classifica: L’Aquila Rugby 4 Colorno 1
Note: terreno in buone condizioni; giornata fredda; spettatori 500 circa.
Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio in ricordo del medico nutrizionista Piergiorgio Desiati, scomparso lo scorso mercoledì 11 dicembre.