SERIE B

Il momento d'oro del Pescara non si ferma. Superbo 3-1 in casa del Siena

Ragusa-Politano-Maniero danno un calcio agli infortuni: play-off agganciati

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1855

Il momento d'oro del Pescara non si ferma. Superbo 3-1 in casa del Siena

SIENA. Il Pescara espugna meritatamente 3-1 ed allunga il momento positivo in attesa del derby di domenica con la Virtus Lanciano. Uno-due terribile degli ospiti al 14esimo e 21esimo rispettivamente con Ragusa e Politano, prima del gol della bandiera senese di Giacomazzi al minuto 31. Nella ripresa al decimo il colpo del ko griffato Maniero. Prestazione forse migliore della stagione dell'undici di Marino, che ha dato dimostrazione di forza, maturità e soprattutto concentrazione senza pause.

Ottimo approccio alla gara dei biancazzurri, ben disposti in campo e pericolosi nelle ripartenze. Proprio da una di queste è arrivato il gol del vantaggio del Pescara, che ha cambiato gli equilibri della gara e costretto il Siena a sperare nell'episodio fortunoso in grado di riaprire la contesa. Questo perché i toscani, colpiti a freddo, non hanno mai dato la concreta impressione di essere davvero velenosi dalle parti di Belardi, con l'undici adriatico che al contrario ha controllato molto bene il gioco con un continuo possesso palla nella metà campo avversaria. Tutto immutato e Pescara forse migliore della stagione fino al 31esimo, quando l'episodio del corner risolto da Giacomazzi per il momentaneo 2-1 ha ridato speranza ad un Siena fino a quel momento grande assente della gara.

I biancazzurri però hanno avuto il grandissimo merito di non disunirsi e nel rimanere concentrati anche nel secondo tempo. Il gol poi di Maniero, probabilmente il migliore in campo per il grande lavoro svolto per i propri compagni, ha nuovamente scavato un solco che col passare dei minuti è diventato incolmabile per un Siena mai in partita e ben limitato dalla fase di non possesso del Pescara.

PRIMO TEMPO. UNO-DUE TERRIBILE DEL DELFINO POI UN EPISODIO TIENE VIVO IL SIENA

Nel Pescara emergenza totale a centrocampo con il tecnico Pasquale Marino che conferma il 3-4-3 ma “inventa” Zuparic nell'inedito ruolo di mediano al fianco di Brugman. In difesa Zauri, Capuano e Schiavi a protezione della porta di Belardi. In attacco nessuna sorpresa con il tridente giovane composto da Ragusa e Politano ai lati di Maniero. Panchina per Cutolo e Mascara. Emergenza anche nel Siena, con mister Beretta che deve rinunciare a diversi giocatori tra i quali il capitano Vergassola. Per il resto 3-5-2 molto versatile con l'ex D'Agostino in cabina di regia ed il tandem Rosina-Paolucci in avanti. Dopo le polemiche per l'arbitraggio di Coppa Italia, la gara è diretta da Michael Fabbri della sezione di Ravenna.

Partenza subito forte per il Pescara. Al secondo minuto in contropiede Brugman allarga per Ragusa che in piena area da posizione decentrata spara alto sulla traversa.

Al nono prima risposta del Siena con Rosina, che approfitta di una leggerezza in disimpegno di un giocatore del Pescara e prova la battuta a rete: palla deviata in corner.

Al 14esimo il vantaggio del Pescara. Palla nel mezzo per Maniero che spalle alla porta difende il pallone ed al limite serve un pallone splendido per Ragusa che di prima intenzione insacca nell'angolino basso.

Due minuti dopo reazione del Siena con un sinistro dalla distanza di D'Agostino controllato non senza difficoltà da Belardi.

Al 21esimo il raddoppio meritato degli ospiti. Dalla destra Politano riceve palla, si accentra e dal limite con un sinistro formidabile realizza alle spalle dell'incolpevole Lamanna.

Al 27esimo altro brivido per la difesa del Siena. Dai 25 metri Brugman direttamente su calcio piazzato sfiora il palo alla sinistra del portiere bianconero.

Il Siena in campo non c'è ma al 31esimo trova il punto dell'1-2 nell'unico modo possibile: un episodio. Calcio d'angolo per i padroni di casa, la difesa adriatica non riesce a liberare e da 2 passi Giacomazzi di prima cerca e trova il tocco vincente.

Al 33esimo interessante tentativo di Balzano da oltre 25 metri che sfiora il bersaglio grosso.

Al 42esimo straordinario Belardi che alza sulla traversa una punizione splendida dal limite di Schiavone.

SECONDO TEMPO. PESCARA ATTENTO E LETALE: IL 3-1 CHIUDE LA GARA

Nella ripresa al sesto minuto punizione da distanza siderale di Paolucci facile preda di Belardi.

Al decimo il terzo gol del Pescara. Cross col contagiri dalla destra di Balzano per Maniero che in piena area in spaccata insacca alle spalle di Lamanna.

Subito il gol il Siena non ha la forza e la determinazione di scardinare una difesa adriatica attenta e pronta a lottare su ogni pallone per spegnere sul nascere ogni velleità avversaria.

Al 27esimo destro al volo del neo-entrato Spinazzola che termina abbondantemente sul fondo.

Nel finale di gara Delfino in controllo, con il Siena incapace di creare vere e proprie occasioni da gol.

Con questa vittoria il Pescara è salito a quota 25 punti, in piena zona play-off. Domenica prossima per il Pescara derby da brividi al Biondi contro il Lanciano. Calcio d'inizio alle ore 12,30.

TABELLINO

SIENA (3-5-2): Lamanna; Dellafiore, Giacomazzi, Feddal; Angelo, Pulzetti (22'st Spinazzola), D'Agostino (1'st Rosseti), Schiavone (34'st Mannini), Milos; Rosina, Paolucci. A disposizione: Farelli, Crescenzi, Scapuzzi, Bonifazi, Camilli, Matheu. Allenatore: Beretta.

PESCARA (3-4-3): Belardi; Zauri, Schiavi, Capuano; Balzano, Zuparic, Brugman, Rossi; Politano (41'st Mascara), Maniero (34'st Sforzini), Ragusa. A disposizione: Pigliacelli, Frascatore, Piscitella, Cutolo, Bocchetti, Cosic, Kabashi. Allenatore: Marino.

ARBITRO: Fabbri della sezione di Ravenna.

Andrea Sacchini