Basket. In Serie C il Pescara supera con un perentorio 91-75 l'Airino Termoli

Abruzzesi più forti degli infortuni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1287

Basket. In Serie C il Pescara supera con un perentorio 91-75 l'Airino Termoli




PESCARA. E' probabilmente la miglior Pescara Basket stagionale quella che di fronte al pubblico del PalaElettra si è imposta sull'Airino Termoli con un rotondo 91-75: un risultato che è specchio fedele di quanto visto sul parquet, con i biancazzurri sempre al comando del match con scarti importanti, nonostante l'indubbio valore dell'avversario e le assenze di capitan Cantatore e Di Giorgio.
Coach Tracanna è così costretto a schierare un quintetto inedito in avvio, con Adonide e Stilla in campo assieme a supportare i tre esterni titolari Morè, De Luca e Febo. Termoli risponde con Di Lembo, Marinaro, Davico, Colasurdo e Sisto (con Bertinelli, in condizioni ancora precarie, che verrà impiegato solo per pochi minuti durante la gara).
Dopo soli due minuti arriva il primo time-out da parte del coach locale (nonostante il punteggio di 3-4), a cui non sono piaciute un paio di conclusioni affrettate dall'arco dei suoi. La strigliata produce però immediatamente i suoi effetti: l'Airino, che era salita sul +3, subisce un parziale di 9-0 ispirato da Adonide e De Luca, e Pescara prende il comando delle operazioni sul 14-8. I molisani si affidano alle iniziative di un ispirato Sisto sotto i tabelloni, ma un canestro di Febo e quattro punti in fila di un pimpante Stilla regalano la doppia cifra di vantaggio ai padroni di casa. Pescara si schiera a zona, ma viene subito punita da una tripla di Davico, a cui dall'altra parte risponde nuovamente Stilla (seconda tripla per il lungo pugliese nel suo ottimo primo quarto) per il 25-15. Uno strepitoso buzzer di Piscione da oltre metà campo fa esplodere il PalaElettra, regalando ai biancazzurri il 28-15 con cui si chiude il primo periodo di gioco.
Il secondo quarto si apre con un altro pregevole canestro di Piscione, in rovesciata sulla linea di fondo. Le due squadre giocano su ritmi sostenuti, con gli attacchi a prevalere sulle difese e tante conclusioni nei primi secondi dell'azione: ritmi congeniali ai biancazzurri, in particolare a Febo e De Luca che dall'arco riportano Pescara a +12 dopo un canestro di Bertinelli. Dalla panchina coach Tracanna tira fuori anche Di Flavio, che si sblocca dalla lunetta e dà una mano preziosa in difesa contro gli esterni avversari. Termoli inizia a far fatica in attacco, e i padroni di casa ne approfittano prima con un bel canestro nel traffico di Morè, poi con la tripla di Febo che vale il 45-28. Un time-out di coach Di Lembo dà respiro agli ospiti, che con Sisto, Di Lembo e due liberi di Celenza tornano sul - 10: Pescara non segna negli ultimi tre minuti del primo tempo, ma va al riposo comunque in doppia cifra di vantaggio sul 45-35.
Uscendo dagli spogliatoi, Termoli non concretizza il parziale recupero del secondo quarto, ed uno scatenato Adonide riporta i biancazzurri a +16: il giovane lungo segna due bei canestri dalla media e finalizza con un 2/2 dalla lunetta un'ottima azione corale dei padroni di casa, che aveva costretto al fallo l'Airino. A dilatare ulteriomente il vantaggio ci pensano De Luca con un canestro in precario equilibrio, e l'ennesima bomba di Febo che costringe il coach ospite al minuto di sospensione sul 59-43. I molisani giocano la carta della difesa a zona, ma De Luca con un'altra tripla neutralizza la 2-3 avversaria: Termoli sfiora addirittura i 20 punti di distacco, prima che una tripla di Marinaro riporti a - 16 i suoi (64-48) sul finire di terzo quarto.

E' ancora Marinaro il protagonista principale in avvio di quarto periodo, con un paio di canestri per il - 12 ospite. La difesa allungata di Termoli produrrà però una serie di canestri sostanzialmente indisturbati dei biancazzurri, il primo dei quali di Febo che appoggia tutto solo al ferro. De Luca attacca il ferro con convinzione e si procura due liberi (1/2), Morè con una bella penetrazione sigla il + 15. Due triple di uno scatenato Marinaro e Davico spingono al time-out Pescara, con poco più di 5 minuti e mezzo da giocare ed il punteggio sul 73-62. De Luca firma uno strepitoso canestro in acrobazia, Sisto riporta l'Airino a -9, ma con entrambe le squadre in bonus iniziano a fioccare i tiri liberi, soprattutto tra le fila pescaresi. Proprio dalla lunetta ancora De Luca riporta i suoi a +11, dall'altra parte Marinaro sbaglia la tripla ed è Febo a chiudere virtualmente i giochi con la bomba dell'80-66. Nonostante il divario piuttosto consistente, Termoli continuerà a pressare forte fino alla fine, ma Morè e compagni amministrano senza troppe difficoltà gli ultimi possessi della gara con i soliti Febo e De Luca freddi dalla lunetta e in contropiede. A poco più di un minuto dalla fine Stilla è costretto al cambio per raggiunto limite di falli, guadagnandosi l'ovazione del pubblico del PalaElettra, e a fissare il punteggio sul 91-75 è un gran canestro di De Luca che chiude nel modo migliore una serata perfetta per la Pescara Basket.
Con questa vittoria, Febo e compagni raggiungono proprio Termoli al secondo posto, alle spalle della We'Re Basket. Sabato prossimo è previsto l'ultimo impegno del girone di andata, al PalaMaggetti di Roseto (palla a due alle ore 17:30) contro il Blue Basket, prima di due trasferte (con la prima di ritorno che vedrà Pescara di scena a Teramo contro il Basket Ball). Prossimo impegno casalingo (e ultimo dell'anno solare 2013) sarà invece quello di sabato 21 dicembre, alle ore 20.30, contro il Maccabi Ripalimosani.