Basket Serie C. Il derby Ortona-Magic Chieti sorride 78-76 agli ortonesi

Gara decisa al fotofinish con i teatini sempre in partita

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1217

Basket Serie C. Il derby Ortona-Magic Chieti sorride 78-76 agli ortonesi




ORTONA. Decimo sigillo per il We're Basket Ortona, che supera al fotofinish un Magic Basket Chieti mai domo che ha rischiato seriamente di riportarsi a casa lo scalpo degli avversari.
Partita dai due volti: dopo l'iniziale 4-0 in favore dei teatini, i ragazzi di Salomone – capo allenatore vista la squalifica di coach Barac – realizzano un contro break di nove punti sfruttando la serata di grazia di Salvatore, a suo agio contro il quintetto basso messo in campo da Tempera.
Di Falco e Italiano impediscono la fuga dei biancoblù, ma quando entra Munjic ad occupare lo spot di pivot la musica non cambia, ed il We're Basket chiude il primo quarto avanti di sette punti sul 24-17.
Nella seconda frazione di gioco i padroni di casa sembrano involarsi facilmente verso il successo coi punti di Leonzio dalla lunga distanza, di Griffo e di Munjic, arrivando a toccare il +15 con una realizzazione di Borromeo che vale il 44-29 a pochi minuti dall'intervallo.
A questo punto però inizia una nuova partita: il Magic tira fuori l'orgoglio, si scatena Di Biase ben supportato da Mariani e Di Falco ed i teatini realizzano un parziale di 12-0 che riapre completamente la partita e porta le squadre negli spogliatoi sul 44-41.
Tornate sul parquet le due formazioni procedono punto a punto: We're Basket si dimentica del vantaggio di centimetri in area e poggia il gioco sulle guardie, per i tiri dai 6,25 di Leonzio e Scavongelli, ma dall'altra parte replicano Di Falco ed il duo Mariani – Di Biase, con quest'ultimo quasi immarcabile.
A dieci minuti dalla sirena finale, il vantaggio casalingo è ridotto ad un solo punto, sul 58-57.
Chieti crede nell'impresa e trova subito il vantaggio con Febbo, Leonzio replica da tre punti
imitato però da Di Falco; salgono alla ribalta D'Alessandro e Scavongelli che scagliano due missili terra-aria per il +5 We're, ma la risposta teatina non si fa attendere, con Italiano che si carica in spalla il Magic Basket ritrovando il pareggio a quota 69 a metà periodo.
Al tap in di Febbo replica Ilic, Munjic realizza un tiro libero sui due a disposizione mentre Di Biase compie percorso netto dalla lunetta, e la bomba di Italiano porta il Chieti a +4, sul 72-76 a novanta secondi dalla fine.
Ilic fallisce dalla lunga distanza e sembra finita per il We're Basket, ma i ragazzi del patron Valentinetti hanno più vite di un gatto: D'alessandro subisce fallo, realizza il primo tiro libero e sbaglia il secondo, ma il rimbalzo è preda di un monumentale Salvatore e la palla arriva a Leonzio che sigla il -1 a trenta secondi dalla fine.
Chieti tenta di chiudere la partita ma pasticcia, We're Basket recupera la palla e coach Salomone chiama time out, per preparare lo schema d'attacco quando mancano solo nove secondi.
Palla a D'Alessandro che penetra e sul raddoppio difensivo è abile a scaricare su Scavongelli appostato oltre la linea dei 6,25: la guardia ortonese non fallisce la bomba e la successiva replica di Italiano dalla propria metà campo è una preghiera che non ha fortuna.
Finisce 78-76 in favore del We're Basket e sugli spalti si scatena il tripudio.
Dieci successi in dieci gare per l'Ortona, che ha la forza fisica e mentale per aggiudicarsi una partita dalle due facce: una sfida che sembrava già vinta nel primo tempo e che pareva persa ad un minuto e mezzo dalla fine. Bravi Salomone ed i suoi a crederci fino in fondo, e bravissimo Scavongelli a non fallire il tiro che valeva il match.
Ora la formazione biancoblù è attesa a Sulmona, dove proverà a chiudere imbattuta il girone di andata.