SERIE B

Lampi nel buio di Ragusa e Maniero. Il Pescara non brilla ma supera 2-1 la Ternana

I biancazzurri tornano al successo casalingo dopo quasi 3 mesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1499

Lampi nel buio di Ragusa e Maniero. Il Pescara non brilla ma supera 2-1 la Ternana




PESCARA. Due lampi degli ex Ragusa e Maniero bastano ed avanzano al Pescara per regolare 2-1 la resistenza della Ternana. Nel primo tempo vantaggio dei biancazzurri di Ragusa al 13esimo. Nella ripresa pari di Avenatti al 17esimo e gol finale di Maniero al 43esimo.
Il Pescara, pur senza brillare, torna al successo all'Adriatico a distanza di quasi tre mesi dall'ultima affermazione e soprattutto allunga a quattro la serie di risultati utili consecutivi. Il tutto nonostante una prova priva di grandi spunti da una parte e dall'altra.
Avvio di gara molto positivo del Pescara, abile nel coprire gli spazi ed a sbloccare subito il punteggio alla prima vera occasione da gol creata.
Col passare dei minuti però è stata la Ternana a fare la partita, sfiorando il pari in almeno due frangenti. Come sette giorni fa a Cittadella, realizzato il vantaggio il Pescara ha arretrato troppo il proprio baricentro favorendo qualche iniziativa di troppo agli ospiti.
Esauriti i 20 minuti di sofferenza successivi al gol di Ragusa, i biancazzurri hanno lentamente ritrovato tono e pericolosità, creando anche i presupposti del 2-0, pur peccando sempre di attenzione ed equilibrio in difesa.
Nella ripresa non è poi cambiato almeno in avvio il canovaccio della gara, con la Ternana più incisiva e meritevole del punto dell'1-1. Ultima mezz'ora invece priva di contenuti tecnici apprezzabili, con la gara eccessivamente nervosa e spezzettata prima del colpo risolutore del neo-entrato Maniero, che forse ha premiato oltremodo un Pescara privo di idee e di gioco.

PRIMO TEMPO. VANTAGGIO DEL PESCARA POI LA SOLITA SOFFERENZA
Nel Pescara tanti gli indisponibili tra infortunati e convocati nelle varie nazionali giovanili. Out Pelizzoli, Zuparic, Viviani, Nielsen, Politano e Sforzini, Marino conferma il 3-4-3 delle ultime uscite con Cutolo che torna dal primo minuto insieme a Ragusa e Mascara. Scelte obbligate a centrocampo con Rizzo e Brugman centrali e Rossi-Balzano sulle fasce. Emergenza anche in difesa dove Zauri, Cosic e Boccheti vengono preferiti all'acciaccato Capuano.
Nella Ternana mister Toscano si affida ad un offensivo 4-3-3 con il compito di pungere affidato al trio formato da Ceravolo, Antenucci e Falletti. A centrocampo Viola in cabina di regia. Presenti sugli spalti l'ex allenatore del Pescara Ivo Iaconi e soprattutto Ciro Immobile, bomber della promozione in Serie A del Pescara di Zdenek Zeman.
Prima del match osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Raimondo D'Inzeo, uno dei più grandi campioni della storia dello sport italiano. Medaglia d'oro alle Olimpiadi di Roma del 1960 nell'equitazione, con ben otto partecipazioni consecutive alle Olimpiadi, D'Inzeo è morto due giorni fa all'età di 88 anni.
Avvio di gara al piccolo trotto, poi al sesto minuto il primo squillo della partita è della Ternana. Calcio di punizione di Viola per la testa di Ceravolo che costringe Belardi al primo grande intervento di giornata.
Al 13esimo vantaggio del Pescara con Ragusa. Batti e ribatti in area della Ternana e colpo risolutore in acrobazia dell'ex giocatore umbro all'altezza dell'area piccola.
Al 20esimo ancora il numero 27 del Pescara protagonista. Progressione centrale e gran destro dai 25 metri con Brignoli che si rifugia in corner non senza difficoltà.
Al 23esimo clamorosa palla gol per il pari ternano. Azione confusa in area di rigore e colpo di testa da 2 passi di Masi ad esaltare i riflessi di Belardi, ancora una volta decisivo. Due minuti dopo 20 metri palla al piede di Antenucci e conclusione angolata dal limite con ancora una volta Belardi attento.
Al 35esimo azione di alleggerimento del solito Ragusa, che in solitudine a tu per tu con Brignoli ma da posizione decentrata spara addosso al portiere. Sul proseguo dell'azione gran botta da oltre 25 metri di Brugman con pallone bloccato da Brignoli.
Al 40esimo altra solare palla gol per l'1-1 ternano ed ennesimo intervento prodigioso di Belardi, che nega la gioia del gol ad una girata ravvicinata di Antenucci.
Al duplice fischio qualche timido applauso per un Pescara buono fino al gol ed in eccessiva sofferenza finale.

SECONDO TEMPO. LA TERNANA PAREGGIA MA IL LAMPO DI MANIERO RISOLVE LA GARA
Al quarto minuto il primo sussulto è degli ospiti. Cross fortunoso dalla destra di Zito per il tentativo in spaccata di Viola: sempre Belardi decisivo che poi subisce fallo su nuova ribattuta in rete di Falletti (gol annullato giustamente per carica sul portiere, ndr).
All'ottavo secondo gol di giornata annullato alla Ternana. Punizione di Viola, respinta centrale di Belardi e rete in fuorigioco questa volta di Rispoli.
Al 18esimo il pareggio meritato della Ternana. Traversone nel mezzo di Zito, incertezza di Pigliacelli (subentrato all'infortunato Belardi, ndr) in uscita, la difesa biancazzurra non riesce a liberare ed il neo-entrato Avenatti risolve da 2 passi.
Al 29esimo gran conclusione di Viola da oltre 25 metri che termina fuori non di molto. Gioco molto spezzettato e pochissime vere e proprie occasioni da gol.
Al 39simo pallone nel mezzo per il terzo tempo di testa di Rispoli che spedisce abbondantemente sul fondo.
Al 43esimo ecco il lampo di Maniero ad illuminare l'Adriatico ed a punire i suoi ex compagni di squadra con una girata favolosa al limite dell'area di rigore su preciso suggerimento basso di Ragusa.
Al 45esimo Ternana ad un passo dal clamoroso 2-2. Uscita sbagliata di Pigliacelli, tentativo di un attaccante ternano e salvataggio sulla linea di Bocchetti. Finale nervosissimo e rosso per il ternano Viola. Al triplice fischio festa sugli spalti per il quarto risultato utile consecutivo di un Pescara però ancora ben lontano dalla migliore condizione atletica.

TABELLINO
PESCARA (3-4-3): Belardi (15'st Pigliacelli); Zauri, Cosic, Bocchetti; Balzano, Rizzo, Brugman, Rossi; Cutolo (30'st Maniero), Mascara (45'st Capuano), Ragusa. A disposizione: Frascatore, Vukusic, Fornito, Padovan, Marinaro, Selasi. Allenatore: Marino.
TERNANA (4-3-3): Brignoli; Rispoli, Msi, Ferronetti, Lauro; Carcuro (21'st Miglietta), Viola, Botta (1'st Zito); Falletti (16'st Avenatti), Antenucci, Ceravolo. A disposizione: Sala, Litteri, Nolè, Fazio, Maiello, Meccariello. Allenatore: Toscano.
ARBITRO: Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo. Presenti sugli spalti circa 7mila spettatori.
Andrea Sacchini