Rugby. L'Avezzano non sfigura ma alla fine la capolista Frascati passa 18-13

Prova generosa dei marsicani che hanno recriminato per l'arbitraggio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2057

Rugby. L'Avezzano non sfigura ma alla fine la capolista Frascati passa 18-13




FRASCATI. Amara domenica per l’Autosonia Avezzano Rugby. Sul campo della capolista Rugby Città di Frascati i marsicani sono usciti immeritatamente sconfitti per 18 a 13.
Ottimo primo tempo giocato dal quindici giallonero che, a differenza delle altre trasferte, è sceso in campo consapevole della propria forza. Due calci piazzati di Roberto Lanciotti ed una meta di pregevole fattura, con applauso di tutto lo stadio, realizzata dall’ala Peretti, con successiva trasformazione di Lanciottti, hanno fissato il parziale sul 13 a 5 per i marsicani.
Secondo tempo caratterizzato dalla reazione dei padroni di casa e da scelte arbitrali alquanto dubbie. Gli uomini allenati da Fabio Andreassi hanno dovuto affrontare gran parte della ripresa in inferiorità numerica, causa cartellini gialli, e per circa 20’ hanno dovuto combattere in soli 13 uomini.
Agrodolce il commento del tecnico:” Finalmente abbiamo assistito ad un’ottima prova dei miei ragazzi. Sia in difesa che in attacco la squadra si è espressa in maniera eccellente, ottimo il movimento senza palla e convincente la condizione mentale di tutti. Ho ricevuto, a fine incontro, i complimenti degli avversari e questo è tutto dire. Peccato per alcune decisioni arbitrali che hanno sicuramente influito sul risultato finale: tre cartellini gialli sono eccessivi ma spesso alcuni comportamenti dei miei giocatori tendono ad irretire il direttore di gara e, nei momenti topici, a fargli prendere decisioni errate. Alla luce di questo risultato sono sempre più convinto che nel girone non ci sia una squadra che “ucciderà” il campionato, noi stiamo facendo grandi progressi ed usciremo alla distanza”.
Martedì ripresa delle sessioni di allenamento in vista del prossimo impegno casalingo contro il CUS Roma.