Basket. Roseto generoso ma non basta. A Ravenna i padroni di casa vincono 82-77

Domenica a Roseto arriva il Casalpusterlengo per il riscatto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1713

Basket. Roseto generoso ma non basta. A Ravenna i padroni di casa vincono 82-77






RAVENNA. Dopo due successi consecutivi su Bari e Mantova, la Modus FM subisce uno stop in trasferta per mano di Ravenna, arrendendosi per 82-77 a seguito di una trama di gioco in bilico sino alla sirena finale. Gli Sharks restano dunque a quota 6 punti in classifica, mentre i romagnoli di coach Giordani ottengono l'ottavo punto stagionale che vale il primo posto solitario. Nel finale, decisivi i canestri dello statunitense Adam Sollazzo (25 punti e 6 rimbalzi per il ravennate), oltre un paio di occasioni sprecate da Stanic e compagni per chiudere i conti (ospiti in vantaggio di 5 punti nel corso del secondo tempo). Roseto torna in Abruzzo con la consapevolezza di aver sfiorato un'impresa che avrebbe contribuito in maniera concreta al proseguo dell'ottimo momento (tre vittorie nelle ultime quattro gare).
Alla palla a due, coach Melillo schiera lo stesso starting five sceso in campo contro Mantova domenica scorsa (81-55 l'epilogo), ovvero Stanic, Sowell e Legio esterni, Leo e Bisconti sotto le plance. Coach Giordani risponde con Rivali, Bedetti e Sollazzo oltre l'arco, Amoni e Cicognani nel pitturato. Tra i padroni di casa, indisponibile l'ex Roseto, Francesco Foiera, salutato affettuosamente dai tifosi rosetani (oltre 60 nel settore ospiti) con l'indelebile coro a lui dedicato durante il trascorso in biancazzurro. Avvio sprint per i locali, che spinti da un preciso Rivali si portano sull'8-2. Reazione istantanea degli abruzzesi, che con Sowell e Legion (statunitensi letali nel primo tempo) siglano un contro parziale di 2-7, valido per il 10-9 del 5'. L'inerzia, però, è tutta dei biancorossi, che tornano in panchina per il primo mini break sopra di 7 (25-18). Nel secondo quarto, la Modus FM entra definitivamente in partita, agganciando l'Acmar a metà periodo, per poi passare in surplus con un Alex Legion incontenibile: 8 punti consecutivi del classe '88 ex Illinois, di fatti, consentono agli Sharks di consumare l'intervallo con 5 lunghezze di vantaggio (46-51).
Alla ripresa, il pallino del gioco passa continuamente da un lato all'altro del campo, esattamente come la lancetta di un metronomo che, muovendosi senza pause da destra a sinistra, scandisce il ritmo premiando prima Ravenna, poi Roseto. Si accende infatti un testa a testa che avrà fine solo a pochi secondi dal suono dell'ultima sirena, con un contropiede finalizzato da Sollazzo e due tiri liberi di Rivali (validi per il +5 dei locali), che decideranno inevitabilmente le sorti della gara. Opportunità, sponda Modus FM, di tornare a casa con in tasca i 2 punti (trovato uno strappo favorevole di 5 punti, facendo leva su una tripla di Genovese e un paio di appoggi di Bisconti - i migliori per Roseto), vanificata da un paio di errori offensivi, oltre la precisione nei minuti finali di Amoni e compagni. Si chiude sull'82-77, che dà avvio alla festa del PalaCosta. Tanti applausi, comunque, anche per i rosetani, consolati dai diversi tifosi biancazzurri giunti in trasferta.
Migliore in campo, lo statunitense Adam Sollazzo, autore di 25 punti, accompagnato dai 16 (più 3 assist e 4 rimbalzi) di Eugenio Rivali. Tra i ragazzi di Melillo, note positive per Luca Bisconti, miglior marcatore tra i suoi con 17 punti (6 rimbalzi, 2 assist, 2 palle recuperate e 2 stoppate), e Totò Genovese, protagonista con 15 punti (5/7 da 3). In ogni caso, domenica 3 novembre, nel match valido per la 6^ di Adecco Silver, ci sarà occasione del pronto riscatto, in casa contro Casalpusterlengo (alle ore 18.00).

ACMAR RAVENNA - MODUS FM ROSETO SHARKS: 82-77 (25-18, 46-51, 61-61)

RAVENNA: Amoni 15, Cicognani 6, Rivali 16, Bedetti 7, Ricci n.e., Tambone 10, Foiera n.e., Broglia 3, Locci, Sollazzo 25, all. Giordani.
ROSETO: Faragalli, Sowell 13, Legion 15, Stanic 11, Leo 2, Genovese 15, Papa n.e., Pomenti n.e., Bisconti 17, Marini 4, all. Melillo.
Arbitri: Enrico Bartoli, Vito Modesto Stoppa e Alessandro Perciavalle.
Note: Ravenna 28/60 al tiro, 17/38 da 2, 11/22 da 3, 15/19 ai liberi, 32 rimbalzi (8 off.), 14 assist, 10 palle perse. Roseto 29/57 al tiro, 19/33 da 2, 10/24 da 3, 9/13 ai liberi, 26 rimbalzi (3 off.), 11 assist, 12 palle perse. Usciti per 5 falli: nessuno. Turno di DNA Silver: 5°. Spettatori: 1000 circa (60 da Roseto).