Pallamano. A Pescara l'Italia sfiora l'impresa: la Romania vince di misura 23-22

Prova generosa degli azzurri in un Pala Giovanni Paolo II gremito

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2570

Pallamano. A Pescara l'Italia sfiora l'impresa: la Romania vince di misura 23-22







PESCARA. In un Pala Giovanni Paolo II gremito, a Pescara, la Nazionale italiana sfiora l’impresa contro la Romania nel Gruppo 5 di qualificazione ai Mondiali di Qatar 2015. Gli azzurri pagano un primo quarto d’ora in salita, poi vengono fuori e nel finale giungono a un passo dalla rimonta: si chiude sul 22-23 in favore degli ospiti, per una Nazionale alla quale rimane comunque una bella prova in vista dell’impegno contro Cipro di domenica prossima.
È difficile l’inizio italiano, con i tecnici Chionchio e Dumnic costretti al timeout col punteggio sullo 0-4 in favore dei romeni. Gli azzurri si sbloccano dai sette metri con Radovcic, che bissa al 14′ per il 2-4. Al 17′ bel gol di Skatar per il 4-6, poi la Romania piazza un break pesante e si porta, al 21′, avanti di sei reti (4-10). Maione, servito in maniera deliziosa da Carrara, riporta l’Italia al gol (5-10). Subito il 5-11 degli ospiti, poi una grande Italia che costruisce la sua rimonta nel finale di tempo, fino a giungere, con Radovcic su rigore, al 9-11 che chiude i primi 30′.
L’Italia c’è e lo dimostra anche nella ripresa, con Skatar che per due volte batte l’estremo avversario per il 12-14. La Romania prova a mettere la freccia, fa 14-17 al 45′. L’Italia è sorretta da un Sampaolo monumentale, che chiude la porta alle avanzate romene e propizia il 15-17 siglato da Turkovic. Timeout azzurro sul 15-18. Al 41′ è di Skatar il gol del 16-19, Marrochi per il 17-20. L’Italia serra le fila, Radovcic per il 20-23 al 59′. Ed è solo Italia anche nel finale, quando la Nazionale tenta il tutto per tutto, imposta una difesa aggressiva e segna due reti consecutive. Che non bastano, però, per impattare: si chiude sul 22-23 in favore della Romania, alla quale vanno i primi due punti nel girone, al pari della Slovecchia.
Marrochi e compagni di nuovo in campo il 3 Novembre prossimo, stavolta in casa di Cipro (h 19:30), nel secondo match del Gruppo 5.

ITALIA-ROMANIA 22-23 (p.t. 9-11)
ITALIA: Di Marcello, Vaccaro, Resca, Maione 3, Rubino, Giannoccaro, Volpi, Di Maggio 3, Sampaolo, Radovcic 6, Fovio, Marrochi 1, Turkovic 1, Stabellini, Skatar 6. All: Franco Chionchio – Branko Dumnic
ROMANIA: Grasu 2, Talas 1, Acatrinei 2, Asoltanei 4, Ramba 2, Mihalcea 3, Cimpan 1, Popescu 2, Iancu, Fenici 1, Florea 1, Rotaru 2, Cristescu 2, Irimus, Sandru
Arbitri: Dimitar Mitrevski (MKD) – Blagojche Todorovski (MKD)
Delegato EHF: Pero Maric (BIH)