Basket. Non riesce l'impresa al Lanciano. Scafati passa 76-62 in Abruzzo

Prima sconfitta stagionale per coach Salvemini

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1286

Basket. Non riesce l'impresa al Lanciano. Scafati passa 76-62 in Abruzzo




LANCIANO. Il big match della quarta giornata si svolge a sorpresa sul campo della Bper Lanciano, che affronta da capolista la favoritissima Givova Scafati del grande Roberto Chiacig (185 presenze in nazionale maggiore), compagine solo di passaggio in questa categoria, come recita uno striscione degli "aficionados" campani.
I gialloblù, seppur privi di un uomo fondamentale come Luca Castelluccia, appiedato da un problema muscolare, giocano una gara di rara intensità, mettendo in seria difficoltà gli uomini di Sorgentone per almeno 3 quarti.
La tattica di coach Salvemini è semplice, tenere altissimo il ritmo del gioco per avere ragione dei più quotati avversari e il giochetto riesce a meraviglia per larga parte dell'incontro.
Pronti via e Lanciano mette subito gli avversari alle corde con un 6 a 0 firmato Polonara-Bomba-Martelli. Scafati risponde con Zaccariello, Canavesi e Ruggiero e il primo quarto vola piacevole e spettacolare con un ritmo infernale che decreta un sostanziale equilibrio al termine della prima frazione (14-14).
In avvio del secondo quarto Scafati fa valere i centimetri, come prevedibile, e Chiacig, Requena e Canavesi portano avanti gli ospiti sul 18 a 23. Lanciano è però una furia e prima Polonara e Martelli vanno a segno dall'arco, poi Grosso con un gioco da 3 porta di nuovo i gialloblù avanti sul 27 a 25, infiammando il pubblico accorso numeroso sugli spalti. Gara avvincente fino al riposo con Lanciano avanti 35 a 31.
Nella ripresa la Bper torna avanti di 6 lunghezze grazie alla tripla di Ucci e al canestro di Grosso (40-34), ma Scafati si tiene a stretto contatto con Ruggiero e Zaccariello, bravi a centrare un paio di bombe fondamentali per restare in partita.

A 1'20'' dal termine del quarto il lungo ospite Canavesi è costretto a chiedere il cambio, a causa di un contatto violento con Polonara che gli causa un colpo di frusta. Torna in campo Roberto Chiacig e prende Scafati per mano. De Vincenzo con una bomba fissa il punteggio sul 51 a 48.
Nell'ultima frazione Lanciano tira i remi in barca, i ragazzi di coach Salvemini, che hanno speso tutte le energie nei primi 3 quarti, faticano a mantenere il ritmo forsennato dei primi minuti e Chiacig e compagni vanno a nozze nell'area pitturata avversaria infilando a ripetizione i padroni di casa. Gli ospiti mettono la freccia e passano a condurre in breve di 7 lunghezze, quando coach Salvemini si vede fischiare un fallo tecnico per proteste (56-63) a 5 minuti dal termine. Scafati capitalizza al meglio l'occasione e si porta avanti di 11 punti chiudendo di fatto la contesa.
Le ultime velleità del Lanciano s'infrangono sul ferro del canestro, con conclusioni forzate da 3 punti, frutto di scarsa lucidità e della stanchezza. Scafati chiude sul 62 a 76 e si lancia alla rincorsa della promozione. Lanciano esce a testa altissima e tra gli applausi convinti dei propri sostenitori.
Nessun dramma per i ragazzi di Salvemini, un pizzico di rammarico per l'assenza di Castelluccia, ma il campionato continua e dopo il turno di riposo i frentani torneranno in campo ancora fra le mura amiche contro Molfetta.

TABELLINO
BPER LANCIANO: Grosso 15, De Vincenzo 5, Martelli 13, Bomba 2, Polonara 12, Ucci 9, Di Marco 4, Torosantucci n.e. Muffa 2, Di Matteo 0 Coach: Giorgio Salvemini
GIVOVA SCAFATI: Di Capua 6, Zaccariello 14, Ruggiero 14, Requena 11, Canavesi 8, Izzo 2, Chiacig 21, Pirrone n.e. Argentieri n.e. Matrone n.e. Coach: Domenico Sorgentone
Parziali: (14-14 / 21-17 / 16-17 / 11-28)
ARBITRI: Alessio Dionisi e Marco Vita
NOTE: Spettatori 500 circa.