SERIE C

Basket. Pescara fa proprio il derby col Magic Chieti. Sulmona espugna Teramo

In Serie C vittoria meritata in trasferta degli adriatici

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1942

Basket. Pescara fa proprio il derby col Magic Chieti. Sulmona espugna Teramo




CHIETI. Con una straordinaria prova di forza la Pescara Basket sbanca Piana Vincolato aggiudicandosi la partita contro il Magic Chieti: 80-88 il punteggio finale di una partita piena di emozioni e disputata di fronte ad una cornice di pubblico di categoria superiore, sia per quanto riguarda il tifo teatino che per quello biancazzurro.
Pescara comincia la gara con Piscione, De Luca, Febo, Cantatore e Stilla ma il Magic, partito un po' a rilento, trascinato da Italiano piazza un tremendo parziale di 16-2 che porta i biancoverdi a doppiare gli avversari sul 20-10. I ragazzi di coach Tracanna sono bravi a rispondere subito al primo allungo teatino, affidandosi alla mano dei suoi tiratori: due triple di De Luca e una di Febo, oltre a un ottimo Cantatore, riportano Pescara a contatto sul 24-22 con cui si chiude il primo quarto.
I ritmi vertiginosi della prima frazione calano un po' a inizio secondo quarto, con i due allenatori che attingono dalle rispettive panchine e le due squadre meno brillanti in fase realizzativa. In casa pescarese è ottimo l'impatto di Adonide, positivo già contro Sulmona, che piazza due canestri importanti tenendo lì la sua squadra. Chieti però con un mini-parziale di 4-0 costringe coach Tracanna al time-out sul -6 alla metà esatta del secondo periodo. La reazione dopo la sospensione in casa pescarese è positiva, soprattutto in difesa: i biancazzurri costringono Chieti a tante palle perse e tornano a - 1, prima che il solito Italiano con due bombe ricacci indietro Pescara sul 43-35. Due preziosi canestri nel finale di primo tempo restituiscono un po' di convinzione a Febo e compagni che vanno al riposo sotto di 4 lunghezze (43-39).
E' probabilmente il terzo quarto il vero momento di svolta del match: Pescara lo vince 30-20, sorpassa i padroni di casa e non si volterà indietro fino alla sirena finale. In apertura sono Cantatore e un ottimo Piscione a griffare i primi punti biancazzurri della ripresa: la grande mano di De Luca dall'arco aumenta il vantaggio ospite, con Mariani e il solito Italiano che tentano di ricucire lo strappo. Una tripla di Piscione vale il 52-59, e dopo il fallo tecnico fischiato a Bellaspiga la Pescara Basket, sfruttando anche i tanti rimbalzi offensivi catturati, vola anche avanti di 9 lunghezze. Una gestione non ottimale dell'ultimo possesso regala allo stesso Bellaspiga il canestro del 63-69 con cui si chiude il terzo parziale.

L'ultimo quarto si apre con un canestro di Stilla che vale il +8, ma in pochi secondi due triple di Italiano e Bellaspiga riportano la Magic a soli 2 punti di distanza. Ci pensano i soliti Febo e De Luca, sempre dai 6.75, a ristabilire le distanze con Stilla che regala il nuovo +8 ai suoi con meno di cinque minuti da giocare. I padroni di casa non mollano di un centimetro e Pescara affretta qualche soluzione di troppo in attacco: il gioco si fa più confuso e si susseguono errori in fase offensiva su entrambi i fronti, ma è sopratutto in difesa che i biancazzurri mantengono orgogliosamente il vantaggio. Ancora Stilla trova il +6, De Luca con una tripla sembra chiudere il match ma Bellaspiga risponde dopo pochi secondi: alla fine la giocata decisiva è una palla rubata con canestro dello stesso De Luca che spezza le residue speranze dei padroni di casa. Due liberi di Piscione suggellano il risultato sull'80-88 e può iniziare la meritata festa pescarese sulle tribune di Piana Vincolato, con una folta rappresentanza ospite che ha sostenuto i biancazzurri per tutto l'arco della partita.
Vittoria di fondamentale importanza quindi per i ragazzi di coach Tracanna, che conservano l'imbattibilità stagionale scavalcando proprio il Magic Chieti. La Pescara Basket può godersi una notte da prima in solitaria, in attesa di conoscere il risultato dell'altro big match tra We're Basket e Airino Termoli che decreterà il nome dell'altra capolista a quota 8 punti. Prossimo impegno sabato prossimo, ancora in trasferta, contro il Campobasket.

PENTA TERAMO-SULMONA 54-56
Il Penta Teramo incappa nella seconda sconfitta consecutiva, terza stagionale su quattro partite disputate, uscendo battuto dal campo di Sulmona con in punteggio finale di 54-56 (13-15, 25-25, 43-42). Nonostante l’esordio del neoacquisto Mirco Elia, ancora in fase di rodaggio, la formazione di coach Gramenzi, dopo un primo tempo giocato alla pari è calata alla distanza subendo le scorribande di un ottimo Marzoli, autore di ben 31 punti.
Il Penta Teramo, che per scelta tecnica ha fatto a meno di Renato Piccinini, ha giocato la sua consueta partita fatta di applicazione e grossa cura della fase difensiva, tanto da costringere una buona squadra come Sulmona a segnare la miseria di 54 punti in casa, di cui 25 nei primi 20 minuti.
I problemi però sono venuti dall’altra parte del campo dove la non buona vena offensiva di Pappacena e soci ha vanificato quanto di buono fatto in difesa. Il break, dopo due quarti giocati alla pari è arrivato nel corso del terzo parziale quando, appoggiandosi ad un Marzoli particolarmente ispirato, i padroni di casa hanno accumulato un vantaggio oscillante sulla doppia cifra (43-32 al 30’) che i biancorossi nonostante il forcing finale non sono riusciti a recuperare, a causa anche di percentuali al tiro non proprio esaltanti.
Prossimo appuntamento in campionato per il Penta Basket Teramo, domenica prossima in casa contro il Basketball Teramo.