Basket. Bella prova della Proger Chieti che supera 68-60 Reggio Calabria

Teatini sempre avanti nel punteggio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1281

Basket. Bella prova della Proger Chieti che supera 68-60 Reggio Calabria




CHIETI. Secondo successo sul parquet del PalaLeombroni per la Proger Chieti, che batte la Viola Reggio Calabria per 68 a 60, portandosi cosi a 4 punti nella classifica generale e vincendo la seconda partita consecutiva dinanzi agli occhi del proprio pubblico, che entusiasta, ha applaudito i giocatori biancorossi. Non è mancato proprio nulla per rendere quella di questa sera una grande partita, il parquet del PalaLeombroni circondato da una grande cornice di pubblico, circa 1600 gli spettatori a sostenere la Proger. Presente anche una piccola parte di tifosi ospiti.
La palla a due vede da una parte Matthew Shaw per la Proger e dall’altra Gaetano Spera, ex di Chieti nella passata stagione, per la Viola Reggio Calabria. Contesa vinta dal giovane Spera. Nei primi 3 minuti di gioco entrambi gli attacchi sembrano essere bloccati dalle ottime difese che recuperano un pallone dopo l’altro. Il primo canestro del match lo segna Manuel Diomede dalla lunetta dei tiri liberi con un 2 su 2. Da qui Chieti comincia sin da subito a mettere il naso avanti grazie ad uno straripante Matthew Shaw che segna, subisce falli e strappa rimbalzi. La Viola prova a reagire con Fabi che piazza una tripla e poi in penetrazione segna altri due punti, ma Chieti, trascinata dalla coppia di Lunghi Soloperto-Shaw, allunga il vantaggio e chiude il primo periodo di gioco con la tripla di Gialloreto. Il primo quarto si chiude con il punteggio che dice Chieti 16, Viola Reggio Calabria 10.
La seconda frazione di gioco si apre proprio come il primo, attacchi che non riescono a contrastare con decisione le due difese, infatti il punteggio non riesce a decollare. Per la squadra ospite il pericolo numero uno è Gaetano Spera, proprio il giovane lungo ex Chieti, strappa un rimbalzo dopo l’altro, segna giocandosi bene gli uno contro uno con Shaw e sfrutta al meglio i centimetri sotto canestro, infatti i suoi 9 punti totali li segna tutti nel primo tempo. Per Chieti c’è il solito Shaw che offre spettacolo segnando, accompagnato da Soloperto e Andrea Raschi. Il secondo periodo si conclude con la squadra di casa sempre in vantaggio per 28 a 23.
Dopo l’intervallo finalmente le due squadre sembrano cominciare a cedere in difesa e automaticamente a finalizzare al meglio le occasioni in attacco. Shaw continua a martoriare la difesa calabrese, segnando altri 7 punti in cui c’è anche un gioco da tre punti realizzato dopo aver subito fallo, Gialloreto e Diomede puniscono dalla lunga distanza e Raschi segna e sforna assist. La squadra ospite invece cerca di ridurre lo svantaggio, riuscendoci anche in alcuni casi, arrivando anche a -2, ma non riuscendo mai a fare quel passo in più che significherebbe mantenerlo o superarlo anche. I pericoli maggiori per la difesa della Proger sono portati dal play-maker Sabbatino e dalla guardia Keion Bell, assente per tutto il primo tempo dal referto e cominciando ad essere il più temibile dei suoi per tutto il secondo. Il terzo periodo si chiude con la solita tripla di Fabrizio Gialloreto che, dopo un blocco perfetto di Shaw, fa balzare in piedi tutto il pubblico con il suo fulmine a ciel sereno. Il punteggio dice 48-39 Proger.
L’ultima frazione di gioco si apre con due azioni spettacolari, prima Shaw che trova l’assist di Andrea Raschi dopo un’ottima circolazione di palla e la schiaccia dentro con cattiveria; dall’altra parte risponde immediatamente Bell che vola e schiaccia a canestro. La Viola Reggio Calabria trainata da Bell si riporta sotto, la guardia calabrese è scatenata, segna un punto dopo l’altro e fa uscire anche il lungo Mattia Soloperto per 5 falli. Dall’altra parte però c’è Fabrizio Gialloreto che non ci sta, vuole riprendersi il suo palcoscenico e lo fa in maniera stupenda, segna due triple e due tiri liberi dalla lunetta riallungando il vantaggio, poi ci pensa il solito Shaw a chiudere il match con altri 4 punti messi a referto.
Il match si chiude 68 a 60 per la Proger Chieti e gli applausi del PalaLeombroni in piedi che ringrazia per lo spettacolo e la vittoria. Ottimo match per tutto il team della Proger, buonissima gestione di gara per coach Nino Marzoli. Da sottolineare però le prestazioni di Shaw (miglior realizzatore con 23 punti messi a referto, 6 falli subiti e 12 rimbalzi strappati); Fabrizio Gialloreto (quando comincia a piazzare triple non lo può fermare nessuno, 16 punti messi a referto e un assist per lui) e Andrea Raschi (è sempre uno dei migliori, insostituibile, piazza 9 punti, serve 5 assist e subisce 5 falli). Chieti ha tirato con il 58% dai due punti ed il 29% dalla lunga distanza per un totale del 48% dal campo. Buono il match anche per la squadra ospite e buona la gestione di gara per coach Ponticiello. Da sottolineare le prestazioni di Bell (miglior realizzatore con 17 punti messi a referto, 3 falli subiti, 3 palle recuperate e un assist); Sabbatino (è il motore della Viola, segna 12 punti e serve 2 assist); e Gaetano Spera (il giovane ex Chieti inizialmente parte bene ma poi sparisce sovrastato da Shaw, mette a referto 9 punti, 3 falli subiti, una stoppata fatta e 12 rimbalzi). Reggio Calabria ha tirato con il 40% dai due punti ed il 24% dalla lunga distanza per un totale del 36% dal campo.

TABELLINO (16-10) (12-13) (20-16) (20-21)
PROGER CHIETI: GLOVER, BINI ne, GIALLORETO 16, COMIGNANI 2, CESANA 2, RASCHI 9, DI EMIDIO, DIOMEDE 7, SOLOPERTO 9, SHAW 23. All. Coach Nino Marzoli.
VIOLA REGGIO CALABRIA: BELL 17, AZZARO 2, CAPRARI 3, LUPUSOR ne, FABI 8, SABBATINO 12, VIGLIANISI ne, SORRENTINO, SPERA 9, AMMANNATO 9. All. Coach Francesco Ponticiello.
Fonte: www.basketinside.com