SERIE B

Per il Pescara è notte fonda. All'Adriatico l'ex Jonathas regala i 3 punti al Latina

Biancazzurri senza idee e costrutto. La classifica ora preoccupa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1553

Per il Pescara è notte fonda. All'Adriatico l'ex Jonathas regala i 3 punti al Latina




PESCARA. Nel grigiore totale di un Pescara per lunghi tratti della contesa imbarazzante, il Latina con un gol dell'ex Jonathas al minuto 26 del secondo tempo espugna 1-0 con merito lo stadio Adriatico. A preoccupare davvero ora è la classifica che vede i biancazzurri in piena zona retrocessione.
Primo tempo brutto ed assolutamente privo di contenuti tecnici apprezzabili. Pescara immobile con centrocampisti incapaci di fare movimento senza palla e pochi pericoli per Iacobucci. Per contro Latina perfetto in fase di non possesso del pallone anche se poco incisivo dalle parti di Belardi con azioni in ripartenza affidate ai soli Ghezzal e Jonathas.
Nel secondo tempo Pescara in avvio leggermente più vivace poi col passare dei minuti decisamente meglio il Latina che ha costruito diverse volte i presupposti del gol. Solito crollo fisico dei biancazzurri nei secondi 45 di gioco, con sostituzioni tardive e tutt'altro che decisive da parte di Marino. Dopo il vantaggio ospite dell'ex Jonathas reazione sterile ed inefficace degli adriatici.

LA PARTITA
Nessuna sorpresa tra le fila del Pescara con il tecnico Pasquale Marino che conferma tutte le indiscrezioni della vigilia e si affida allo stesso 3-4-3 che ha ben figurato a Palermo nonostante la sconfitta. Zauri, Schiavi e Bocchetti in difesa a protezione della porta di Belardi. A centrocampo Rizzo e Brugman nel mezzo con Bocchetti e Rossi a presidio delle corsie esterne. In avanti il compito di pungere è affidato al tridente Ragusa-Mascara-Cutolo.
Nel Latina l'unico ballottaggio tra Figliomeni e Brosco è vinto dal primo. Per il resto Breda conferma il 3-5-2 imbattuto da 6 giornate. In attacco largo all'ex della contesa Jonathas a far coppia in avanti con Ghezzal. Arbitra Baracani della sezione di Firenze davanti a circa 7mila spettatori.
Avvio di gara equilibrato. Al terzo minuto conclusione dal limite di Ragusa contrata in corner da un difensore laziale. Risposta del Latina due minuti dopo con Alhassan che da oltre 20 metri sparacchia malamente alle stelle.
I primi 19 minuti scivolano via lisci con tanto possesso palla sterile dei biancazzurri, incapaci di superare le fitte maglie della retroguardia ospite. Al 20esimo cross interessante di Crimi con pallone che attraversa tutta l'area piccola senza che nessuno assesti il colpo vincente.
Al 33esimo Jonathas da distanza siderale non inquadra di tantissimo lo specchio della porta.
Finale in crescendo per il Pescara. Al 40esimo la prima vera occasione della partita. Azione confusa e palla per Balzano che appena dentro l'area di rigore da posizione decentrata coglie l'esterno della rete complice anche la deviazione di un difensore laziale.
Al 42esimo ancora protagonista l'esterno biancazzurro che dai 35 metri colpisce la traversa. Sulla respinta tentativo di Cutolo controllato non senza difficoltà dall'estremo difensore del Latina.
Al secondo di recupero fuga incredibile di Ristovski che palla al piede dalla propria metà campo arriva fino all'area di rigore adriatica prima di allargare per Ghezzal il cui tiro a giro viene deviato in corner. Sugli sviluppi dello stesso colpo di testa a botta sicura di Jonathas con pallone incredibilmente impreciso. Al termine nel grigiore generale fischi del pubblico dello stadio Adriatico.
Nella ripresa al primo girata debole di testa di Mascara e palla tra le braccia di Iacobucci. Al sesto tiro cross di Rossi deviato in corner. Al dodicesimo Bocchetti libero da marcature di testa non centra il bersaglio grosso sugli sviluppi di un corner.
Al 21esimo destro di Ristovski dalla distanza e buon riflesso di Belardi in corner.
Al 22esimo rasoiata di Ghezzal in contropiede e pallone sul fondo non di molto.
Al 26esimo il gol del vantaggio del Latina con Jonathas con un destro poderoso da oltre 25 metri.
Al 44esimo destro sbilenco di Viviani sul fondo. Al termine della gara fischi assordanti più che giustificati del pubblico dell'Adriatico.
Venerdì per il Pescara trasferta sull'ostico campo della Reggina per l'anticipo dell'undicesima giornata di Serie B.

TABELLINO
PESCARA (3-4-3): Belardi; Zauri, Schiavi, Bocchetti; Rossi, Brugman (24'st Viviani), Rizzo, Balzano; Cutolo (16'st Politano), Mascara (31'st Padovan), Maniero. A disposizione: Pigliacelli, Frascatore, Fornito, Maniero, Cosic, Zuparic. Allenatore: Marino.
LATINA (3-5-2): Iacobucci, Figliomeni, Cottafava, Esposito; Ristovski (38'st Milani), Crimi, Morrone, Maltese (33'st Bruno), Alhassan; Ghezzal, Jonathas (35'st Jefferson). A disposizione: Pawlowski, Barraco, Cejas, Cisotti, Brosco, Chiricò. Allenatore: Breda.
ARBITRO: Leonardo Baracani della sezione di Firenze.

Andrea Sacchini