SERIE B

Pescara generoso ma non basta: al Barbera il Palermo vince 1-0 tra i fischi

Gol di Munoz poi rosanero in confusione. Gol regolare annullato a Schiavi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1219

Pescara generoso ma non basta: al Barbera il Palermo vince 1-0 tra i fischi


PALERMO. In una gara tutt'altro che spettacolare tra due squadre in grande crisi di risultati e prestazioni, il Palermo fa propria l'intera posta in palio superando 1-0 il Pescara. Decisivo un gol di Munoz al primo minuto.
Risultato troppo pesante per l'undici di Marino, che non ha brillato ma neanche demeritato al cospetto di un Palermo tutt'altro che trascendentale che ha avuto il solo merito di sfruttare gli errori della retroguardia abruzzese.
Tanto possesso palla spesso e volentieri improduttivo per l'undici di Marino, che ha costruito diverse buone chance senza però avere la cattiveria e la determinazione di finalizzare l'azione. Il tutto sotto i fischi di disapprovazione del Barbera che non ha affatto gradito la prova scialba del Palermo soprattutto nella ripresa, quando col passare dei minuti il Pescara ha alzato il proprio baricentro mettendo sotto pressione l'undici di casa.
Ancora una volta però determinanti sono stati gli errori della difesa abruzzese ed alcune decisioni scellerate della terna arbitrale, con il gol del Palermo viziato da un fallo di Bolzoni su Belardi e la rete del pareggio ingiustamente annullata a Schiavi.

LA PARTITA
Partenza shock del Pescara e dopo soli 35 secondi ecco il vantaggio del Palermo. Sugli sviluppi di un corner colpo di testa vincente nel mezzo di Munoz, con Belardi che sbaglia i tempi dell'uscita ostacolato però vistosamente da Bolzoni.
Grande pressione del Palermo sui portatori di palla biancazzurri, incapaci di macinare gioco e verticalizzare per le punte. All'ottavo tentativo dal limite di Dybala ben controllato da Belardi.
Il Pescara soffre le ripartenze dei rosanero ma al 23esimo va ad un passo dal pareggio con Rizzo, che dal limite col destro prende in pieno il palo.
Col passare dei minuti crescono i biancazzurri per intensità e coraggio. Al 28esimo Cutolo fa tutto bene, supera in dribbling un avversario ed appena entrato in area di rigore da posizione centrale spara malamente alle stelle.
Al 35esimo altra buona chance per gli abruzzesi. Brugman ruba un buon pallone e cerca nel mezzo un suggerimento per Mascara che arriva scoordinato e poco determinato alla battuta a colpo sicuro a rete. Sugli sviluppi del corner Schiavi di testa non inquadra lo specchio della porta.
Al 41esimo serie di finte in area di Cutolo e conclusione troppo centrale per i pugni di Sorrentino.
Minuto 45 e tentativo piuttosto velleitario di Capuano che termina sul fondo.
Nella ripresa al quinto ottimo pallone in profondità di Mascara per Politano che da posizione decentrata a tu per tu con Sorrentino spara sull'esterno della rete. Risposta del Palermo al settimo con Stevanovic: pallone alto.
All'undicesimo destro di Cutolo deviato di un nulla sul fondo. Un minuto prima recriminazioni per il Pescara per un gol annullato a Schiavi ai più apparso assolutamente regolare.
Al 16esimo Rizzo da fuori area costringe Sorrentino ad alzare il pallone in corner.
Al 33esimo il neo-entrato Maniero difende un buon pallone e dal vertice dell'area conclude troppo debole tra le braccia di Sorrentino.
Nel finale tanta stanchezza con il Pescara che non ha più la forza di riequilibrare la contesa. Al secondo di recupero miracolo di Belardi su gran botta da fuori di Bolzoni.
Con questa sconfitta gli adriatici restano ad 8 punti in classifica in piena zona play-out.
Sabato prossimo all'Adriatico arriva il Latina, ennesima occasione di riscatto per una squadra che oramai non vince da otto gare.



TABELLINO
PALERMO (3-4-1-2): Sorrentino; Munoz, Terzi, Milanovic; Morganella, Bolzoni, Barreto, Daprelà; Stevanovic (13'st N'Goyi); Dybala (41'st Troianiello), Lafferty (18'st Malele). A disposizione: Fulignati, Sanseverino, Struna, Pisano, Bacinovic, Lores. Allenatore: Iachini.
PESCARA (3-4-3): Belardi; Schiavi, Capuano, Zauri; Balzano, Brugman, Rizzo (41'st Vukusic), Rossi; Cutolo (25'st Maniero), Mascara (34'st Padovan), Politano. A disposizione: Pigliacelli, Selasi, Fornito, Frascatore, Kabashi, Bocchetti. Allenatore: Marino.
ARBITRO: Di Bello della sezione di Brindisi.
 
Andrea Sacchini