SERIE B

Pescara Calcio. Limiti strutturali più che mentali alla base del cattivo inizio di campionato

Balzano in vista di Palermo: «capisco la delusione dei tifosi...»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2022

Pescara Calcio. Limiti strutturali più che mentali alla base del cattivo inizio di campionato


PESCARA. Un inizio di campionato così negativo era difficilmente ipotizzabile dopo il netto successo per 3-0 alla prima giornata con la Juve Stabia e l'ottimo precampionato disputato in estate. Le vittorie contro avversari di livello quali Livorno e Torino in Coppa Italia e sconfitta immeritata di misura col Monaco hanno illuso l'ambiente sulla reale forza dell'attuale organico.
I biancazzurri, parentesi Juve Stabia a parte, hanno sempre subito gol e nelle ultime 20 partite hanno vinto soltanto una volta.
Numeri impietosi che denotano probabilmente limiti strutturali piuttosto che mentali. Il Pescara non sa più vincere e cosa ancor più grave sembra fisicamente un gradino sotto rispetto tutti gli avversari incontrati fin'ora. Chi pensava ad una squadra in grado di poter ammazzare il campionato nell'ultimo mese e mezzo si è dovuto ricredere. Più che guardare alla zona play-off i biancazzurri nelle prossime settimane farebbero bene a guardarsi alle spalle, con i play-out che potrebbero diventare triste realtà in caso di cattivo risultato domenica sera a Palermo. Il tecnico Marino, nonostante alcuni errori piuttosto grossolani e l'incapacità fin'ora dimostrata nel saper leggere le situazioni a gara in corso, non è in bilico come sottolineato più volte a microfoni accesi e spenti dal patron Daniele Sebastiani. Serve un chiaro cambio di rotta, come indicato ieri da Antonio Balzano: «bisogna entrare in campo sempre affamati, cattivi e determinati. Il Pescara uscirà presto da questo momento difficile, causato non da problemi tecnici o fisici ma mentali. Ultimamente subiamo troppo la pressione di vincere a tutti i costi. Non stiamo facendo bene ed il pubblico ha ragione ad essere deluso».
«Abbiamo però bisogno dei nostri tifosi» – chiude Balzano parlando anche del Palermo – «ed ora pensiamo alla partita difficile con i rosanero, che come noi hanno avuto delle difficoltà in questo inizio di campionato. È un match che capita nel momento giusto perché abbiamo tanta voglia di riscattarci».
Per la gara di domenica sera al Barbera di Palermo resta in dubbio Pelizzoli. Recuperati con ogni probabilità Mascara e Capuano, con quest'ultimo che potrebbe addirittura partire dall'inizio. Assenti i nazionali Viviani, Zuparic, Pigliacelli, Politano e Cosic. Da valutare attentamente le condizioni di Bocchetti, uscito anzitempo sabato per un fastidio muscolare che non dovrebbe comunque tenerlo fuori dalla lista dei convocati.
Andrea Sacchini