Lanciano Basket. Stagione al via tra sogni e speranze. Flaminio: «gruppo molto giovane»

Il patron dei frentani presenta la nuova stagione del club inserito in DNB

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2188

Lanciano Basket. Stagione al via tra sogni e speranze. Flaminio: «gruppo molto giovane»

LANCIANO. Il Lanciano continua la preparazione in vista dell'esordio nel campionato di Divisione Nazionale B previsto il 6 ottobre il casa col Venafro. Quella che sta per iniziare con ogni probabilità sarà una stagione chiave per la palla a spicchi frentana, pronta a lottare per restare il più a lungo possibile nel basket nazionale che conta davvero.
In casa rossonera tutti auspicano un'annata storica sulla falsariga della scorsa, quando la squadra dopo un inizio difficile ha saputo scalare la classifica con forza e determinazione fino ai play-off. Il ripescaggio dalla DnC ha ridato al Lanciano tutto ciò che la sfortuna aveva tolto soprattutto nelle prime giornate di campionato, quando il coach Salvemini ha dovuto fare i conti con infortuni continui e risvolti psicologici negativi dopo gare perse immeritatamente sul filo di lana.
«La squadra è in crescita e con buona intensità in vista dell'inizio del campionato» – ha raccontato a PrimaDaNoi.it il presidente del Lanciano Basket, Flavio Flaminio – «è un gruppo molto giovane con qualche giocatore di esperienza. Nonostante si stia lavorando non da molto si è già creata una bella atmosfera all'interno dello spogliatoio. Per noi è un campionato nuovo ed importante come la DNB. Nonostante le vicissitudini del basket minore noi ci siamo».
La DnB è il terzo livello del basket italiano: «per noi è una vetrina importantissima. La nostra è una squadra veloce e leggera ed il nostro punto di forza sarà proprio la velocità. Basti pensare che il nostro numero 5, solitamente giocatore da sotto canestro, giocherà molto anche in velocità e profondità. Tutta la squadra giocherà su alti ritmi».
Confermato in panchina Giorgio Salvemini, autore l'anno scorso di un anno fantastico alla guida dei frentani: «il coach è confermato e non poteva essere altrimenti dopo quanto di buono fatto l'anno scorso. Lo staff tecnico è confermato. Il roster è completo così com'è e non ci saranno altri innesti. L'obbiettivo resta la salvezza in un campionato molto difficile. In caso di sconfitte non bisognerà abbattersi perché il livello è decisamente alto».
«Anche se qualcosa dovesse andare male all'inizio» – prosegue Flaminio – «bisognerà stringere i denti perché i campionati sono sempre lunghi. Una squadra giovane potrebbe soffrire all'inizio ma poi col lavoro e l'impegno tutto si risolve. Non temo un periodo iniziale di adattamento nonostante la giovane età».
L'anno scorso il club ha vinto la scommessa Di Emilio, quest'anno rientrato al Chieti in Lega 2 Silver dopo l'ottimo campionato con la casacca gialloblù: «quest'anno ci affidiamo ad un play molto giovane, De Vincenzo classe 1994. Ha doti tecniche ed atletiche di livello e cercheremo di valorizzarlo. Essendo giovane avrà alti e bassi e noi siamo pronti anche con sostituti di esperienza». 

Andrea Sacchini