CALCIO

1°Div/B. Pagliari si coccola la sua bella L'Aquila: «fatto qualcosa di importante»

Il tecnico dei rossoblù è al settimo cielo dopo il successo di Lecce

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1471

1°Div/B. Pagliari si coccola la sua bella L'Aquila: «fatto qualcosa di importante»

L'AQUILA. Il giorno dopo l'impresa di Lecce, a L'Aquila è festa nello spogliatoio dei rossoblù, capaci di domare Miccoli e compagni attraverso una gara tatticamente perfetta senza mai rinunciare alla fase offensiva. La vittoria in terra di Puglia, fondamentale per il morale, potrebbe dare il là ad una clamorosa rimonta verso i play-off della B visto e considerato che l'attuale formula della Prima Divisione non prevede retrocessioni. Nessun volo pindarico ma è chiaro che questa squadra ha tutte le potenzialità quantomeno per cercare di agganciare il treno play-off.
«La prestazione è stata ottima di squadra» – ha raccontato a fine match Giovanni Pagliari – «ma è giusto rimarcare anche le prestazioni di alcuni singoli. Elementi come Carcione, Ciotola e De Sousa ci permettono di poter cambiare più volte modulo di partita in partita a seconda delle situazioni. La difesa poi è stata fantastica dal primo all'ultimo minuto».

A chi gli chiede se la vittoria degli abruzzesi sia più merito dell'Aquila o demerito del Lecce, il mister risponde: «sento in giro dei demeriti del Lecce come se il successo dell'Aquila fosse frutto di una giornata storta dei padroni di casa. Ebbene non è stato così perché i miei ragazzi hanno disputata una gara fantastica concedendo pochissimo all'avversario blasonato. Abbiamo sfruttato come meglio non potevamo le nostre potenzialità ed ora siamo qui a commentare una vittoria meritata per quanto fatto vedere in campo. Abbiamo creato tante palle gol e potevamo addirittura chiudere prima la gara».
Nonostante una partita tatticamente perfetta c'è ancora qualcosa da migliorare soprattutto in attacco: «bisogna migliorare in fase di non possesso del pallone. Sono soddisfatto invece di come i miei giocatori hanno coperto gli spazi soprattutto nella ripresa quando il Lecce ha spinto alla ricerca del pareggio».

Andrea Sacchini